Teleccio (Diga di) da Locana

difficoltà: OC / TC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 613
dislivello salita totale (m): 1311
lunghezza (km): 1924

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 27/04/07

località partenza: Locana (Locana , TO )

cartografia: IGC Gran Paradiso

note tecniche:
Strada interamente asfaltata, gli ultimi 5 km in teoria sono chiusi al traffico in quanto la strada è di proprietà dell'AEM, ma in pratica non è così. Salita in ambiente severo, si passa sotto pareti rocciose che talvolta scaricano pietre, specie in primavera con lo scioglimento delle nevi, per cui bisogna prestare attenzione.

descrizione itinerario:
Si parte dall'abitato di Locana, percorrendo la strada statale del Nivolet, in modo da arrivare all'inizio della salita dura con i muscoli caldi. La si percorre per 4 km dolci, in cui il dislivello parziale è di 130 metri, fino a Rosone, dove nei pressi di una centrale idroelettrica, si svolta a destra in direzione Teleccio.
Le pendenze aumentano immediatamente, si sale affrontando 3.5 km di ripetuti tornanti, con pendenza media attorno al 10%.
Finiti i tornanti si sbuca nella bella vallata di Piantonetto, toccando in successione varie frazioni; la più importante è San Giacomo. L'attraversamento della vallata concede la possibilità di rifiatare, in quanto la pendenza si addolcisce notevolmente. Superate le ultime case di San Giacomo, km 9 da Locana, si riprende la salita dura, con una prima dura rampa che ci porta nel bel bosco, seguita da un tratto un po' più agevole, che ci conduce agli ultimi 5 km del percorso, i più duri. Ormai si vede la massicciata sullo sfondo, e si vede anche la parte restante della strada, recentemente asfaltata.
Al km 15 si attraversa una galleria scavata nella roccia, dopo la quale si devono affrontare i tornanti più impegnativi che conducono alla Diga di Teleccio, alcuni tratti attorno al 20%! La pendenza media dei 5 km conclusivi è del 13%, quindi da non sottovalutare.
La discesa sul percorso di salita, prestando attenzione alle grate di scolo per l'acqua, molto insidiose perché larghe e una bici con ruote sottili si può incastrare.