Grigna meridionale o Grignetta Pilone centrale Via Zucchi

difficoltà: 4
esposizione arrampicata: Nord
sviluppo arrampicata (m): 190
dislivello avvicinamento (m): 650

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: manzinik
ultima revisione: 14/05/09

località partenza: Pian dei Resinelli (Abbadia Lariana , LC )

punti appoggio: Il bivacco in testa alla Grignetta (sei posti) il Rifugio Porta

note tecniche:
Piacevole arrapicata sullo spallone centrale della Grigna Meridionale.
La via è stata aperta nel 63, la difficolta massima è nel secondo tirocon un passaggio di IV+.
La recente richiodatura ne fa un itinerario ben frequentato. Tutte le soste sono attrezzate con 2 fittoni da collegere.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio dei Piani Resinelli seguire le indicazioni per il Rifugio Porta.
All'inizio vi è un tratto di ripida salita su strada asfaltata, poi, senza arrivare al rifugio, dove la strada piega a destra (vi è anche una sbarra) proseguire dritto per sentiero.
Salire lungo il sentiero fino ad incontrare una palina del C.A.I. Prendere il sentiero di sinistra (n. 8) denominato "Direttissima".
Questo sentiero (in parte attrezzato con catene e scalette) taglia il versante meridionale della Grigna.
Oltrepassare il gruppo del Fungo (che resta sulla sinistra, verso valle) e giungere poco dopo al canalone Angelina (o di Val Tesa).
Abbandonare il sentiero e risalire nel canalone seguendo i bolli. Superare 2 serie di catene e poi seguire un sentiero a destra. Percorrerlo superando nuovamente tratti attrezzati fino ad un bivio con palina. Seguire verso destra per il sentiero Cecilia.
Poco oltre un canale ed una curva (fune metallica) risalire per erba fino allo spigolo dello spallone.
Su un masso sulla curva c'è la scritta "spallone" con freccia, e all'attacco c'è un fittone con la scritta "Via Zucchi".

1° tiro:
Strapiombino iniziale delicato, poi per rocce più semplici stando a sinistra dello spigolo. 50 Mt., IV°, III°, 3 fittoni.

2° tiro:
Dalla sosta salire a destra puntando ad un diedro che termina sotto un tettino. Risalire la parete leggermente a destra del diedro e sotto il tetto traversare a sinistra. Poi proseguire obliquando a destra fino in sosta. 40 Mt., IV°, IV+°, 2 fittoni, 2 chiodi.

3° tiro:
Salire alcuni metri verticali e poi traversare a sinistra fino lo spigolo. Seguirlo fino in sosta. 35 Mt, III°+, 2 fittoni.

4° tiro:
Per facili e divertenti rocce fino alla sosta successiva, seguendo la cresta. 30 Mt, II°.

5° tiro:
Salire la placca, portandosi a sinistra dopo il primo fittone. Sosta posizionata del canale detritico a fine via. 40 Mt., IV°, III°, 3 fittoni.

A questo punto la via è finita. Procedere in conserva lungo il sentiero (leggermente a destra rispetto all'uscita della via) che porta in prossimità del "Canalone della lingua". Da qui si è sulla Cresta Segantini, seguirla fino ad un intaglio, ove si scende alcuni metri con facile arrampicata (II°). Risalire poi sulla parete di fronte con un ultimo tiro di corda. 35 Mt., III°+, 3 fittoni.
Discesa
Seguire il facile e segnalato sentiero della "Cresta Cermenati" che in circa 1 ora posta ai Piani Resinelli.