Ombre (Parete delle) Fessura degli schiavi della pietra

difficoltà: 5b ::
esposizione arrampicata: Nord-Ovest
quota base arrampicata (m): 1200
sviluppo arrampicata (m): 140
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: e9
ultima revisione: 07/02/10

località partenza: Pian Dlera (Noasca , TO )

punti appoggio: Noasca

bibliografia: Rock Paradise

note tecniche:
Bell'itinerario di stampo tradizionale, quasi del tutto schiodato.
Presenti qualche chiodo e uno spit (alla seconda sosta).
Necessari friend medi e grandi (in particolare Camalot n°4), utile qualche friend piccolo e medio.
Difficoltà contenute ma da non sottovalutare se non si è avezzi al genere e-o non si dispone del materiale consigliato.
Salita consigliabile, unica pecca: muschio e vegetazione stanno invadendo la via...
Prestare attenzione ad alcuni blocchi instabili.

descrizione itinerario:
1° tiro: attaccare 10 metri a destra dello "spigolo Grundal", per un diedrino aperto (chiodo a 3 metri da terra), poi per una larga fessura che brevemente conduce alla sosta, da attrezzare su di una betulla.

2° tiro: salire a destra della betulla e superare con un paio di movimenti atletici alcuni blocchi (poco sicuri!), quindi seguire la lunga e larga fessura, verticalmente, fino in sosta ( 2 chiodi sul tiro; sosta attrezzata per calata, con chiodi e uno spit).

3° tiro: traversare qualche metro a sinistra, fino ad una fessura ben manigliata, ribaltarsi a destra su una cengetta spiovente e scavalcare un muretto con buone prese puntando ad un albero su cui si sosta.

4° tiro: traversare un paio di metri a destra dell'albero, salire su un blocco staccato, poi riportarsi a sinistra sfruttando un fessurone di roccia non buonissima (alcuni cespugli creano qualche impiccio), proseguire dritti per qualche metro poi piegare a destra, facilmente, fino alla sommita della parete, sostando su un grosso pino.

discesa: una doppia dal pino alla S2 (con spit);dalla S2 a terra con corde da 60.