Eldorado Septumania

difficoltà: 6a+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1950
sviluppo arrampicata (m): 450

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura

contributors: www.gekoclimb.it
ultima revisione: 03/09/10

località partenza: Grimselpass (Guttannen , Oberhasli )

punti appoggio: Ospizio di Grimsel

note tecniche:
Aperta da Yves & Claude Remy 1981 (Dal basso)
Sviluppo circa 450 (metri), 16 Tiri
Tempi di salita: 5-6 ore

Bella via dei fratelli Remy sulla favolosa parete dell'Eldorado, 50 metri più a sinistra rispetto a Motorhead. La via si insinua e sale una compatta sezione della parete e vanta una linea ardita che mantiene sempre una certa logica collegando fessure e diedri sparsi con tratti di arrampicata su liscie e tecniche placche. Dal punto di vista atletico, la salita risulterà leggermente più facile rispetto a Motorhead, ma l'impegno complessivo, a causa della minore proteggibilità, è di gran lunga superiore sopratutto dal lato psicologico. Il tiro chiave è il decimo dove vi attende una tratto sprotetto di dieci metri in placca sul 6a dove è vietato cadere. Roccia ottima, solo leggermente scivolosa nei primi tiri della rigola. Possibilità di ritirata agevolata dalla direttrice della via e dalle ottime soste in loco. Utili per la salita una serie di dadi e di friends fino alla misura 3 camalot. Via di gran lunga meno frequentata di Motorhead.

descrizione itinerario:
Relazione
- L1: 35 (metri), 5c+
La via attacca alla base del diedro (scritta con tinta rossa) solcato dall'evidente rigola che indica la direttrice della salita per i primi 3-4 tiri. Si segue la rigola a dritto, si piega a destra e poi a sinistra. 2 fixes, integrabile con qualche friend e dado solo nella parte bassa. La rigola è assai scivolosa.
- L2: 35 (metri), 5c
Si sale a dritto su placca, fix alto, poi si rientra nella rigola che ora presenta piccoli salti a gradoni fino ad un atrio con sosta sulla faccia di destra del diedro. 2 Fixes, impossibile integrare con altre protezioni veloci.
- L3: 30 (metri), 5b
Si piega a sx della rigola su placca (2 fixes). Si entra in un bel diedro appoggiato ora proteggibile con friends o dadi.
- L4: 30 (metri), 5b
Si raggiunge la base di un piccolo salto (fix). Si entra nel diedro di sinistra (proteggibile) fino ad una sezione appoggiata. Si prosegue nel diedro successivo in dulfer. Tiro proteggibile a friends oltre a qualche fix. Sosta nel diedro.
- L5: 25 (metri), 5b
Si lascia il diedro per placche a dx (fix visibile sulla destra in alto). In obliquo si raggiunge una placca che agevola un traverso verso destra. Ancora a dx verso una fessura da salire in dulfer o in obliquo su placca. Si termina il tiro per placca a dritto piegando leggermente a sx. 3 fixes, oltre a qualche friends possibile nella fessura in dulfer.
- L6: 25 (metri), 6a
Si sale in diagonale a sx in placca. Risulta difficile solo l'inizio, poi si prosegue più facilmente. 3 fixes, nessuna altra possibilità di integrare. Sosta in un diedrello appoggiato.
- L7: 20 (metri), 5c
Sempre a sx (simile al precedente forse un poco più facile). Tutto per placca verso un pilastrino con sosta. 2-3 fixes.
- L8: 30 (metri), 6a
Si segue il diedro verso destra. Si affronta un tratto più verticale ma sempre facile e protetto con 2 fixes. Si traversa sotto lo strapiombo verso destra e difficilmente si raggiungono delle prese piatte dalle quali ci si alza guadagnando una placca con fix. Si sale verso destra seguendo una fessuretta fino ad una cavità per un friend piccolo. Si sale il tratto atletico fino alle buone prese sovrastanti e alla sosta. Forse il tiro più bello, tecnico e atletico. Protezioni aggiuntive possibili sia a friends che dadi.
- L9: 25 (metri), 5c
si prende la fessuretta e la si segue verso destra (è più facile di quello che sembri da sotto). Si monta sopra la cengia e la si segue verso sx per poi proseguire a dritto per bella e facile dulfer in diedro.
- L10: 35 (metri), 6a+
Si sale verso dx (spit sotto il tetto). Si traversa ancora a dx seguendo il bordo del tetto (friend incastrato). Si salta sopra e si guadagna la placca e il fix. Qui seguono dieci metri, quasi a conca apertissima, con prese non troppo generose dove è necessaria molta concentrazione. Si guadagna il fix e si sale un altro tratto di placca duro ma con fix ravvicinato. Si prosegue fino in sosta. Tiro proteggibile solo nella parte iniziale. Dal secondo fix tratto obbligatorio di 6a da non sottovalutare, passo chiave della via.
- L11: 30 (metri), 5b
Si sale la placca sempre a dritto cercando nel mare di roccia la sequenza di appigli più favorevole. 2 fix, nessuna possibilità di protezioni veloci.
- L12: 35 (metri), 4c
Si prende prima a sx verso il fix poi si traversa a destra e si sale una fessura-diedro bellissima per poi abbandonarla a dx su placca (fix) e alla sosta. 2 fix, buone possibilità di integrare con friends.
- L13: 25 (metri), 5c
Si sale la difficile placca (fix) verso un tratto appoggiato sotto lo strapiombo. Ancora a sx ora facilmente (fix). Poi molto difficilmente si sale nel camino a sx (friend) e si prosegue 3-4 metri su una lama che obbliga ad una attenta dulfer fino a giungere al suo termine (friends possibile) dove ci si porta in placca (fix). Si prosegue facilmente fino in sosta. Altro tiro da non sottovalutare.
- L14: 30 (metri), 5b
Inizio blando su fessura facile. Poi raggiunta una placca abbattuta ci si porta sotto un muro verticale di 3 metri che ci attende con un passo atletico subito sotto la sosta. Un paio di fix e possibilità di un n.1 per proteggere il passo atletico.
- L15: 25 (metri), 5c
Ci sia alza su placca (delicato) fino al fix. Si prosegue in placca dentro una appena accenata fessura (appoggi). E' altresì possibile seguire a sx una via ben spittata, variante ben protetta ma piuttosto dura (6a+/6b).
- L16: 25 (metri), 4a
Facile tiro su placche abbattute, poi la cima.