Rotondo (Monte) da Ravizze per la Val di Pai

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 2495
dislivello totale (m): 1495

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura
tim : 60% di copertura

contributors: il.bruno
ultima revisione: 31/01/10

località partenza: Bivio per Ravizze (Gerola Alta , SO )

cartografia: Kompass 1:50000 Lecco-ValleBrembana

bibliografia: Boscacci, Scialpinismo nelle Orobie

note tecniche:
Non sempre si riesce a raggiungere Ravizze in quanto la stradina che sale da Pedesina non viene pulita; in questo caso vanno aggiunti circa 250m di dislivello.
Primo tratto di sentiero nel bosco difficilmente percorribile sci ai piedi. Ultimo tratto molto ripido richiede neve ben assestata. Possono tornare utili piccozza e ramponi.

descrizione itinerario:
In auto da Morbegno si prende la strada della Valgerola; superata Pedesina si passano una galleria e due ponticelli.
Dopo una curva si imbocca la strada che sale sulla destra per Ravizze, in inverno non pulita dalla neve (stretta e a tratti sterrata), salendo per circa 2km fino ad un ampio tornante verso sinistra (con annesso parcheggio) dal quale parte il sentiero della Val di Pai (cartello indicatore).
Due possibilità:
1. Seguire il sentiero in salita nel bosco fino a raggiugere il torrente (ponticello a quota 1500m);
2. proseguire e raggiungere i gruppi di baite più alti di Ravizze e, costeggiando il limite del bosco sulla sinistra, raggiungere una pista forestale che proviene dalla strada di Laveggiolo (raggiungibile anche da castello, sulla strada che parte da Gerola Alta). Ad un tornante sinistro sui 1500 m si stacca a destra un'altra pista, che presto diventa una mulattiera che a mezza costa con lievi saliscendi svolta sul versante nord del monte colombana e raggiunge il fondo della Val di Pai a 1500 m circa (come l'altro itinerario).
Ricongiuntisi i due itinerari, risalire alle baite di quota 1597 nel bosco rado e di seguito, passando per la baita di quota 1726 si raggiunge, dopo un breve ripido canale una baita a quota 1906, adagiata alla fine di un'ampia valletta che culmina a sinistra nel Monte Colombana e a destra nel Monte Rotondo.
Seguire la valle sul fondo per poi compiere un'ampia curva verso il Monte Stavello (a destra del Colombana); superare quindi il ripido pendio NE del Monte Rotondo (attenzione!) arrivando sulla cresta SE a pochi metri dalla cima, raggiungibile a piedi in 10 minuti. Panorama stupendo a 360°.
Discesa per l'itinerario di salita. Con molta neve a bassa quota è percorribile l'itinerario 1, che consente di scendere nonostante il bosco fitto (con poca neve tratti a piedi obbligatori se non si vogliono distruggere gli sci). Altrimenti si ripella sul mezzacosta dell'opzione 2 con sciata finale sui prati sopra ravizze.