Mendrisio (Alpe) - Stazione Bellavista

difficoltà: MC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 430
dislivello salita totale (m): 800
lunghezza (km): 1230

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

ultima revisione: 05/05/09

località partenza: Castel San Pietro (Castel San Pietro , Mendrisio )

punti appoggio: all'arrivo alcuni crotti e ristorante

cartografia: Mountain bike in Lombardia e Canton Ticino

bibliografia: Mountain bike in Lombardia e Canton Ticino

note tecniche:
L'itinerario è una "variante" rispetto a quello più classico che sale a Bellavista partendo da Mendrisio.
In zona ci sono diverse possibilità anche di percorsi alternativi in discesa.

descrizione itinerario:
La partenza avviene dal paese di Castel S.Pietro 3 km dopo Mendrisio, comodo parcheggio al centro scolastico. Attraversare il paese e prendere la strada in salita per Obino.
Poco prima di una curva si trovano i tipici cartelli escursionistici svizzeri, seguire per Caviano.
Prendere la strada sterrata con pendenza costante ( 5 km circa al 10%) sino alla frazione di Caviano. Successivamente la mulattiera prosegue praticamente in piano, costeggiano il monte Dosso Bello sino ad arrivare ad una radura con le indicazioni per la Grassa (sulla destra), proseguire dritto per il grotto La Balduana, monte Generoso.
All’altezza dell’agriturismo Balduana si incrocia la strada asfaltata, proseguire per Alpe Bellavista e da qui alla stazione di arrivo della funicolare.
Dalla stazione è possibile proseguire sino al belvedere (5 minuti di sentiere in piano), da cui si gode uno stupendo panorama sul lago di Lugano, sulle montagne del Malcantone ed in lontananza il M.Rosa ed alcune cime del Vallese.
In discesa ritornare sino alla radura con le indicazioni per La Grassa. Seguire uno stretto sentiero sulla destra (cartello indicatore per mb) che porta sino al paese di Cragno. Da qui seguire le indicazioni per Somazzo e Salorino.
La discesa avviene all’interno di un bosco di faggi e betulle su di un sentiero pedalabile ma con sassi e radici sporgenti.
Dal paese di Salorino riprendere la strada asfaltata per Castel S. Pietro.