Ostanetta (Punta) Okstanett Plaisir

difficoltà: 6a+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Nord-Ovest
quota base arrampicata (m): 1900
sviluppo arrampicata (m): 330

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
vodafone : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: berni
ultima revisione: 22/08/10

località partenza: Rucas (Bagnolo Piemonte , CN )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.7 Val Pellice

bibliografia: Passaggio a Nord Ovest - Michelin-Oviglia

note tecniche:
Aperta dal basso da: M. Bernini, S. Latino, M.Piras nell’Agosto del 2007 e terminata lo 08/08/2008 da M. Bernini e M. Piras

difficoltà: ; TD; 6a+ max/6a obbl. S1+/II

materiale:
Via attrezzata con fix inox da 10mm.
Corda da 70m o mezze da 60m consigliate

Discesa: Doppie sulla via, da S9 volendo direttamente a S7

Salita su bella roccia salvo pochi metri all’inizio di L9 con qualche pietra instabile ma evitabile con un minimo di attenzione.
Prestare molta attenzione nella doppia da S9 a S7 evitando di appoggiarsi ai massi di cui sopra!
La chiodatura lascia quasi tutti i passi obbligatori ma non è distanziata....
Alla data dell’Agosto 2008 la strada è nuovamente percorribile in auto sino alla cava...30’

descrizione itinerario:
DESCRIZIONE
L1: salire il pilastrino e spostarsi a Sx, entrare nel diedrino e ribaltarsi subito in placca, piccola cengia e muretto, placca e traverso alla sosta, 6a. 30m

L2: muretto, placca e portarsi nel diedro, superare lo strapiombo e sostare, 6a. 30m

L3: diritti per pochi metri e ristabilirsi a Sx poi muro e placca fessurata, 6a. 35m

L4: seguire tutta la placca sino al grande arco, superarlo a Sx, fessurine e traverso a Dx, sosta, 6a. 35m

L5: passare lo strapiombino sopra la sosta e seguire lo sperone sino alla sosta, 5c. 35m

L6: spostarsi a Dx, superare una bella placca gialla e in obliquo a DX, sosta con anello facoltativa (utile per un’ evventuale doppia fosse bagnata la parte seguente) continuare per muretti alla cengia alberata, 5c. 35m

L7: placche e tettino, 5c+. 35m

L8: traversare a SX sotto un marcato tetto, cordino penzolante, superare uno strapiombino e per placche alla sosta, 5c, 30m

L9: traversare a Dx e portarsi sotto la fessura, superarla, 6a+, salire sotto uno strapiombo, allungare i rinvii, e aggirarlo da Sx a Dx, 30m

L10: scalare la bella placca nera e verticale sino in punta la torrione, 6a. 20m.

Note: Salita su bella roccia salvo pochi metri sotto la fessura di L9 con qualche pietra instabile ma evitabile con un minimo di attenzione.

Prestare molta attenzione nella doppia da S9 a S7 evitando di appoggiarsi ai massi di cui sopra!

La chiodatura lascia quasi tutti i passi obbligatori ma non è distanziata....