Chaligne (Punta) da Buthier

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1540
quota vetta/quota massima (m): 2608
dislivello salita totale (m): 1068

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 80% di copertura

contributors: sq4810
ultima revisione: 06/11/08

località partenza: Buthier (gignod , AO )

punti appoggio: Rifugio Chaligne

note tecniche:
Autore: Filippo Zolezzi

Tempo di salita: 3h00'
Tempo di discesa: 2h30'
Sequenza segnavia: per la salita, per la discesa
Caratteristiche: Naturalistico
Periodo consigliato: Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre
Accesso al punto di partenza:
Uscita: Aosta Est -> Direzione Gran San Bernardo -> Gignod -> Buthier
Lasciata la statale del Gran San Bernardo, si sale con l'auto tutta la strada di Buthier, si passa il capoluogo, si lascia sulla sinistra l'ultima frazione di Clemencey e si prosegue fino a un tornante a sinistra con un bivio, nei pressi del quale il segnale di divieto di transito impone di lasciare l'auto( piccolo parcheggio)

descrizione itinerario:
Si percorrono alcune centinaia di metri sulla strada sterrata e , appena passata l'Alpe Mendey, si svolta sulla strada di destra che sale e immediatamente la si abbandona per seguire il sentiero a sinistra, marcato 3A ( fare attenzione a non sbagliare per non allungare il percorso)
Il sentiero sale dolcemente tra le piante, attraversando varie volte l'interpoderale che con numerosi zig-zag sale agli alpeggi superiori e sbuca all'Alpe Chaligne 1935 m (Rifugio Chaligne),fontana , che si oltrepassa dietro , imboccando il sentiero nr.2
Ora si segue il sentiero , salendo un pò più decisamente nel bosco. Al termine del bosco si sbocca in una bellissima prateria che porta alla Tza de Chaligne 2225 m, ultima fontana . Si sale a sinistra attraversando una zona acquitrinosa mirando all'ampia sella del Col de Met 2485 m. Il Col de Met può essere raggiunto dal versante di Aosta da Arpuilles . Si prende la cresta erbosa della Chaligne e su tracce di sentiero si sale in pochi minuti alla vetta, che è contraddistinta da due croci.
Il panorama é stupendo: la vista può abbracciare il massiccio del Rosa, il Cervino, la Valpelline, tutto il circo di By col Grand Combin e il Velan, la Valle del Gran San Bernardo, l'Emilius e i monti della costiera di Pila, il gruppo del Gran Paradiso, oltre che tutta la piana di Aosta.
In discesa il consigli é di scendere seguendo la cresta opposta: si scende al Passo Tardiva 2410 m si percorre tutta l'omonima Cresta, fino al suo termine nei presi di una croce a 2150 m. Si arriva all'Alpe Nicollet 1915 m, dove si incrocia il Ru Nicollet e il sentiero che pianeggiante porta all'Alpe Chaligne, ma é conveniente oltrepassarli e proseguire in discesa nel bosco, fino a ritornare all'Alpe Mendey e quindi alla macchina., oppure, all'altezza del ripetirore tagliare per prati e ricongiungersi alla strada interpoderale, sulla quale, scendendo si può ritrovare il sentiero di salita 3A.