Dones (Sigaro) Via Normale

difficoltà: 5b
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1845
sviluppo arrampicata (m): 110
dislivello avvicinamento (m): 567

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: max76
ultima revisione: 04/05/09

località partenza: Pian dei Resinelli (Abbadia Lariana , LC )

punti appoggio: Rifugio Porta (m. 1426)

vedi anche: ttp://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/sigaro/sigaro.htm

note tecniche:
Via abbastanza esposta nella parte finale con chiodi piuttosto distanziati (6-7 mt l'uno dall'altro). Utile qualche friend e cordini per proteggersi su buone clessidre.

Al terzo tiro se si attacca direttamente la paretina con il fittone visibile invece che spaccare nel camino probabilmente è un passo di VI°.

Alla seconda sosta se si prosegue dritto si va sulla via Canale Albertini (IV+) al Torrione Meridionale Magnaghi (è possile lasciare qui gli zaini per poi scendere e concatenare questa via).

descrizione itinerario:
ATTACCO:
Dal Rifugio Porta prendere il sentiero nr. 7 che conduce in vetta alla Grigna. Superato il bosco seguire la traccia che sale fino a prendere il sentiero nr. 3 e le indicazioni per il "Canalone Porta", "Sigaro", "Magnaghi".

Giunti al Canalone Porta seguire il sentiero nr. 2 (palina in loco) salendo fino alla base del Sigaro (sulla destra, piccolo spiazzo sopra il quale c'è un tetto). L'attacco è posto in corrispondenza di una placca appoggiata.

DESCRIZIONE:
L1 - III°, 30mt
Salire la facile placca e arrivare alla sosta attrezzata (1 fittone + 1 vecchio chiodo).

L2 - III°, 25mt
Proseguire a sinistra della sosta in direzione del canalino, stando sulle roccette della parete del Magnaghi Meridionale ed arrivare alla soste dell'evidente camino che divide il Sigaro dai Magnaghi.

L3 - V°, 30mt
Qualche passo a sinistra della sosta, dopodichè salire in delicata spaccata lungo il camino fin quando è possibile proteggersi con un fittone resinato (il passo è delicato e piuttosto e costringe a sporgersi parecchio verso l’esterno per rinviare). Continuare salendo la paretina (ottimi appigli). A questo punto è possibile fare sosta a sinistra oppure proseguire stando leggermente a destra (1 vecchio chiodo) fino ad arrivare ad un piccolo terrazzino (sosta molto più comoda).

L4 - IV°, 20mt
A questo punto non bisogna seguire la linea di salita con vecchi chiodi, ma andare verso sinistra. Aggirare un piccolo strapiombo proseguendo poi verso destra per facili risalti.

L5 - IV°, 30mt
Spostarsi a sinistra e risalire la parete verticale appigliata (passi molto esposti). Da qui con facili risalti fino in cima.

DISCESA:
1) dalla vetta abbassarsi di qualche metro in direzione del Magnaghi Meridionale fino alla sosta con anello di calata dalla quale è possibile effettuare una prima doppia di 50 mt (di cui una quarantina nel vuoto). Molte relazioni dicono di portarsi sul terrazzino della terza sosta della linea di salita ma se non si riesce a fare un pendolo di un paio di metri abbondanti per raggiungerlo bisogna scendere su un terrazzo (sosta con altro anello di calata) e successivamente arrampicare su di un masso incastrato dal quale ci si può calare lungo la spaccatura Sigaro-Magnaghi fino alla prima sosta. Con un'ultima calata alla base di partenza.

2) a sinistra della croce scendere qualche metro fino ad una sosta attrezzata che con una calata di quasi 60mt (attenzione!) porta direttamente nel Canalone Porta.