Baou de Saint Jeannet La Directissime+Le Peril Jaune

difficoltà: 6a+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 560
sviluppo arrampicata (m): 240
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: liviell ilcontevlad
ultima revisione: 19/10/17

località partenza: Saint Jeannet (Saint-Jeannet , 06 )

punti appoggio: Saint Jeannet

bibliografia: Escalade dans Les Alps Marittimes

accesso:
dal parcheggio dopo il centro del paese imboccare la strada che porta verso il settore la Source e dopo la chiesetta lasciarla per prendere una scala cementata che sale a dx. Seguire i segni blu poi su sentiero fino a trovarsi alla base di una rampa- canale da risalire fino alla parete. Da li traversare su traccia a sx fino a trovare una grande grotta. La via attacca qualche metro a sx della grotta (nome alla base).

note tecniche:
Via classica su ottimo calcare che si sviluppa quasi interamente attraverso fessure e diedri. Bella scalata atletica, inusuale e spesso ad incastro. Spettacolare l'esposizione di questa via che è sempre verticalissima e a tratti strapiombante. Purtroppo è un pò unta e ciò inizia a dar fastidio, non andateci se fa caldo! Alcune lame suonano a vuoto e spesso la roccia richiede delicatezza. Alcuni tiri sono superlativi, non lasciatevi ingannare dai primi due…

I primi tre tiri descritti si riferiscono alla Directissime che, come dice il nome, rappresenta la variante di attacco diretta di Le Peril Jaune.
Avvicinamento: dal parcheggio dopo il centro del paese imboccare la strada che porta verso il settore la Source e dopo la chiesetta lasciarla per prendere una scala cementata che sale a dx. Seguire i segni blu viola poi su sentiero fino a trovarsi alla base di una rampa- canale da risalire fino alla parete. Da li traversare su traccia a dx fino a trovare una grande grotta (non prendere le fisse che salgono alla evidente grotta gialla di Peril Jaune).

La targhetta all’attacco non c’è più, ma è molto facile trovarlo: parte qualche metro a sx de La Mafia, con un primo passo strapiombante a superare una grotta gialla con la scritta “33” sul fondo.

Materiale: 10 rinvii, friend fino all’1 C4 BD, fettucce per le soste (soste con 2 spit), corde da 50m. Su alcuni tiri verrebbero utili friend molto grossi, tipo il n5 o 6.

descrizione itinerario:
L1: Strapiombino, fessura-diedro, traverso a sx su placca, muretto e sosta su terrazzino a sx (sosta a chiodi e poi sosta a fix). 25m (5+)

L2: Fessura a dx fin sotto a blocco e sosta sulla sx. 20m (6a)

L3: Fessura, traverso a sx sotto zona rotta, muro difficile ed expo e sosta sulla dx. 35m (6a+, expo). Peril Jaune arriva qui traversando orizzontale da sx.

L4: Fessura atletica verticale strapiombante, sosta a sx su pulpito. 25m (6a)

L5+L6: Fessura camino, sosta della L5 (15m, 5+), fessura atletica strapiombante (15m, 6a); consiglio il concatenamento, tiro stupendo.

L7: Muro fessurato con uscita strapiombante a sx poi per risalti più abbattuti fino in cengia, sosta su albero. 30m (5+). C’è una sosta intermedia a spit sulla dx prima dell’albero a metà tiro, utile se si vuole scendere in doppia evitando il ravanage finale.

L8: verso dx facendo un semicerchio negli alberi verso sx, sosta su alberi

L9: salire un facile canale (3, 20m), rinviare una sosta alla fine e salire per sentierino verso la zona centrale di questo paretino a forma di anfiteatro che ci si trova davanti (sosta su alberi).

L10: l’uscita originale è un tiro di 5+ parzialmente a chiodi che si intreccia con un tiro di 6b a spit fino in vetta (35m) o più facilmente un tiro di 50m di 4+ con molti spit sullo spigolo all’estrema dx dell’anfiteatro.

Discesa: Attraversare il pianoro sommitale fino a reperire il sentiero. Seguirlo verso sx fino ad un incrocio con cartelli. Seguire le indicazioni a dx fino al paese. 35min