Colbricon (Piccolo) da strada Passo Rolle

tipo itinerario: altro
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1630
quota vetta/quota massima (m): 2511
dislivello totale (m): 881

copertura rete mobile
vodafone : 53% di copertura
tim : 86% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: matte978
ultima revisione: 22/01/10

località partenza: Paneveggio (San Martino di Castrozza , TN )

cartografia: Tabacco 1:25.000 foglio 22 Pale di San Martino

bibliografia: Gionco-Malusardi: dallo Stelvio a S.Candido

note tecniche:
Gita ad una vetta molto panoramica del Gruppo del Lagorai al cospetto delle Pale di San Martino.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio posto a q. 1630 della strada per Passo Rolle, ca. 1,5 km oltre il Centro Visitatori del Parco di Paneveggio, imboccare la strada forestale Corradini che si inoltra nella bella foresta di Paneveggio in direzione della Malga Colbricon. In lieve ascesa, seguendo la strada, si giunge in ca. mezz’ora presso un casotto del parco (1700 ca.). Da qui si continua a seguire la strada forestale che si dirige verso la Malga Cobricon: giunti presso una radura si ignora l’indicazione per la malga e si prosegue invece di fronte a noi, sulla sx orogr. di un modesto impluvio. Entrati così nel fitto bosco si avanza in lieve ascesa fino ad uscirne poco sotto la Malga Colbricon (1838) alla base di un ripido pendio alberato e con numerosi affioramenti rocciosi (0.45 min). Si sale inizialmente sulla nostra destra, presso il margine del bosco e giunti sotto una barra rocciosa si traversa con qualche cautela a sinistra per aggirarla e dirigersi poi nuovamente verso destra fino ad uscire dal pendio e proseguire poi nuovamente nel bosco. Si prosegue quindi nuovamente verso sinistra per entrare nel vallone sottostante Cima Stradon (2328). Senza entrare al centro del vallone si risale sulla sinistra orografica (bosco rado) evitando le pendenze più ripide sottostanti Cima Stradon per uscire poi su terreno più aperto (2200 ca.) (1.45 h) Si rimontano alcuni dossi e si giunge in vista della cima cui si perviene appoggiandosi gradatamente sulla cresta NE che si segue facendo attenzione alle cornici fino all’ometto del Piccolo Colbricon (2511) (2.30 h). .
Discesa per lo stesso itinerario.