Palluel e Faravel (Lacs) dal Vallone de Freissinieres, anello

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1451
quota vetta/quota massima (m): 2472
dislivello salita totale (m): 1021

copertura rete mobile
3 : 40% di copertura

contributors: rolly52
ultima revisione: 26/08/08

località partenza: Vallon de Freissinieres 1441 m (Freissinières , 05 )

punti appoggio: Freissinieres, Dormillouse

bibliografia: Les plus belles randonnées du briançonnais

accesso:
Itinerario di accesso stradale: Briancon, la Roche de Rame, Freissinieres, Les Viollins, parking a 1451 m.

note tecniche:
La valle di Freissinieres è un gioiellino nascosto nel Parco degli Ecrins. Conosciutissima d'inverno per via delle cascate di ghiaccio, d'estate è frequentata dai randonneurs francesi, molto meno dai nostri connazionali.
La gita proposta riserva innumerevoli sorprese: cascate di rara bellezza, il villaggio di Dormillouse, unico abitato in permanenza all'interno del perimetro del Parco, la conformazione glaciale delle valli che ricorda alcuni paesaggi del profondo nord, ed infine uno sterminato plateau cosparso di ometti di pietra, lasciati in loco da ogni escursionista di passaggio: uno spettacolo veramente unico!

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si sale la ripida mulattiera , soffermandosi a osservare le meravigliose cascate, fino a un bivio, alle porte dell'abitato di Dormillouse.
Fare una digressione nel villaggio che ha vissuto nei secoli scorsi distruzioni e saccheggi a causa della fede valdese dei suoi abitanti.
Da visitare il tempio, la scuola, la casa di Felix Neff,i forni del pane e il mulino.
Nella frazione si trovano due gites d'étape molto graziose dove è possibile pernottare. Ritornati al bivio alle porte del villaggio, si segue il bel sentiero che sale nel bel bosco di conifere con pendenza regolare fino ad un bivio a q. 2000 m. Prendere il sentiero di destra che sale per pascoli e rocce montonate fino al Lac Palluel a q. 2472.
Da qui con percorso pianeggiante si raggiunge un pianoro incredibilmente cosparso da centinaia di ometti di pietra(la sosta per costruirne uno è d'obbligo).
Un tratto in discesa conduce al lac Faravel a q. 2386.A questo punto il sentiero perde quota per circa un centinaio di metri, seguiti da un lungo traverso pianeggiante.Un ultimo tratto più ripido riconduce al bivio a q.2000 chiudendo l'anello.