Basei (Punta) dal Lago Serrù

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita con gran panorami su granpa,ciarforon,monciar,e dall altro lato augille rousse,carro etc....
Partiti poco oltre il serru sci ai piedi fin al sentiero del fortino,li tolti x 20 min dal colletto neve continua,anche se qualche lingua ormai al limite,dal colletto dopo il traverso copertura uniforme.
Parta alta sul ghiacciaio molto bella man mano scendendo molla e sfondosa,siam a giugno dopo settimana d afa,ancora sciabile comunque.
Per la vetta qualche passo con corde fisse non servono ramponi.
Scendendo ci siam tenuti alti,ripellando alle cime bianche cosi da li discesa continua fin la macchina.
Terrà ancora qualche giorno poi è finita.
Gran ressa all auguille
Con fabri e marco che ringrazio


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta al traffico fino al lago Serrù
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Dalla diga del Serrù circa 10 minuti sci a spalle tra bellissime fioriture di anemoni, fino al piano sotto il canale a sinistra della Rocca Bianca. Salito il canale senza problemi, su neve ondulata ma ben portante; breve interruzione in cima al canale (tolto gli sci), poi copertura continua. Dai 2900 circa, spruzzata di neve fresca della notte (nevischio ancora in corso al primo mattino, poi si è aperto). 5-10 cm di neve recente che hanno reso abbastanza faticosa la tracciatura a causa dello zoccolo, ma molto godibile la discesa in sci! Ambiente invernale sulla parte alpinistica imbiancata...Utile la picca (no ramponi).

Non mi volevo rassegnare ad un giugno senza un'ultima (?) gita in sci....E tutto sommato ne è valsa ancora la pena, ma l'innevamento è ormai al limite.
grazie a Livio B. per la compagnia!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Portage per circa un'ora, poi neve continua con alcuni affioramenti di pietre. C'è molta acqua, fare attenzione ai passaggi sui ponti di neve.
Messi gli sci, nella parte bassa, la neve è molto ondulata e presenta una superficie a "nidi gallina".
Nella parte alta, sul ghiacciaio, la neve è continua e molto bella.
Neve sempre umida e quindi molto utili i coltelli, noi, nella risalita di un canalino ripido abbiamo messo i ramponi.
Discesa entusiamante nella parte alta sul ghiacciaio, poi bella nel canalino e poi...... "nidi di gallina" dove gli sci facevano tutto quello che volevano loro!
Ritorno sul sentiero estivo.
Con Marcello che saluto.



