Savoie (Aiguille de) - Torre rossa Le rouge e le noire

difficoltà: TD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 3200
quota vetta (m): 3500
dislivello complessivo (m): 300

copertura rete mobile
tim : 0% di copertura

contributors: podina
ultima revisione: 24/09/09

località partenza: Arpnouva (Orsières , Entremont )

punti appoggio: rifugio Dalmazzi

cartografia: IGN 1:25.000

bibliografia: Le guide di Alp - Le classiche di G.Bassanini

note tecniche:
La via è in alta montagna, bellissima e spittata da Motto/Piola (1995) in modo severo.
L'obbligatorio è 6a+, ma costituito da intere lunghezze di corda, salvo la prima tutte da 35/40 m. con al max 8 spit per tiro!Utili alcuni friends e nuts piccoli.
p.s. Ho inserito la presente scalata nel capitolo "alta montagna" per cercare anche di "alleviare" l'enorme calderone in cui stà finendo il l'"arrampicata". Vie di questo genere, ma come tante altre oramai inserite, richiedono una discreta esperienza, soprattutto per l'ambiente in cui si svolgono (alta montagna, ghiacciai molto crepacciati, ecc.) e che nulla hanno a che vedere con salite di arrampicata senza problematiche di avvicinamento (tipo Brianconnaise) o addirittura in falesia; occorrerebbe che tutti i relatori cominciassero a differenziare gli inserimenti ed aiutare ed informare correttamente i tanti fruitori di questo sito.

descrizione itinerario:
Avvicinamento: Dal rif. Dalmazzi (m. 2590) si prosegue per il sentiero che conduce al bacino glaciale del Triolet; dopo 15/20 minuti di cammino si punta decisamente ad ovest scavalcando una morena secondaria ed abbassandosi poi brevemente sul ghiacciaio.Si aggira a sx. la spalla che scende dalla cresta sud dell'Aiguille Savoie, si risale una ripida china di ghiaccio verde che conduce nella bellissima conca glaciale superiore, molti crepacci, a volte visibili solo all'ultimo momento (Attenzione!) circa 2 ore dal rif.
Arrampicata:
Salvo la prima su roccia un pò dubbia, sono tutti tiri eccezionali e molto sostenuti
L.1: 6a+ (roccia poco invitante all'inizio poi strapiombino faticoso)
L.2: 6a+
L.3: 6a+ (fessura iniziale, poi placche verticali leggermente vs. dx.)
L.4: 6a+ (superamento di placche verticali e piccoli tetti a destra)
L.5: 5b (unico tiro di respiro) facile
L.6: 6b (fantastico tiro su placche verticali e fessure svase...)
L.7: 6a+ (impressionante quanto fantastico, lame, fessure e piccoli strapiombi)
L.8: 5+

Discesa: in doppia sulla via, prestare qualche attenzione e non saltare nessuna sosta!