Piccolo (Corno) Sentiero Ventricini

difficoltà: PD
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota base ferrata (m): 2100
dislivello avvicinamento (m): 50

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: oldrado
ultima revisione: 29/07/08

località partenza: Prati di Tivo (Pietracamela , TE )

punti appoggio: Prati di Tivo, arrivo della seggiovia

cartografia: Carta dei sentieri 1:25.000 CAI L'Aquila

bibliografia: Guida CAI-TCI, S. Ardito

note tecniche:
Sentiero attrezzato piuttosto lungo che "circonda" il Corno Piccolo da Nord a Sud, passando sul lato Ovest. Il dislivello è minimo, perché il sentiero rimane pressapoco sempre in quota, ma l'itinerario è lungo e a saliscendi nella prima parte. Serve da accesso a tutte le vie di arrampicata sulla parete N, sulle "Spalle" e sul versante O del Corno Piccolo.
Permette di compiere un grandioso periplo escursionistico della montagna se associato, all'andata o al ritorno, con il sentiero che percorre il vallone delle Cornacchie fino al rifugio Franchetti e alla Sella dei 2 Corni.

descrizione itinerario:
Dalla stazione di arrivo della seggiovia della Madonnina si prende il sentiero che va verso il vallone delle Cornacchie e il rifugio Franchetti. Dopo le prime svolte del sentiero si piega a destra (a sinistra si va verso il Passo delle Scalette e il Franchetti), lungo una evidente traccia che attraversa a mezza costa e sempre in quota i ripidi prati del versante nord del Corno Piccolo.
Arrivati in vista delle Spalle del Corno Piccolo si continua, traversando una conca ghiaiosa, fino a risalire a una piccola sella, la Forcella del Tesoro Nascosto, 2180 m (30-45 min. dalla Madonnina).
Oltre la forcella cominciano i tratti attrezzati: si scende (cavo) nel Canale del Tesoro Nascosto per circa 100 metri e poi (cavi) si risale una paretina che immette in un canale che conduce (scalette e cavi) alla Forcella del Belvedere (2200 m). Si continua scendendo e risalendo diversi canali, spesso aiutati da corde fisse e altre due scalette, fino ad entrare nel vallone dei Ginepri (2400 m. ca.).
Seguendo il pendio (faticoso e ghiaioso) si incontrano prima i segni della via Normale da Sud al Corno Piccolo e poi quelli della ferrata Danesi.
Proseguendo ancora sulla traccia ripida e ghiaiosa si arriva alla Sella dei Due Corni (2547 m.), da dove si dipartono il sentiero che scende al Franchetti e ritorna alla Madonnina e le tracce che vanno verso il Calderone e la Vetta Occidentale del Corno Grande.