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Fino al lago Serru
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 6.10 con gran caldo. Saliti per il canale a sx innevato e non per il Col dell'Agnello abbiamo dovuto ravanare un po' con alcuni toglie e metti sulle parti più ripide scoperte. Non aiutava la neve già bagnata e cedevole (qualche colata). Persi 100mt di quota per tornare sul percorso corretto di salita. Parte alta molto meglio. Deviazione alla croce a sx della Basei e poi Basei senza problemi. Non servono ne i ramponi ne la piccozza. La salita è pulita dal deposito fino alla croce. Nonostante la neve bagnata la discesa è stata bella e divertente. Guadato il fiume al prezzo di scarponi inzuppati e risaliti al Nivolet. Discesi poi seguendo all'incirca il percorso della strada. Con qualche toglie e metti arrivati quasi al lago dell'Agnello. Solo due scialpinisti incontrati sul percorso. Con Enri che ringrazio per la solita dedizione. Molto probabilmente l'ultima di una stagione scialpinistica di grande soddisfazione.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: fino a 2000 metri
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata no. Innanzitutto contando sulla classica apertura della strada a meta' maggio puntiamo al tour di galisia e basei. Invece la provincia non ha i soldi e quindi niente pulizia strada. Con qualche numero si arriva appena sopra i 2000 metri. Il meteo poi prometteva una mattinata decente. Invece grandi nuvole, nebbia intensa e persino un po' di pioggerella.
Spalliamo fino a 2200 anche se in discesa raggiungiamo l'auto sci ai piedi con qualche attraversamento di zone senza neve.
Qualche metro sopra il lago dell'agnello dopo aver vagato nel nulla per un po' decidiamo che non val la pena proseguire anche perche' in quel momento non scorgiamo alcun segno di miglioramento.
Insomma, non sempre la ciambella viene col buco. Grazie a Enri e Simo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: barra chiapilli superiore
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito poco dopo le 7.00 dalla sbarra arrivo alla croce verso le 11.00.Dalla partenza fino in punta non ho visto nessuno, in punta 7/8 sci alp provenienti dalla ValRhemes che non ho incrociato poichè si sono fermati alla croce bassa per poi scendere verso il nivolet.Si calzano gli sci dopo 20minuti circa ,ho puntato poi per il ripido sentiero estivo dove ho tolto per 15 minuti gli sci sbucando al fortino,di qui fino in punta nessun problema,anzi una buona traccia conduce quasi sotto la corda finale e una traccia scarponata fino alla croce.Gente alla Galisia e alla Calabre.Bella giornata,forse più calda del previsto,difatti la parte che riconduce al fortino era sfondosa,sono risalito verso la Rocca Bianca dove si scende su bei pendii belli da sciare fino al Serrù.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Sono partito dal Lago Serrù ma la strada è aperta fino al Colle
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Ho parcheggiato l'auto poco prima del Lago Agnel a quota 2300 m circa e sono salito per il ripido sentiero estivo al Colle Agnel dove inizia la neve (lingue raccordate). Dopo aver raggiunto la Basei, sono sceso fino al colletto di quota 3310 m circa, dal quale con un traverso esposto e successiva discesa per pendii ripidi mi sono portato sul ghiacciaio di Lavassey a quota 3100 m circa. Da qui ho raggiunto il ghiacciaio di Fond e sono salito sulla Punta Galisia (si vedono alcuni buchi e si intuiscono alcuni crepacci aggirabili facilmente). Ritorno per lo stesso itinerario risalendo con i ramponi al colletto di quota 3310 m sotto la Basei. Neve molto bella tranne che nel traverso per raggiungere il ghiacciaio di Lavassey: liscia sul ghiacciaio sotto la Galisia e burrosa sui bei pendii del ghiacciaio della Basei. Con un po' di intuizione si arriva quasi al bunker sci ai piedi.
Se avessi letto qualche relazione (dato che non conoscevo il posto) avrei potuto pensare di fare l'anello per il Passo della Vacca e discesa al lago Serrù, ma credevo che il meteo non mi permettesse di fare più della Basei e non mi ero documentato...
Bella mattinata di sole e splendidi panorami!



[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: lunedì si partiva ancora dal parcheggio del Lago del Serrù
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 7 fa già molto caldo nessun rigelo .Si mettono gli sci appena sopra il bunker .I traversi sono molto fastidiosi ,lo sci a valle scivola ogni tre per due !!!Sceso verso le 11 in alto verso l'anticima bella neve ,nei pendii più ripidi del ghiacciaio ad ogni curva mi partiva una slavinetta ,idem nel pendio sopra il canale .Insomma tre stelle per la giornata e per l'ambiente
Oggi veramente " luo pasarot " solitario .Nessuno !!!


