Sustenhorn dalla Tierbergli Hutte

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2093
quota vetta (m): 3503
dislivello complessivo (m): 1410

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: lucabelloni
ultima revisione: 10/10/07

località partenza: parcheggio a monte della località Steingletscher (Steingletscher , Oberhasli )

punti appoggio: Tierbergli Hutte (2.795 metri)

note tecniche:
bella gita, abbastanza breve e senza grosse difficoltà tecniche. Il panorama dalla vetta spazia a 360° sulle Alpi e sulla pianura Tedesca verso Nord. A giudicare dai pendii è un’ottima meta scialpinistica.

descrizione itinerario:
Accesso: seguire l’autostrada del Gottardo, superando il tunnel omonimo, fino all’uscita di Wassen. Da qui salire al Susten Pass (2.224 metri) e scendere brevemente sul lato opposto fino alla località di Steingletscher. In corrispondenza di un tornante a destra, prendere una stradina asfaltata per percorrere la quale è necessario pagare un pedaggio (5 FFS per il primo giorno + 1 FFS per ogni giorno successivo al primo). Superato un lago, si arriva fino al termine della stradina dove si lasciano le auto in un comodo parcheggio (2.093 metri).

Salita: dal parcheggio imboccare il sentiero che parte sulla sinistra della strada attraversando un ponticello (cartello indicatore di colore giallo) e consente di prendere immediatamente quota con una serie di tornanti. Dopo un piccolo pianoro, si affronta un tratto caratterizzato da delle fasce rocciose superabili con alcuni passaggi di facile arrampicata (I grado), alternati a tratti più semplici. Il percorso da seguire è comunque sempre molto evidente grazie ai moltissimi segnavia bianchi e azzurri. In circa 2 h si raggiunge la Tierbergli Hutte, posizionata su uno sperone roccioso con un panorama molto esteso.
Dal Rifugio ridiscendere in pochi minuti sul ghiacciaio sottostante e attraversare verso Sud il lungo pianoro alla base del Gwachtenhorn. Al termine del pianoro si affronta un breve tratto un po’ più ripido che passa di fianco ad una enorme seraccata e immette ad un altro tratto quasi pianeggiante che porta ad una ampia sella posta a circa 3.100 metri. Da qui si svolta decisamente verso Est e si affronta il pendio finale che, con qualche tratto un po’ più ripido (max 30°) porta alla vetta (2 h 30 – 3 h dal rifugio).

Discesa: seguendo l’itinerario di salita