Castellus o Bars d'la Tajola e Punta Castelluzzo da Bonnet, concatenamento

difficoltà: 6b / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1100
sviluppo arrampicata (m): 220
dislivello avvicinamento (m): 250

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 40% di copertura
3 : 100% di copertura

contributors: maxgastone
ultima revisione: 23/05/09

località partenza: Bonnet (Torre Pellice , TO )

punti appoggio: Alberghi Torre Pellice

vedi anche: http://digilander.libero.it/fiorenzomichelin

accesso:
A monte del paese di Torre Pellice prendere a destra la strada per la borgata "Coppieri"; appena oltrepassata la chiesa, svoltare a sinistra e proseguire fino alla borgata "Bonnet".
Lasciare l'auto prima delle case, poi dal centro della borgata, prendere a sinistra il sentiero per la Punta Castelluzzo (indicazioni). Dopo un tratto pianeggiante e alcuni tornanti il sentiero si immette in una strada sterrata .
Seguire la diramazione della strada che sale verso destra e passa al di sopra di una baita abbandonata; 50 metri circa dopo la baita, abbandonare la strada e salire direttamente nel bosco (tracce di sentiero / ometti) fino alla base della parete (40 minuti di marcia).

note tecniche:
Il concatenamento delle vie del Bars d’la Tayola con il nuovo itinerario aperto sulla Punta Castelluzzo consente di effettuare una bella e varia arrampicata e di raggiungere uno dei migliori punti panoramici della Val Pellice.
Per la bassa quota e l’esposizione a sud, la via è consigliabile specialmente nel tardo autunno o in inverno.

Sulla placche del primo salto, esistono altre 3 vie attrezzate; la più difficile è quella di destra con difficoltà di VI+ e un passo di A0).
Consigliato lasciare lo zaino o direttamente alla macchina o dove inizia il sentiero nel bosco per agevolare le operazioni di recupero dello stesso.

descrizione itinerario:
Si superano al centro le belle placche inclinate del primo salto (5b), attaccando in corrispondenza di un' evidente fessura che sale verso destra.; dalla sommità della placconata si attraversa poi scendendo leggermante a sinistra e ci si porta nel canale alla base del secondo salto.
Si superano due tiri verticali (6a, 6b) dopo i quali si raggiunge un sentiero pianeggiante.
Si segue, il sentiero verso sinistra per circa 150 metri, poi si sale nella pineta fino a sbucare su una pietraia.
Si risale la pietraia poi un breve tratto boscoso e ci si porta alla base della parete sud della punta Castelluzzo dove si svolge la seconda parte dell’itinerario (15 min).
L’attacco della via si trova una cinquantina di metri a sinistra della verticale della vetta, vicino a un grosso larice.
Si sale per quattro tiri spostandosi gradualmente a destra e si raggiunge la vetta sul lato Ovest (6a+, 5c).