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dal fortino sci a spalle (divieto dopo l'agnel al mattino presto), poi traverso su terreno molto sconnesso fino al tratto più ripido e più compatto sotto il ghiacciaio; nella parte superiore bella sciata, peccato per il nevischio in cima e la pioggia poi che ci hanno accompagnato fino al Nivolet. Scelto il bel canale tutto a sinistra, ma che ormai si sta spaccando. Risaliti al colle, poi discesa fino agli ultimi tornanti prima dell'agnel.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con le tenebre, io e Claudio, per le previsioni, e in effetti ci è andata di lusso; gita precisa al secondo: 8 e 45 in cima = arrivo nuvole! Saliti veloci dal Colle Agnel e poi diretti al ghiacciaio su tragitto che forse chiedeva ramponi dato il tormento dei bitorzoli gelati; scesi facendo il giro dalla Rocca Bianca (sci alla macchina e ottima neve nel vallone), un togli-metti per attraversare durato una mezzora. Che dire? Ottimo finale: 5 stelle il ghiacciaio, sciolto il giusto. Tormentato il lungo traverso per la Rocca Bianca, ma bel finale sul neve grutoluta ma ben sciabile. Per chi ci va domani: massimo ore 9 in cima! Bella stagione, saluti a tutti gli amici.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Concordo con Garbo che forse abbiamo anche incontrato con il suo socio mentre scendevamo il canale dell'Agnel, che abbiamo percorso anche in salita. Utile la picca, il canale presenta poca neve dura e tanto pietrame instabile. Sul pianoro successivo un solo piccolo ponte per attraversare il torrente, che ha i giorni contati. Accesso al ghiacciaio su neve dura, non avevamo con noi i coltelli ma non ci sarebbero stati male. Ghiacciaio in buone condizioni, vento e condizioni invernali in vetta. Incontrati una decina di scialpinisti che scendevano mentre noi salivamo. La strada è aperta fino al Nivolet, a mio avviso conviene partire da lì
Con Guido (ultima gita? Mah ....)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
a mio avviso il canale dell'agnel non merita piu '- oggi lo abbiamo sceso ma e' ormai troppo striminzito.
Conviene ancora alla grande fare il giro di Rocca Bianca perche' si arriva sci ai piedi alle macchine
giro con Gigi
siamo saliti dal sentiero del Fortino
poi traverso con coltelli obbligatori



[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
ha spiegato tutto molto bene "FUNCOL".Le condizioni erano perfette.La discesa nel canale sopra al lago è spettacolare.
Una quantità di neve così al 28 giugno non la ricordo.
Che bello incontrarsi e conoscersi in punta a una montagna!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino al lago Agnel
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
La strada è aperta fino al Nivolet, però alle 06.30 c'erano molte lastre di ghiaccio che impedivano di salire oltre il lago dell'Agnel.
Calzati gli sci a 2300mt e seguito più o meno la strada fino al Nivolet (con due gava e buta camminando per 200mt lineari sulla strada).
Spellato e scesi alla base del bacino sotto la Basei attraversando il torrente su ampi ponti di neve.
Saliti con gli sci fino nal collettino sotto la punta e poi a piedi in cima.
Grazie all'incontro in cima con Estella, Gianni ed Ermes,
seguito loro suggerimento ed insieme scesi dal canale direttamente sul lago Agnel in ambiente artico spettacolare con iceberg, con un solo gava e buta di pochi metri a metà.
Poi seguito il lungolago fino alle auto.
Neve perfetta con spolverata di fresca in alto e poi estiva che non ha mai mollato troppo.
Grazie ad Enrico ed ai simpatici amici incontrati per compagnia e suggerimenti.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Lago dell'Agnel
attrezzatura :: scialpinistica
La Basei è in ottime condizioni, gran bella discesa dalla cima fino al lago dell'Agnel, dove si lascia l'auto al divieto di transito.La neve è abbondante, ben trasformata, il sole ammorbidisce solo lo strato superficiale, rendendo la sciata piacevolissima.
Con i ramponi in salita e con divertenti curvette in discesa,abbiamo percorso il ripido canale all'estremità nord del lago, l'unico ancora innevato per sbucare sul pianoro del Rio Rosset.
Tempo bellissimo e temperatura ideale per tutta la salita, poi in cima sono arrivate un pò di nuvole, ma la visibilità è rimasta ottima per tutta la discesa.
Partiti alle 6.30 dall'auto, tranquillamente alle 11 in cima ed alle 12.30 di ritorno.

Primo giorno d'estate e le gite in sci continuano a regalare divertimento e tranquillità.
Con Claudia e Renzo, in totale solitudine.
Proprio una bella giornata!

