Erto No Big: vie di più lunghezze

L'itinerario

difficoltà: 6b / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
sviluppo arrampicata (m): 70

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: necederemai
ultima revisione: 27/09/08

note tecniche:
Raggiungere la falesia di Erto salendo da Belluno in direzione Longarone fino alla diga del Vajont.
La palestra di roccia non è il settore strapiombante ma quello più accessibile agli esseri umani composto da un pò di tutto - placche, muri e strapiombi-.

descrizione itinerario:
Erto NO BIG,però, non è solo una palestra di monotiri.

E' anche possibile percorrere diverse vie di due o tre lunghezze nel settore delle placche - il settore che sulla guida ha le vie numerate per internderci-.

Propongo qui solo le due più interessanti sperando di fare cosa gradita.
Non è insolito, nelle giornate di bel tempo, godere dalla sommita delle due vie di un panorama davvero affascinante sulla diga e sul monte Toc.
I fotografi incalliti sono avvisati!

Le due vie sono:

- TEST SE NON PASSI QUI VENDI TUTTO: si tratta del nome del primo tiro ma come ben si può notare dal vivo non è necessario partire da esso per congiungersi alla seconda lunghezza - ma la consiglio-.
L1 5+ placca ben protetta e divertente
L2 6B diedro strapiombante nella prima sezione e fessura nel secondo tratto.


- VIA N° 1-2: attacco alla via n 1 o 2 indifferente.
L1 6A placca, tettino e muretto fino in sosta.
L2 5+ muro articolato. Molto bella la prima parte piuttosto delicata.
La via è protetta a spit più sportivamente del resto del comprensorio ma non mette mai a disagio.