Nera (Punta) Canale ad angolo

tipo itinerario: canale
difficoltà: / 4.1 / E2   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 2750
quota vetta/quota massima (m): 2750
dislivello totale (m): 1300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: fedeneg
ultima revisione: 28/12/07

località partenza: Bivio valle Frejus - valle Rho (Bardonecchia , TO )

bibliografia: Ripido! - 180 linee di discesa tra Monviso e Gran Paradiso

note tecniche:
Bell'itinerario da fare preferibilmente in traversata con panorama stupendo sulla parete dei Re Magi in salita ed ambiente severo in discesa, al cospetto dell'imponente parete sud della punta Nera.
Il canale non è tecnicamente difficile ma merita per la lunghezza della discesa, oltre 350 metri prima di congiungersi col canale che scende dalla sud della punta Nera e 600 metri in totale. Il valloncello che segue fino alla strada del Frejus è sempre stretto ed incassato, l'ambiente è garantito fino al fondo.
Discesa da intraprendersi con condizioni di neve sicure e non troppo abbondanti, con temperatura bassa e preferibilmente in inverno, in quanto il terreno su cui si scia raccoglie tutte le scariche e le valanghe provenienti dalle pareti e dalle cascate di ghiaccio circostanti.

descrizione itinerario:
Salita: dal bivio della strada valle Frejus-valle Rho (1440 m)seguire la stradina innevata fino alle grange della Rho (1600 m). Appena dopo le grange rislaire i pendii nevosi sulla destra spostandosi in diagonale verso la cima della Blave.
Raggiunta la stradina militare oltre quota 2000 seguirla per un tratto in lieve salita per risalire, nel punto migliore, un ripido costone che conduce dapprima ai ruderi di una postazione della guerra mondiale, quindi alla cima della Blave (2667 m).
Da qui proseguire per cresta su terreno sassoso, talvolta presenti scisti scivolosi, per raggiungere e superare una punta di sassi sul costone che unisce la Blave alla punta Nera e pervenire ad una selletta da cui parte il canale.
Discesa: entrare nel canale e scendere un primo tratto intorno ai 40°-45° esposto a nord est, incassato tra le pareti di scisti neri degli avancorpi della parete sud della punta nera.
Dopo un centinaio di m. la pendenza molla (40°) ma l'ambiente circostante rimane unico. Ancora più in basso il canale si allarga e si unisce con quello sud est che scende lalla punta Nera (35°, q. 2380 m).
Da qui il canale assume un orientamento sud est e rimane sui 35° fino allo sbocco, a circa 2150 m.
Da qui si prosegue per uno stretto canyon fino ad incontrare, intorno ai 1950 m, un primo salto artificiale da aggirare a sinistra. Poco sotto un secondo salto artificiale si aggira ancora a sinistra, mentre l'ultimo salto, appena prima della strada, si aggira a destra con brecve risalita nel bosco.
Raggiunta la stradina della valle del Frejus, seguirla in discesa fino a ricollegarsi con il punto di partenza.