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: oggi stavano aprendo la strada fino al colle del nivolet.
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
l'itinerario della rocca bianca pare non più remunerativo. ottimo rigelo notturno. noi siamo saliti per il sentiero del fortino. da qui tocca perdere un po' di quota, noi abbiamo fatto qualche gava&buta per risalire subito per l'itinerario classico, altri hanno proseguito sul piano prendendo poi un sucessivo canalone forse senza togliere gli sci. in ogni caso dai 2600 in su neve continua. ottime condizioni nel canalone che sbuca a 2900 m. un po' delicato il pendio di accesso al ghiacciaio, gelato e molto lavorato. biliardo spettacolare su fino nei pressi delle roccette finali. il canapone è libero da neve, consigliati piccozza e ramponi per raggiungere la vetta (10 m lineari di crestina nevosa, con traccia). iniziata discesa in sci alle 9.55. spettacolare il ghiacciaio, con il tratto mediano da "pisesi dòs". abbiamo evitato il pendio lavorato della salita scendendo per un tratto più ripido ma liscio e con ottima neve, direttamente sull'imbocco del canale. bello anche il canale fino in fondo, dopo ci si barcamena su neve con rigole e qualche pietra, fino alla breve risalita al fortino. scesi a piedi, ci siamo concessi le ultime curve sui nevai sovrastanti l'alpe agnel. nel complesso ottimo finale di una stagione per me assai breve.
un saluto al socio davide.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Bella punta Basei,panorama 360 gradi,finale alpinistico
anche se breve,il tutto condito da una giornata
spaziale.Neve primaverile in alto poi tutte le sfumature
di marcia marcina marcetta....un pò pesante ma ben sciabile
e divertente fino all'auto.
Con Giorgio,sempre in forma,pur venendo solo quando il lavoro
glielo permette...


[visualizza gita completa con 14 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti prima a Rocca Bianca, abbiamo fatto il traverso scendendo circa 100 mt in basso per poi rimettere le pelli. Qui ieri è dovuto intervenire il 118 per soccorre un skialp caduto sul traverso ( auguri di pronta guarigione e un plauso al socorso sempre pronto e veloce ).
I pendii superiori ( da 2500 in su ) sono ben innevati e ci hanno permesso una discreta discesa nonostante l'ora tarda .
Con Paulin e Pier sempre grandi amici nell'accompagnarmi per i monti !

[visualizza gita completa con 3 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Anche oggi buone condizioni. Ottimo rigelo notturno. Unico piccolo neo le condizioni del "canalone": un pò svalangato e con poca neve... Passato, sia in salita che in discesa, nei pressi della rocca Bianca riuscendo così a fare la gita completamente sci ai piedi. Eccezionale sciata sui pendii in alto!! In compagnia di Sergio! - 113 -

Un saluto aggiuntivo a Starmountain incontrato ieri all'Aiguille Rousse.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: buono si va oltre il lago serru
quota neve m :: 2200
Nel giro di un giorno le condizioni in valle dell'orco sono cambiate. Nulla e' servita la nottata serena con rigelo, il caldo gia' presente alle 06 della mattina, ci ha fatto desistere alle ore 08,30 a 400 mt sotto la cima rapido dietro front per le condizioni sempre piu' pappose del manto, rientrando abbiamo preferito passare dal col del nivolet. Gia' alle 11.00 notavamo notevoli scaricamenti di neve dai pendii rocciosi ancora carichi.
Salito in compagnia di Gian


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
partiti speranzosi da Venaria,arrivati al parcheggio del Serrù alle 6.15 con temperatura fuori del comune , 6 gradi nuvole basse con qualche prazzo di sereno. Raggiunto il colle dell'agnello, calzato gli sci e subito la conferma della giornata no. si sprofonda metà scarpone.in queste condizioni siamo saliti sino a congiungersi con il percorso del Nivolet e poi abbiamo deciso di rientrare. Siamo scesi dalla parte del Nivolet allungando la gita. Si pensava di finire la stagione in bellezza , non certo così, pazienza. Rientrati al parcheggio, abbiamo incontrato un simpatico gruppo di Bergamo appena sceso dalla cima del Carro , anche loro delusi per le condizioni del percorso.L'unico lato positivo:il sempre eccezzionale ambiente della valle dell'Orco. Grazie a Piero per la compagnia

