Acquaviva (Monte) versante Nord

L'itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1890
quota vetta/quota massima (m): 2737
dislivello totale (m): 1300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: annibale
ultima revisione: 13/04/10

località partenza: Rif. Pomilio (Pennapiedimonte , CH )

punti appoggio: Biv. Fusco

cartografia: Tansella:Scialpinismo nel Parco Nazionale della Maiella

bibliografia: Tansella:Scialpinismo nel Parco Nazionale della Maiella

note tecniche:
Il dislivello non può essere quantificato esattamente,dipendendo dall'innevamento della V. del Forcone.In alcuni anni di buon innevamento è possibile scendere a fine stagione (Giugno inoltrato) fino a q.1500 circa (Grotta Callarelli).In questo ultimo caso il dislivello sfiora i 2000 metri,se si decide di risalire la v. del Forcone.La discesa invece a piedi verso Capo Le Macchie di Palombaro (q.632) è lunghissima.

descrizione itinerario:
Si raggiunge il Focalone come da It.14 Tansella-Tonelli:Scialpinismo nella Maiella.
Si prosegue per la larga dorsale Est con saliscendi fino alla vetta dell'Acquaviva (2737).
Discesa dalla vetta in direzione Nord per ampi pendii fino alla valle del Forcone,che poi si segue verso Est fin dove è presente neve.Si risale per la V. del Forcone fino alla Selletta Acquaviva (2692).
Si scende secondo l'itinerario classico nel V. delle Murelle.
Variante OS:dalla vetta dell'Acquaviva si può scendere per ampi pendii in direzione Nord-Est ad imboccare un canale che decorre stretto e diritto in direzione Nord per sfociare nella V. del Forcone a Q.2352 (pendenza circa 40°;valutazione sciistica S4).E' il canale di discesa delle vie alpinistiche delle Pareti dell'Acquaviva,situate più ad Est.
In questo caso occorre neve sicura e non ghiacciata,ed è logicamente meglio risalirlo prima dal basso.