Mischabel (Dom de) Festigrat

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1407
quota vetta (m): 4545
dislivello complessivo (m): 3200

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 100% di copertura

contributors: impe
ultima revisione: 04/03/10

località partenza: Randa (Randa , Visp )

punti appoggio: Domhutte

cartografia: CNS 1328 (1:25000), CNS 284 (1:50000)

note tecniche:
Itinerario dai notevoli dislivelli. Il primo giorno si sale di 1550 m da Randa alla Domhutte;gli ultimi 500 m sono ottimamente attrezzati con corde fisse e scalette. Il secondo giorno occorre superare 1650 m in salita (fino a 4545 m) e 3200 in discesa.
Ma il panorama dalla vetta è indimenticabile. In particolare si può ammirare il maestoso e inaccessibile Weisshorn.
Il rifugio è ben organizzato e gestito.
Lungo la salita alla Domhutte, in particolare sul tratto attrezzato, pensate agli scialpinisti che si portano gli sci in spalla per 1500 m.

descrizione itinerario:
Dalla Domhutte (2940 m), come per la via normale, si risale la morena dietro il rifugio e poi il Festigletscher fino a che, poco prima del Festjoch, si risale a sinistra un ripido pendio/canale di misto, seguito da un tratto di cresta (passi di II, fix e anelli per soste e calate).
Dal Festijoch (3702 m), anziché scendere sul maestoso Hohberggletscher come per la via normale, si risale la larga, ripida ed evidente cresta NW denominata Festigrat, fino a ricongiungersi con la via normale poco prima della vetta.
Le uniche difficoltà su questa cresta possono venire dalle condizioni: si può trovare ghiaccio oppure accumuli di neve soffiata. In questi casi la progressione può diventare delicata o difficoltosa.
Al ritorno c'è da risalire al passo (50-80 m a seconda della posizione della traccia).