Grigna settentrionale o Grignone Canalone Ovest

difficoltà: AD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1400
quota vetta (m): 2409
dislivello complessivo (m): 2000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: brozio ziocharli
ultima revisione: 30/12/14

località partenza: Somana o rif.cainallo (Mandello del Lario , LC )

punti appoggio: Rifugio Bietti-Buzzi

vedi anche: http://www.montagnavissuta.it/grignone.htm

accesso:
Raggiungere il paese di Esino Lario (LC) e seguire le indicazioni per Cainallo. Arrivati al rifugio Cainallo (presso il quale è possibile acquistare biglietti "gratta&sosta"), proseguire verso l'Alpe del Vò di Moncodeno (circa 1400 mt) sino a raggiungere una distesa d'erba dov'è possibile parcheggiare.
Da qui imboccare il sentiero nr. 25 per il rifugio Bogani ed abbandonarlo ad un bivio prendendo il sentiero nr. 24 per il rifugio Bietti-Buzzi che sale sino alla Bocchetta di Prada (o passo della Val d'Era - 1620mt circa).
In estate tutto il percorso si svolge su un buon sentiero; con la neve la situazione è molto variabile.

note tecniche:
Attrezzatura da alpinismo invernale. A seconda delle condizioni possono essere utili un paio di chiodi da roccia o due friend medio-piccoli.

descrizione itinerario:
Dal rifugio Bietti-Buzzi si prosegue in piano o in leggera salita fino a prendere l'indicazione per la Via del Caminetto; dopo aver superato un boschetto abbandonare il sentiero principale e salire per bei pendii (circa 30°) in direzione della bastionata.
Il Canalone Ovest sale tra due grossi pilastri con base triangolare che formano una V piuttosto evidente. La traccia d'accesso al canale non è obbligata; indicativamente ci si tiene dapprima sulla sinistra per pendii di neve (30°/35°) fin quasi sotto le rocce, poi si traversa (sempre salendo) verso destra fino ad entrare fino ad entrare nella V del canale superando facili roccette. (2150mt circa - ore 1/1,30).

Si segue ora il canale, stretto ma molto bello, fino ad una fascia di roccia presso un masso incastrato. Superata (II) la fascia (ci dovrebbe essere un chiodo alla base), si prosegue lungo il canale ora più ripido (ci sono tratti a 50°) fino al largo imbuto finale.
Ci si sposta verso sinistra e, se le condizioni lo permettono, si può uscire direttamente sulla ringhiera che "protegge" il passaggio tra il Rifugio Brioschi e la Cappelletta. Eventualmente è possibile proseguire verso sinistra uscendo sulla cresta di Piancaformia oppure a destra bucando la cornice sommitale.

DISCESA
Lungo la via normale (Via della Ganda) fino al Rifugio Bogani. Da qui al Vo' di Moncodeno. Generalmente si trova una traccia molto evidente.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale