Bramanette (Pointe de) dal Vallon Saint Bernard-Bramanette

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1650
quota vetta/quota massima (m): 3214
dislivello totale (m): 1564

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mountain
ultima revisione: 01/05/07

località partenza: Plan Clote (Bramans , 73 )

punti appoggio: Ref. Bramanette (chiavi a Bramans)

cartografia: IGN - 1/25.000 Charbonnel Mont Cenis n. 238

bibliografia: Olizane - Ski de randonnée - Savoie

note tecniche:
Gita da intraprendere quando la strada da Bramans verso il Vallone d'Ambin è aperta almeno fino alla Chapelle N.D. de Dèlivrance; la quota di partenza è puramente indicativa.
Qualora si ritenesse troppo impegnativo o non sicuro il pendio finale, conviene raggiungere il Col de Bramanette m. 2.988 (expo NW, F) facilmente individuabile.
Dalla vetta splendido panorama sull'Ambin e la Vanoise.
Altra vetta molto remunerativa La Pointe du Clot salendo i bei pendii a sinistra salendo dal Refuge Bramanette (expo O, BS).
Accesso stradale: Frejus, Modane, Bramans oppure Colle Moncenisio, Lanslebourg, Termignon, Bramans.

descrizione itinerario:
In auto da Bramans, strada del Vallon d'Ambin; dopo la Chapelle de N. D. de Délivrance, staccarsi a destra al 1° bivio su una stradina asfaltata fino ad un piazzale sopra altra chiesa (St.Pierre Extravache) proseguire su sterrata che attraversa diverse scarpate franose (fango) fino a Plan Clote e quindi inizia a salire decisamente fin dove si può (utile 4x4)- si può giungere fino a m. 1.900.
Con neve calzare gli sci e seguire la sterrata o un largo sentiero più ripido che la taglia, raggiungere una dorsale e superando in traverso un breve pendio ripido immettersi nel Vallone di Bramanette dove vi è un omonimo Rifugio ed alcuni caratteristici alpeggi (m. 2.074).
Proseguire nel selvaggio vallone di Bramanette fino a giungere sotto l'omonimo colle percorrendo facili pendii fino alla quota 2.800.
Deviare a destra e su pendii che man mano diventano ripidi portarsi al di sotto della cresta NE della vetta e seguirla attraverso cengette e risalti ripidi fino a giungere in sommità.