Pierron (Rocher du) Les evades du Frioul

difficoltà: 6b+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 2350
sviluppo arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 500

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura

contributors: podina
ultima revisione: 24/06/10

località partenza: Chalets de Chambran (Pelvoux , 05 )

punti appoggio: Pelvoux

cartografia: IGN 1:25.000 Ecrins

bibliografia: Oisans nouveau oisans sauvage JM Cambon

note tecniche:
Parete dimenticata ed un pò inquietante posta nell'alto Vallone dell' Eychauda sopra il paese di Pelvoux.
Esisteva una via del '67 di Kelle, dal 2000 la parete è stata rivisitata in chiave più moderna e questa è certamente la via più bella, pur mantenendo una spittatura più allegra del solito (2**sulla guida Cambon e quindi utili qualche nuts e friens)ed un ambiente decisamente più severo che le pareti attorno ad Ailefroide (vallata parallela).
Spettacolari 4°,5°,7° e 8° tiro.

descrizione itinerario:
Avvicinamento: dal secondo parcheggino dopo gli chelets de Chambran si segue il comodo sentiero verso il bellissimo lago...si salgono le prime svolte ripide a destra, all'altezza di un caratteristico larice a sx. si sale direttamente per ripidi e delicati ghiaioni.Tenersi il più in alto possibile a dx, per poi traversare a sinistra solo alla fine (attenzione a eventuali cadute di sassi).1h.
Attacco: ometto e spit visibile in alto a dx di una grande colata nera e sotto la direttrice di un evidente pilastro verticale giallastro.
Corde da 50 obbligatorie.
Attenzione, alla prima sosta si và a sx. (facile) e non vs. lo spit in alto a dx. ( Via Jeunes Maries);
Il 3° tiro è delicato e un pò inquietante e permette tramite una grande cengia di portarsi nella zona di placche spettacolari.
Le soste sono sicure e permettono di giostrarsi bene anche in discesa e durante il recupero delle corde.
Attenzione se ci sono altre cordate..