Antimedale - Pilastro Irene Sogni proibiti

difficoltà: 6b / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
sviluppo arrampicata (m): 110

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: jack_omino ziocharli
ultima revisione: 03/01/08

località partenza: Rancio (Lecco , LC )

cartografia: Pietro Corti Arrampicate in grignetta e medale

bibliografia: Pietro Corti Arrampicate in grignetta e medale

note tecniche:
Via molto bella e ottimamente protetta a resinati e chiodi.
Forse poco ripetuta a causa dell'accesso laborioso.
Roccia ottima.
Portare 14 rinvii e qualche dado/friend. 2 mezze corde da 55m.

descrizione itinerario:
AVVICINAMENTO
Da Lecco prendere la vecchia strada per la Valsassina. Superato un ponte sul torrente svoltare a sinistra (Via Quarto) in corrispondenza del primo tornante verso destra e parcheggiare l’auto vicino al cimitero di Rancio.
Quindi seguire le indicazioni per la ferrata Alpini alla Medale. Si sale per comoda strada asfaltata fino ad una sbarra. Si prosegue raggiungendo in breve le reti paramassi.
Da qui seguire a sinistra la strada sterrata fino a incontrare nuovamente i cartelli per la ferrata.
Prendere il sentiero che sale ripido nel bosco, passa in mezzo ad altre reti paramassi fino a sbucare su un ghiaione.
Salire il ghiaione per evidenti tracce (il sentiero in piano conduce alla ferrata) giungendo alla base della parete in prossimità dell'attacco della "Via degli Istruttori" (scritta sulla roccia).

Salire i primi due tiri della "Via degli Istruttori" (L1 III, L2 V- e fare sosta sulla destra). Da qui (scritta "Stelle Cadenti"), uscire a destra per una cengetta rocciosa e quindi per tracce su terreno insidioso molto cedevole. ATTENZIONE A NON GENERARE FRANE.
Dopo una cinquantina di metri si sale il canale detritico puntando all'evidente grotta con edera. La via attacca alla sua destra (terreno insidioso in tutto il canale).

DESCRIZIONE
L1 35m 5c: fessura leggermete strapiombante faticosa e quindi aereo traverso su buone prese.

L2 20m 6b/+: si sale pochi metri per un vago diedro e quindi si attraversa a sinistra con passo delicato per poi rispostarsi a destra su placca poco appigliata.

L3 25m 6a: si sale per placca per muretti e qualche pancia alla S3 (in alternativa è possibile salire a sinistra della placca con difficoltà minori).

L4 30m 6a+: Si prosegue leggermente a sinistra per una fantastica placca a buchi e si supera lo strapiombino finale con passo atletico. Si sale per rocce più facili fino alla sosta che rimane sulla destra.

N.B. si possono unire i due tiri L3 ed L4 senza grossi attriti (non rinviare la S3); la corda arriva al pelo.

DISCESA
Dalla sosta andare a destra per facili roccette e quindi salire il canaletto detritico aiutandosi con le piante fino a raggiungere i cavi della ferrata. Da qui tre possibilità:
1) scendere pochi metri e fare una via al Medale (zona spigolo Bonatti) e quindi rientrare dal sentiero 56.
2) scendere alla base dell'Antimedale dalla ferrata (attenzione nei week end la ferrata è molto frequentata da gente che sale in cima al Medale)
3) salire in cima al Medale dalla ferrata e da qui scendere col sentiero 56

NB: tutte le soste sono attrezzate per la calata in doppia. ritengo comunque sconsigliabile questa soluzione (salvo emergenze) dato che si sarebbe costretti a ripetere il traverso su terreno cedevole fatto in salita.