Sciguello (Monte) da Sciarborasca, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: Quadrato rosso pieno, Tre pallini rossi
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 220
quota vetta/quota massima (m): 1103
dislivello salita totale (m): 883

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 93% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: LuCiastrek
ultima revisione: 26/05/18

località partenza: Sciarborasca (Cogoleto , GE )

punti appoggio: Sciarborasca e Rifugio Pra Riondo

cartografia: 100 Gite in Liguria - Ed il Secolo XIX 1992 -- IGC Genova Varazze Ovada n°16

bibliografia: 100 Gite in Liguria - Ed il Secolo XIX 1992

accesso:
Arrivando da Genova attraversare il paese di Cogoleto fino a trovare le indicazioni per Sciarborasca, si sale per circa 4.5 chilometri poi si trovano le indicazioni per Sciarborasca centro e la chiesa, ampio posteggio sulla piazza San Ermete..

note tecniche:
Si suggerisce di partire dalla piazza perché se si vuole chiudere l'anello è il posto più logico, è anche possibile partire dalla lacalità Nasciu, salendo con l'auto circa 900 metri di strada asfaltata, percorrendo via Costa dei Prati e poi via Pratorotondo, la stessa che si fa salendo a piedi. Se si volesse compiere il giro ad anello al ritorno scendendo dal Sciguello, una volta superato il bivio per cima Fontanaccia e monte Rama a quello successivo prendere il sentiero a sx segnavia Rombo rosso vuoto, si passa sotto il Bric del Orso lato est poi si transita vicino a Rocca dei Nespoli quindi si guada il rio Scorza per poi giungere dopo una mezzora ad una costruzione in cemento dove inizia un tratto di strada asfaltata, più in basso si gira a dx su sentiero sempre ben segnalato e si arriva sulla strada che conduce a Sciarborasca; sono circa 800 metri di asfalto, si percorre via Arma poi si seguono le indicazioni (per Sciarborasca,chiesa) e si ritorna alla piazza San Ermete. Bella escursione in ambiente aperto, con il mare alle spalle e la tipica vegetazione delle montagne liguri, splendido dopo nevicate, dalla vetta vista sulla Corsica e sulle Alpi Marittime. Percorso facile, sempre ben segnalato, salendo a Pratorotondo e seguendo l'Alta Via verso est si arriva alla Casa della Miniera (fonte acqua) sotto la stessa c'è la Cappella degli Alpini, e un sentiero che riporta sulla via dell'andata.

descrizione itinerario:
Dalla piazza si sale alla sx della chiesa poi si prende via Pratorotondo (c'è anche un cartello segnaletico con indicazioni Casa Miniera e segnavia quadrato rosso) in breve si giunge in località Nasciu, si segue la strada sterrata che poi diventa sentiero di pietre, si passa dalla fonte Montebello e dopo un lungo percorso panoramico si giunge alla deviazione per Rama Fontanaccia (palina), si prosegue su segnavia quadrato rosso si supera la deviazione per la Cappella Alpini fino a giungere alla deviazione di Rocche di Vattegasca, si lascia il segnavia quadrato rosso e si prosegue a sx, ora bisogna seguire i tre pallini si passa in un bel bosco di faggi e poi si salgono gli ultimi metri su terreno aperto fino alla panoramica cima.