Sueur (Rocce della) Inattesa Sorpresa (Cascata dell')

difficoltà: II / 4+   [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota base cascata (m): 1700
sviluppo cascata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura

contributors: thebaz
ultima revisione: 04/02/10

località partenza: Pian del Colle (Bardonecchia , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.1 Alta Valle di Susa

note tecniche:
prima salita: Massimo Bazzetta e Massimo Giuliberti il 5.01.2008
tempo di avvicinamento: h 1

accesso:
Lasciare l’auto all’estremità superiore del Pian del Colle, in prossimità del campeggio, laddove nel periodo invernale termina la carrozzabile (accesso sin qui sempre garantito da servizio sgombero neve).
Incamminarsi in direzione SE (lato opposto della strada rispetto al campeggio), costeggiando il versante boscoso.
In breve si raggiunge il margine dx della pista di fondo, che si segue per alcuni metri sino a reperire un’evidente stradina sulla dx che si inoltra nel bosco.
Seguire la stradina sino al suo termine, per poi proseguire sulla sponda sx idrografica del torrente, lasciando a sx due evidenti briglie idrauliche in cemento, e infine nell’alveo incassato. Al termine della strozzatura la valletta si amplia e si biforca: prendere il ramo di dx puntando al Canale della Grotta, sormontato da evidenti pinnacoli giallastri (visibili anche da Pian del Colle). Il pendio diviene ora decisamente più ripido e il primo salto della cascata appare evidente sulla dx del canale.

NOTA: corde da 60m indispensabili (a meno di voler spezzare la continuità del secondo tiro con scomoda sosta su ghiaccio).
La cascata è sormontata da ampio canalone, pertanto potenzialmente pericolosa in caso di innevamento abbondante o precarie condizioni nivologiche.
Data la limitata frequentazione dell’itinerario d’accesso alla cascata, racchette da neve o sci possono risultare utili.

descrizione itinerario:
L1: 25m, 80/85° con tre metri verticali in uscita. Segue cengia ascendente di 10m. S1 a spit con maillon sulle rocce a sx.
L2: 60m, bella goulotte a 85° con passi a 90°. S2 a dx spit+maillon poco più basso a sx dei chiodi da roccia della prima salita (possibile copertura di neve). Fine delle difficoltà.
L3: 30m. Entrare agevolmente nell’anfiteatro roccioso prospiciente, apparentemente privo di sbocchi, per reperire sulla sx ancora un breve e facile tratto ghiacciato (10m, 60/70°), che immette nel canalone sovrastante, da dove si raggiunge S3 su pino a dx.

discesa: in corda doppia da 60m.