Udine (Punta) La Fessura

difficoltà: 6a+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 2741
sviluppo arrampicata (m): 90
dislivello avvicinamento (m): 1021

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: reglet
ultima revisione: 18/02/10

località partenza: Pian del Re (Crissolo , CN )

punti appoggio: Rifugio Vitale Giacoletti

note tecniche:
Salita piacevole e breve. La via della fessura è lunga solo 90 m . Dopo è possibile salire in vetta dalla est, oppure calarsi in doppia.
La via è spittata con attrezzatura mista, artigianale e non con una distanza fra uno spit e l'altro che non supera mai i 4 m. Nei punti più impegnativi è ravvicinata e sul tiro duro, l'ultimo, la distanza fra le protezioni diminuisce 1.5 m
Ottime soste con 2 spit e catena.
Via ideale per chi vuol tentare il 6a / 6a+ senza avere troppa continuità. I primi 2 tiri sono concatenabili, ma la corda tende a tirare un po'.
Qualora si volesse salire la fessura proteggendosi, occorrono 2/3 friend molto grossi.

descrizione itinerario:
AVVICINAMENTO.
Dal Pian della Regina in inverno, mentre in estate si parte dal Pian del Re, seguire l'evidente e ben segnalato sentiero che porta al rifugio Giacoletti.
Dal rifugio, salire a sinistra dello spigolo della cresta est, per circa 20 m fino a reperire le scritte delle vie "Spigolo" e "La Fessura" (leggermente più in alto della prima)

VIA:
L1) Salire pressochè verticalmente su gradoni verticali e piccoli saltini fin sotto un piccolo muretto più tecnico che porta in sosta. (5°)
L2) Proseguire dritti, seguendo una lama ed una fessura verticali che in breve adducono ad un tratto più appoggiato e discontinuo che porta in sosta. (5°+)
L3) Attraversare il canalino (2m) e attaccare l'evidente parete solcata dall'ampia fessura. Proseguendo quasi verticalmente si raggiunge la sosta sempre visibile dal basso. (5°)
L4) Salire per muretti verticali, a circa un metro dalla fessura. Dove quesa si restrige attaccarla e seguirla fino ad uscire sulla cengia finale. (6a+ leggermente strapiombante)

DISCESA:
1) Calarsi in doppia lungo la via. 2 calate da 60 m
2) Con un breve tiro 15 m (II) si raggiunge la sosta 4 della cresta est. Da lì si prosegue su tale via fino in vetta. (Diff. max 4° spittatura lunga). Dalla vetta seguendo gli ometti, senza percorso obbligato, si scende al colle dove seguendo una delle 2 "ferrate" del coloir del porco si raggiunge il rifugio Giacoletti e da lì il Pian del Re.