Castello (Torre) Via dei Genovesi Sud

L'itinerario

difficoltà: TD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2200
quota vetta (m): 210
dislivello complessivo (m): 600

copertura rete mobile
wind : 90% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: liviell
ultima revisione: 09/05/09

località partenza: Chiappera (Acceglio , CN )

punti appoggio: Campo Base di Chiappera

bibliografia: Guida

accesso:
dal parcheggio poco sopra Chiappera imboccare il sentiero per il colle Greguri (GTA) e seguirlo fino a quando passa in prossimità della Forcella Provenzale. 50min dall'auto.
Da cui attaccare la via del Camino Est (AD, 100m, Bonacossa, Gervasutti,Re Alberto dei Belgi il 2 Ottobre 1933) che in due tiri porta sulle forcella; da li scendere slegati per una decina di metri e poi traversare a sx (faccia alla parete) fino ad arrivare alla base nel bel mezzo della parete Sud.

note tecniche:
Materiale: 10 rinvii, 1 serie di friend e qualche nut, corde da 60m


descrizione itinerario:
Attacco: In corrispondenza di un camino chiuso in alto da un evidente tetto.
Di seguito verranno riportate le lunghezze come le abbiamo fatte noi durante la nostra salita le quali differiscono in un paio di punti dalla relazione originale causa sfregamento corde. I gradi verranno invece riportati in modo fedele alla guida.

L1: Salire il camino fin sotto il tetto. 35m (IV+)
L2: Salire fin sotto il tetto e uscire in traversata a dx fino ad una sosta quasi sospesa. 15m (VIa)
L3: Salire il largo fessurone sopra la sosta fino ad un terrazzino. 30m (V,IV+)
L4: Proseguire in direzione di un evidente diedro fessurato, scalarlo interamente, traversare a sx su lama staccata fino alla sosta a spit della via Fornelli. 45m (V)
L5: Da qui la via è in comune: salire diritti (in direzione di un nut incastrato e non a sx dove si vedono dei chiodi causa sfregamento corde) quasi sul filo dello spigolo. 40m (IV)
L6: Sempre diritti sul filo dei spigolo. 30m (IV)

Discesa: Attraversare il pianoro sommitale e reperire la calata che con 25m porta sulla forcella della Rocca; da cui traversare sulla parete est della Rocca e reperire le calate della Via Balzola (tre spit con due o tre cordini con anellone). Tre doppie da 60m e si arriva a terra (la prima in un grande diedro un po a sx rispetto alla calata (faccia alla parete)).

Note: Via super classica tutta a chiodi tranne una sosta a spit in comune con lo spigolo Fornelli. Via psicologica e molto esposta in ambiente grandioso. Roccia ottima

altre annotazioni:
Enrico Cavalieri, Piergiorgio Ravaioni, Gianluigi Vaccari, 24 Giugno 1963