Grand'Hoche e Guglia d'Arbour da Chateau Beaulard

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1380
quota vetta/quota massima (m): 2804
dislivello salita totale (m): 1424

copertura rete mobile
vodafone : 64% di copertura
tim : 77% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: BENGIA
ultima revisione: 05/08/10

località partenza: Chateau Beaulard (Oulx , TO )

punti appoggio: Rifugio Guido Rey, Bivacco Ugo Blanchetti al Passo dell'Orso

bibliografia: guida Alpi Cozie Settentrionali-CAI_TCI

note tecniche:
Lunga ma piacevole escursione in ambiente severo con bellissime vedute sulla Val di Susa.Seguire sempre la traccia, in particolare nella zona del Passo della Grand'Hoche per evitare di finire sulle ripide rocce del Passo dell'Orso che possono fuorviare soprattutto in discesa. Escursione sconsigliabile in caso di forte innevamento o di scarsa visibilità

descrizione itinerario:
Dal piazzale di Chateau Beaulard seguire il ripido sentiero che, in pineta, conduce al rifugio Guido Rey. Da qui due possibilità: la prima e più diretta, seguendo la vecchia pista da sci in direzione Sud che parte dritta alle spalle del Rifugio, si porta ai margini di un laghetto (osservatorio in legno Arca di Noè) proseguendo alla sua sinistra e poi con ampissime svolte (possibili tagli diretti su per il bosco di conifere) fino ad incrociare a quota m. 2000 circa il sentiero che proviene da Beaulard e che transita per il rifugio G. Rey (sentiero 702); la seconda, il sentiero 702, che si prende sempre alle spalle del rifugio ma a destra, evidente e ben segnalato, che piegando dapprima in direzione SW e poi Est, attraversando tutto il versante Arbour-G.Hoche, si ricongiunge sotto il roccione denominato Rocher de la Garde al precedente. A questo punto la traccia sale ripida con numerosi zig-zag fino a circa q. 2400 dove taglia nuovamente, in senso E-O le propaggini della P.Clotesse per poi arrivare, con una leggera discesa, al Passo della Grand'Hoche. Prestare attenzione ad alcuni punti particolarmente esposti e franosi (non sarebbe male che il CAI si preoccupasse di piazzare una corda fissa!).
Si risale su debole traccia il ripido versante E della Grand'Hoche fin sulla vetta da cui, proseguendo poco sotto la cresta sul versante francese, si raggiunge la Guglia d'Arbour in una quindicina di minuti. Bellissima vista sulla sottostante parete nord.

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Rey Guido (Rifugio) da Chateau Beaulard - (0 km)
Clotesse (Punta) da Chateau Beaulard, Versante est - (0 km)
Madonna del Cotolivier (Cappella) da Chateau Beaulard - (0 km)
Grand'Hoche e Guglia d'Arbour da Chateau Beaulard - (0 km)
Mulattiera (Passo della) da Chateau Beulard aPian del Colle per il Col des Acles - (0.2 km)
Foens (Forte) da Savoulx - (1.7 km)
Garde (Rocher de la) da Chateau Beaulard - (1.7 km)
Serre (Truc) da Beaulard - (1.8 km)
Rey Guido (Rifugio) da Beaulard, anello per San Giusto - (1.8 km)
Grand'Hoche da Beaulard, traversata ad Oulx per Passo dell'Orso e Passo Desertes - (1.9 km)
Vin Vert (Monte) da Savoulx per le Grange Roche - (2 km)
Seguret (Monte) da Signols per il Colle dell'Argentera - (2.7 km)
Rochers Charniers (Pointe des) e Pointe de Chalance Ronde da Pourachet per Punta Gardiol - (2.8 km)
Colomion (Punta) da Puy - (3.2 km)
Mulattiera (Punta della) da Puys - (3.2 km)
Rey Guido (Rifugio) da Puy per San Giusto, Rey e Refour - (3.3 km)
Lago (Rocca del) da Pourachet per Punta Gardiol e Passo Desertes - (3.3 km)
Clotesse (Punta) da Vazon o Pourachet per il Passo Desertes - (3.6 km)
San Giuseppe (Croce) da Vazon - (3.6 km)
Quin o Kin (Serre du) da Beaume - (4.2 km)
Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx - (4.3 km)
Lago (Rocca del) da Desertes per il Passo di Desertes - (4.3 km)
Pramand (Forte) da Oulx - (4.3 km)
Jafferau (Monte) e Monte Vin Vert da Oulx a Bardonecchia per il Colle Pramand - (4.7 km)
Sentiero dei franchi Trekking da Oulx alla Val Sangone (3-4 giorni) - (4.7 km)