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: macchina sino allo spazzaneve 150 mt circa sotto il serrù
quota neve m :: 2100
Tolti gli sci per fare il colle dell'Agnel,poi rimessi per bel giro turistico direzione nord e poi ovest verso la cima.Corde fisse e spit nuovi di zecca per risalire roccette e sfasciumi.Discesa impareggiabile sino al colle dell'Agnel.
Grazie ai compagni Jack,ottima guida,e fox1;fox2 è venuta per colazione e pranzo.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: pietre sulla strada ma si arriva al nivolet senza problemi
quota neve m :: 2600
da stamattina strada aperta fino al colle del nivolet. sci a spalle per circa 30 minuti, poi neve continua.
ottimo rigelo e stamattina temperatura fredda. neve sensazionale, la migliore della stagione, dalla cima fino a 2900 mt (tratto che non si poteva non risalire..!). sotto sempre molto bella anche se il colore arancione non invita ma è solo un'apparenza; divertentissimo il canale tra i 2900 e i 2600 mt. con un gava e buta, si può scendere fino a 2480 mt.
tolgo una stella per il tratto di sci a spalle (con annessa breve risalita alla strada), forse lungo rispetto alla gita nel complesso.
saluto chiara e andrea e franco perino incontrati sul percorso.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2700
tempo bello tanti funghi

