Moncuni o Monte Cuneo dal lago piccolo di Avigliana

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 330
quota vetta/quota massima (m): 641
dislivello salita totale (m): 300

copertura rete mobile
dato non disponibile

ultima revisione: 21/04/09

località partenza: Lago Piccolo di Avigliana (Avigliana , TO )

note tecniche:
Meta molto ambita anche dai ciclisti e che offre ampie possibilità di svolgere giri ad anello: vedere gli itinerari a cura dell'ente Parco Naturale dei Laghi di Avigliana

descrizione itinerario:
Dal parcheggio dell'area attrezzata del Lago Piccolo, entrare nella borgata Sada, punto d’inizio della salita al Moncuni ed attraversarla.
Domina il grappolo di case rurali l’antica casaforte del Palàas (derivazione latina), la cui elegante torretta era il punto di riferimento per l’antica via.
Seguendo verso destra, in direzione di Trana, il possente e vetusto muro in pietra della tenuta del Palàas si raggiunge la borgata del Luvé.
Qui si trova la fontana del Fié, affiancata da un recente lastricato, da seguire per i suoi pochi metri di sviluppo, fino ad incontrare una stradina sterrata, da percorrere per un tratto in direzione di Avigliana, seguendo il vecchio sentiero, da poco ripristinato, del Vieul di Plà (indicato da bolli gialli).
Si percorre un lungo tratto boschivo dove, accanto a quercette (roverelle), stanno i sempreverdi ginepri.
Si abbandona il percorso segnalato svoltando poi a destra nel sentiero del Viole e lo si percorre interamente nel tratto in piano, finalmente in direzione di Trana e della vetta, fino ad emergere dal bosco e ad affrontare il più ripido tratto finale che porta alla cima.
Il percorso, segnalato da ometti di pietra e bolli gialli, è ora brullo e si apre a poco a poco alla vista della valle dei Laghi e della torbiera di Trana. In pochi minuti si raggiunge la croce di vetta, da dove la vista spazia a 360 gradi.