Fletschhorn cresta nord nord ovest per il Senggchuppa

difficoltà: AD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: nord
quota partenza (m): 1920
quota vetta (m): 3993
dislivello complessivo (m): 2073

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: il.bruno
ultima revisione: 09/10/07

località partenza: Rossbodestafel (Sempione , Brig )

punti appoggio: bivacco de Zen

cartografia: Armelloni, GMI

bibliografia: Armelloni, GMI

note tecniche:
Vario itinerario di alta montagna con viste grandiose sul severo versante nord del Fletschhorn e sui più lontani 4mila del Vallese.

descrizione itinerario:
Si raggiunge Rossbodestafel per una stradina asfaltata piuttosto stretta che sale da Simplon Dorf, frazione Egga.

I giorno:
dal tornante sotto Rossbodestafel si segue il sentiero che percorre la valle a destra della morena del Rossbodegletscher. Si giunge alla conca di Griesserna, la si attraversa e si accede alla soprastante conca del Griessernugletscher, coperto di detriti, dove le tracce terminano.
Si sale il valloncello a sinistra per ripide ghiaie (attenzione al ghiaccio sotto le pietre) e nevai, fino al bivacco presso il colletto.

II giorno:
si sale verso ovest per rocce rotte fino al nevaio che scende sul versante nord est del Senggchuppa. Lo si risale (40°), fino ad una conca a circa 3400 m, da dove per la calotta si giunge in vetta.
Si scende una trentina di m verso sud e si prende a salire lungo la cresta per buona roccia (pass. II e III), seguendo l'itinerario più conveniente. Si superano i brevi salti alternati a qualche terrazzo e si scende infine pochi metri al Senggjoch 3616 m.
Si risale il successivo più marcato risalto della cresta per rocce ripide ma facili e sfasciate fino alla quota 3775 m. per cresta quasi orizzontale ora nevosa ci si congiunge alla normale da Saas a quota 3810 m, poi per le tracce di essa si giunge alla cima glaciale.

Discesa:
per tornare al bivacco de Zen, si percorre la cresta nord est (breitloibgrat) scende per rocce e ghiaie verso est e si aggira a sud la cima 3930 m. Da qui con una doppia verso est oppure portandosi alla cima 3919 m, ci si porta sul sottostante pendio glaciale della cresta nord est. lo si percorre, evitando di abbassarsi troppo a sinistra, quindi per tratto misto ed infine roccette e sfasciumi ci si porta alla spalla 3380 m, da dove si scende a sinistra al Rossbodegletscher, che si attraversa sotto la nord fino al bivacco.