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2900
Saliti molto tardi, dal Nivolet, abbiamo trovato neve ovviamente marcia e tuttavia piuttosto sciabile.
Molte le slavine superficiali determinate dagli sciatori in discesa.
Gita piacevole tra sole e nebbie. Magnifica fioritura in basso.
Un saluto a Marino.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Si arriva in auto fino alla sbarra dei Chiapili di sopra
quota neve m :: 2200
Portato gli sci in spalla fino al Serru, poi ad intervalli fino al Rifugio Città di Chivasso. La discesa dalla Basei passando per il vallone delle Gavite ripaga sempre.
Bel pomeriggio passato al rifugio Città di Chivasso a chiacchierare con il gestore Alessandro, che ci ha consigliato il giro delle 4 valli (Basei - Galisia - Col d'Oin) purtoppo non fatto perché arrivati al colle Nivolettaz é arrivata anche la nebbia. Discesa con strato superficiale già sciolto ma fondo ottimo, poi dal Serru in giù oltre agli sci in spalla c'era anche la pioggia. Nell'insieme comunque soddisfatto. Andare in montagna é sempre bello con qualsiasi tempo. Un saluto a Marco mio consueto compagno di gite.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2400
Scendendo assai presto (9.45 all'auto) abbiamo trovato neve ben sciabile anche in basso. Gli sci si portano 1/2 ora abbondante in discesa.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada aperta fino al colle
quota neve m :: 2500
strada aperta fino al colle. neve buona fino a metà, poi marcetta sotto. si fa ancora per poco.
PS: allo scialpinista trovato in punta: ho perso la mail con la foto che mi hai inviato!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2600
ancora ottima dalla cima fino alla parte mediana poi marcetta ma ancora sciabile nei canali e nalla arte bassa ci si deve arrangiare a cercare la neve tra le tante pietre. comunque vale ancora la pena farla anche solo x il bel panorama. fatta con gli amici elio mauro e stefano, mentre l'amico corrado con altri quattro suoi amici non ci hanno voluto seguire ed hanno optato x la punta leynir, ma ci hanno seguiti dopo in piola a mangiare un boccone.un saluto a tutti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: si arriva a 2000 metri, da giovedì si arriverà al lago Serrù
quota neve m :: 2600
ski club torino - siamo ormai quasi alla fine - per metà (quasi 600 metri di dislivello) gita estiva, con brutto tempo, vento, scarponi da sci e sci sul sacco. Poi brutta neve. Pare - notizie incerte - che Giovedì a strada fino al Serrù. Fino al Nivolet, si spera per il 10 Giugno.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Si arriva alla sbarra a Chiapili
Partiti da Chiapili, con strada pulita ma sbarra chiusa. Siamo saliti dal canale che sbuca alla diga dell'Agnel e poi, costeggiato il lago, dall'ultimo canale a destra che sbuca sui pendii superiori. Da qui ci siamo ricongiunti all'itinerario classico. bella neve trasformata.
In discesa stesso itinerario e poi, con qualche passaggio rocambolesco fra la boschina, siamo riusciti ad arrivare sino al ponte nel fondo del vallone del Carro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada aperta fino oltre il Nivolet
quota neve m :: 2600
*** scarse, ormai siamo agli sgoccioli.
Partiti due curve sotto il rif. Chivasso.
Caldo e neve molle, comunque divertente (in alto).
Portati gli sci circa 40 minuti.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: in macchina fin dopo il colle
quota neve m :: 2700
purtroppo di notte non è gelato, quindi nella parte bassa abbiamo trovato neve molto molle ma comunque sciabile, mentre in quella alta, dai 3000 in su un 15 cm. di farina umida ma divertente. Bisogna fare attenzione all'attraversamento dei due ruscelli, che poi ruscelli non sono, tanto è vero che nel primo abbiamo dovuto fare marcia indietro per cercare un ponte di neve più in basso.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: la strada è aperta fino al colle del Nivolet
quota neve m :: 2500
Lasciato la macchina al tornante sotto il Città di Chivasso alle 6.30. Tutto il traverso che porta prima al rio Rosset e poi al rio che scende dal ghiacciaio di Basei è privo di neve. Attraversato il secondo rio si calzano gli sci e, ancora per poco, non si tolgono più. Fino alla strettoia del canalino dell'anfiteatro neve a grossi buchi, nei tratti ripidi dei canalini neve piuttosto lavorata dalle tracce, sopra neve liscia molto bella. Non ha gelato fino all'inizio del ghiacciaio. Discesa iniziata alle 9.40, la neve ha iniziato a mollare 200 m sotto la cima, sempre ben sciabile fino quasi in fondo, si sprofonda negli ultimi 50 m (poco dopo le 10). Bella giornata con Mari, prima in punta e prima in fondo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada aperta fino al Nivolet
quota neve m :: 2600
Giornata fredda. Partito dal Nivolet e sceso alle 10.00 ma si poteva scendere tranquillamente + tardi. In basso la neve scarseggia anche se è di ottima qualita e bisogna destreggiarsi a trovare le lingue innevate. Dopo il canalone sotto il ghiacciaio e meglio spostarsi a dx e scendere nella parte bassa del pianoro del Rio Rosset.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: strada aperta due tornanti sotto il nivolet
quota neve m :: 2500
la basei è sempre una bella gita ma la neve oggi non era granchè...il tempo è migliorato rispetto alla partenza da casa con la pioggia, nuvolaglie, occhiate di sole e un po di vento oltre 3000 metri. partiti alle 6.50 dall'alpe agnel e saliti al fortino, e poco dopo questo si mettono gli sci (togliendoli poi un paio di volte). neve marcissima da subito: nella notte non ha gelato e ci ha pure piovuto sopra fino a 2800m. faticoso per via della neve marcia il canale. insidioso e non rassicurante il traverso che sale al ghiacciaio, di un marciume unico. ci è parso conveniente togliere gli sci per un breve pezzo (ma a piedi si sprofondava fino all'anca). sul ghiacciaio un pelino meglio, specie oltre i 3050 m dove però ci si è messo lo zoccolo sulle pelli...10 cm di neve fresca che pareva colla...solo oltre i 3200 era un pochino più leggera. ghiacciaio ben innevato. discesa intrapresa alle 10.45, molto bella la prima parte del ghiacciaio, con neve fresca pesante su fondo abbastanza solido, poi peggiora quasi subito...così marcia che marcia non si può!! nello scendere dal ghiacciaio abbiamo provocato diverse slavine superficiali di neve fradicia. il canale è stato relativamente piacevole. siamo scesi sfruttando i resti di slavine, più solidi ma disseminati di pietre e pietruzze, fin sul piano del rio rosset. risaliti quindi a piedi al fortino e ridiscesi all'alpe agnel. non pago ho aggiunto la salita a piedi del truc dell'agnel. che dire? beh, neve abbastanza brutta (davvero troppo marcia) ed è un peccato perchè i pendii rendono bene. la discesa è stata comunque relativamente piacevole. se stanotte non gela più che bene è da sconsigliare domani qualsiasi gita: o gela forte o domani in giro ci sarà una crosta immonda. spero di fare ancora una gita e poi si chiude. un saluto ai compagni di gita.