Rio Gentira (Cascata del)

difficoltà: III / 3   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Est
quota base cascata (m): 1950
sviluppo cascata (m): 110
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
vodafone : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: chrtur
ultima revisione: 13/12/07

località partenza: Ponte Terribile (Sauze di Cesana , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.2 Alta Valle di Susa Alta Val Chisone

bibliografia: Ghiaccio dell'Ovest - G.C.Grassi

accesso:
Da Cesana (o da Sestriere) si raggiunge Sauze di Cesana, che si supera proseguendo in direzione Sestriere per alcune centinaia di metri fino ad un bivio in discesa sulla destra. Si raggiunge quindi il Ponte Terribile, dove la strada è chiusa nel periodo invernale (a inizio/fine stagione è una sterrata in discrete condizioni, generalmente percorribile con ogni tipo di auto).
In base alla stagione e all'innevamento, il punto di partenza può variare tra il Ponte Terribile (pieno inverno) fino ad Argentera.
Percorrere la valle Argentera fino a Brusà del Plan (possibilità di salire in macchina in assenza di neve).

note tecniche:
Veramente bello è l’ambiente di questa cascata incastonata fra le rocce, ricorda molto da vicino lo stile di alcuni itinerari di alta quota.
Le difficoltà sono moderate, l’accesso facile e veloce (se si sale in auto).

ATTENZIONE: tutto il versante presenta un altissimo rischio di slavine anche in presenza di poca neve. Da evitare assolutamente nei periodi di precipitazioni nevose accompagnate da vento per formazione di placche sui pendii superiori.

descrizione itinerario:
Si inizia risalendo uno stretto canale nevoso con un breve tratto ripido che da accesso alla base della colata, poi si prosegue con due lunghi tiri di corda di circa 60 m, ma la lunghezza della colata è in funzione del grado di innevamento.
C'è una sosta su roccia a sx, un'altra sulla dx dove il colatoio svolta a sx e l'ultima in alto nuovamente sulla sx. Soste a fix (tranne l'ultima chiodo+spit) e cordoni ma un po' datate.
Discesa in doppia, oppure usciti dalle difficoltà salire ancora per il canale nevoso poco ripido e appena possibile uscire a sinistra, dove c'è la possibilità di scendere un valloncello che facilmente riporta alla base, poco più a monte.