Nona (Monte) Via Camera con giardino con vista

difficoltà: 7a / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 1100
sviluppo arrampicata (m): 200

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pardes_18
ultima revisione: 18/02/10

località partenza: Stazzema (Stazzema , LU )

punti appoggio: Rif. Forte dei Marmi

cartografia: Guida dei Monti d'Italia, E.Montgna, A.Nerli,A.Sabbadini, Alpi Apuane

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia, E.Montgna, A.Nerli,A.Sabbadini, Alpi Apuane

note tecniche:
Via sportiva sulla ostile parete del Nona, ottime protezioni a spit e difficoltà obbligatorie contenute nonostante la libera integrale sia molto difficile. Non servono protezioni veloci. Il percorso non è indipendente ed originale dato che nella seconda parte tange la vecchia fessura “Barsi Simonetti”.

descrizione itinerario:
Avvicinamento: Dal Rif. Forte dei Marmi prendere il sentiero Bruni in direzione del Procinto. Dalla piazzola panoramica prima del ponticino individuare la lapide in memoriam di Allegri e puntarla senza indugio.
L1. Dalla celebre lapide marmorea che segna la partenza di “Fantastica” si prende una evidente serie di spit gialli a sinistra. Roccia umida per le tipiche infiltrazioni di acqua che caratterizzano la parete. Poi si attacca un diedro fessura strapiombante, procedere con cautela. Uscita in placca con comoda sosta 25m 6c;
L2. Arrampicata più tecnica su roccia migliore e ottime protezioni, 25m 7a;
L3. Ancora una seri di belle placche interrotte da un piccolo tetto, 50m,6b;
L4. Si arriva su una cengia mediana, sulla quale giunge anche la “Barsi Simonetti” e si traversa camminando in salita verso un’altra serie di placche,40m, III/IV;
L5: Ora il nuovo tracciato costeggia la “Barsi” prendendo in pieno le difficoltà delle placche, a destra si notano affogati nell’erba i vecchi chiodi della fessura,30m, 7a;
L6: Ultima placca levigatissima, di difficile superamento in libera, la chiodatura consente un agile e veloce A0, poi la struttura abbatte fino al termine delle via, 40m, A0/Ae/6a;

Discesa: La relazione originale riporta una discesa a piedi dalla vetta su infido terreno, non provata personalmente, oppure la calata in doppia, con le dovute precauzioni, lungo l’itinerario di salita.