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Prima gita della nuova stagione (dopo un assaggio sulle piste di Cervinia sabato). La neve è continua sopra il lago Serru' (circa 2300). Siamo quasi sempre saliti con gli sci nello zaino, sopra i 2800-2900 usando i ramponi per la neve molto dura (che abbiamo tenuto per un breve tratto anche in discesa). Per il resto condizioni veramente buone, peccato che in basso non ci sia neve e la sbarra sia chiusa.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
partiti dal piano del Nivolet, poco sotto il rifugio città di chivasso. a piedi per una ventina di minuti, poi si calzano gli sci. Discesa alle 9.30 con ottima neve che cominciava a mollare, rendendo ben sciabili anche i pendii solcati da rigole. In discesa, sfruttando lingue e colatoi di neve, si arriva a 10 minuti dalla macchina. Con bruno e teresa. Forse è giunto il momento di andare al mare...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Si arriva in auto all'A. Agnel m 2329, poi per nevaio e sentiero si 'porta' sino al Colle dell'Agnel m 2508 da lì neve, pur con qualche discontinuità all'inizio. Noi con la tavola abbiamo portato le ciaspole ma non le abbiamo utilizzate. La neve in discesa bella per 5/600 m poi molto rigolata di scarsa godibilità. Scesi alle 9 la neve si è mantenuta compatta. Le tre stelle per giornata e ambiente. Io ed Enrico con la tavola e Luca con gli sci ci riteniamo appagati di questa generosa stagione e salutiamo gli amici 'virtuali' e non con l'augurio di buone ferie.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
A piedi fino al colle d'Agnel 2508 m. (15 minuti), poi con qualche discontinuita iniziale neve fino in punta.
Nella prima parte rigole di calore pittosto profonde.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): ...tipo di neve ...
Bella gita x concludere una ottima stagione. Il plateau superiore è in buone condizioni, non tanto la parte bassa con superficie molto rugosa. salutoni ai compagni di gita beppe e roby, a chiara e davide incontrati al mila ed a tutti i gulliveriani... salvo ripensamenti, ci si vede alla prossima stagione!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bella gita, anche se x un attimo ho creduto che il tempo ci fregasse..al sereno del mattino è succeduto un rapido fiorire di cumuli, il peggioramento era in ritardo (ho potuto assistere alla formazione "live" di una cella temporalesca sulle valli di Lanzo..)...ma protestando col "direttore generale" si è aperto giusto giusto per la discesa...Neve durissima al mattino, coltelli indispensabili. A piedi dall'alpe Agnel fin poco dopo il fortino. Qualche cautela nel canale che sbucava verso i 2900 e soprattutto nel ripido traverso per accedere al ghiacciaio. Poi nessun problema fino alle roccette della vetta,raggiunte nella nebbia. Tempo di prepararsi e si è aperta una rassicurante schiarita. Scesi alle 9:50, su un firn liscio come un biliardo, ancora un po duretto, ma spettacolare. Sono sceso per il tratto più ripido del ghiacciaio (penso sui 35°..) col sole che stava rendendo perfetta la neve...Bello anche il traverso totto il ghiacciaio e poi quasi tutto il canale, dove abbiam ttovato un'ottima marciotta, anche se lavorata dai passaggi. meno divertente il tratto tra 2750 e 2500, troppo irregolare il manto e ancora duretto, ma sfruttando una zona più liscia siamo arrivati nel pianoro sotto il fortino. Risaliti sci a spalle, siam scesi giù per il sentierino, col tempo nuovamente in peggioramento. Mi sono tenuto alto e ho preso il canale di valanga che scendeva sull'alpe agnel. Cosa non si fa x 10 curve in più...saltando come un camoscio ho inanellato le ultime curve della stagione, su ottimo firn, arrivando a pochi m dall'auto. Tutto sommato una bella discesa a parte il tratto centrale, ma sul ghiacciaio era davvero da 5 stelle. Eh già, mi sa che siam proprio arrivati alla fine. 30° sigillo di una stagione cominciata il 9 novembre, una stagione decisamente spettacolare e, spero non irripetibile. Che dire? Credo sia tempo di tornare a camminare x sentieri...l'estate avanza verso l'alto col suo carico di colori e di profumi. Un saluto ai compagni di gita Beppe e Giampaolo e agli amici Chiara e Davide incontrati in vetta. Un saluto anche a tutti i gulliveriani, e alla prossima!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Sci ai piedi dall’auto, in quanto la strada è aperta fino al Lago Agnel. Poi si tolgono gli sci per circa 15 minuti per risalire il ripido sentiero che porta al fortino (quota 2500 circa). dopodichè neve continua.
Oggi giornata freddissima con vento (-6 °C in vetta alle h. 10). La neve non ha mollato granchè neanche verso le 11. Sul ghiacciaio neve molto bella e sciabile (sul duro…); in basso sempre abbastanza dura ma rovinata da profondi solchi che impediscono di godersi la sciata. Ormai la neve non ce la fa più…
Saluto i numerosi “amici di merenda” incontrati al Mila!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Partiti poco oltre il lago Serru, sci in spalla sino al fortino, poi dopo l'innevamento è completo ed abbondante tranne piccolissimi tratti.
Giornata discreta e non molto calda.
La neve è ancora abbondante oltre i 2.500 ed anche piacevole, ma credo che la stagione sia solo più riservata agli scialpinisti più incalliti ..... anche se qualche gita nei dintorni sembra ancora fattibile (Aiguille)
Saluti al mio nuovo compagnio di gite..




