Partia d'Amount (Cascata)

difficoltà: III / 3+   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Est
quota base cascata (m): 1800
sviluppo cascata (m): 280
dislivello avvicinamento (m): 577

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: rosannadidi
ultima revisione: 23/09/10

località partenza: Villanova Pellice (Bobbio Pellice , TO )

punti appoggio: Rifugio Willy Jervis alla Conca del Prà 1736 m

cartografia: Fraternali 1:25000 n.7 Val Pellice

bibliografia: Ghiaccio dell'Ovest - G.C.Grassi

note tecniche:
soste con spit e catene

descrizione itinerario:
si percorre tutta la conca del Pra' fino alle grange di Partia d'Amount, le si supera e dopo una 50ina di m in prossimita' di un masso, si svolta nettamente verso dx: la cascata e' subito visibile.
L1: 40m, 2, in pratica un tiro di trasferimento alla sosta (sulla dx)
L2: 50m, 3+, un largo muro affrontabile con diverse pendenze, poi spiana e ci si dirige a sx alla base della candela successiva, dove c'e' la sosta un po' incassata sotto la roccia...probabilmente c'e' una sosta anche tutto a dx.
L3: 40m, 4, una bella candela di una 20ina di metri che parte a 90°, oppure si traversa decisamente a dx per aggirarla, su un muro piu' facile (3, 70-80°), ritornando poi sulla verticale della candela: in questo caso le corde da 60 sono marginali
L4: dalla sosta precedente bisogna fare un trasferimento di una 30ina di metri nel canale per passare alla catena successiva, sul fianco dx, altrimenti le corde non bastano per il tiro successivo
L5: +60m, 3+: muretto iniziale impegnativo, poi si abbatte e fa risalti piu' lievi, fino ad una sosta incassata sotto le rocce (difficile da individuare in caso di molta neve, ma comunque e' alla base di una caratteristica goulottina di pochi metri incassata tra le rocce; in ogni caso con le corde da 60 bisogna fare gli ultimi metri in conserva
L6: +60m, 2+: goulotte incassata, breve ma divertente, poi pendio innevato, poi risalto finale a 70° per uscire sul pendio terminale

Discesa: si percorre la traccia verso dx, che passa sopra la spalla che sovrasta il canale della cascata e quello adiacente, e poi immette con discesa ripida in un canalone piu' ampio che sfocia poco a valle delle grange; attenzione in caso di neve abbondante