[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: un po' molle ma ben sciabile
Strada tutta aperta; qualche numero per passare bene i torrentelli e i canali ma buona sciata anche se la neve mollava nel traverso alto. Unico neo la nebbia verso la punta e qualche goccia all'arrivo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Peccato la nuvoletta di Fantozzi proprio sulla vetta. Ma bella conclusione di stagione!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
per fortuna il locale invernale del città di chivasso è sempre molto accogliente e quindi abbiamo evitato la forte pioggia della notte che ha reso molto molle la neve nel primo canale.
sul ghiacciao nonostante la neve molle e la fitta nebbia, siamo riusciti a toglierci la voglia di sci grazie alle discrete ma ultime curve stagionali

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Ottime
neve (parte superiore gita) :: Molle ma nel complesso sciabile
Si arriva in macchina al Colle del Nivolet e la si lascia alcuni tornanti sotto il colle in direzione dei due laghi della Civetta. In compagnia di Roby, sci in spalla per più di mezz'ora prima di calzarli alla base del primo ripido canalino dove siamo stati colti dalle nebbie. Arrivati in vetta per ultimi alle 11:20; purtroppo non abbiamo goduto il presumibile bel panorama a causa delle nebbie e delle nuvole basse. Penso proprio che questa sia l'ultima gita della stagione (quest'anno annata magica con 24 gite all'attivo). Un saluto a Guido che questa volta non ci ha dato retta ed è partito per conto suo ... Arrivederci al prossimo inverno a tutti i gulliveriani ...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: pesante in alto . compatta in basso
partiti da q.25oo ca. con sci a spalle sino al colle. in discesa sfruttato lingue di neve sino alla macchina. tempo bello con nebbia in quota.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: pesante,marcia ma sciabile
Molto probabilmente l'ultima della stagione.Partiti da q.2480,nei pressi dei laghetti della Civetta.Saliti al colle del Nivolet, ridiscesi sul piano del rio Rosset perdendo oltre 100 m di dislivello. Poi finalmente sci ai piedi, salita per i ripidi canali già con neve marcia alle 8.30 del mattino. Particolarmente faticoso il 2° canale, e l'ultimo traverso sul ripido pendio di neve marcissima appena prima di salire sul ghiacciaio, dove si trovava neve ottima e pendii splendidi fino alla base delle roccette finali. Panorama splendido. Siamo scesi tardi, quasi all'1, ma la neve era sciabile, seppur marcia e pesante, ma tale da regalarci una gran discesa in ambiente grandioso. Un po di tribolazione sul traverso sotto il ghiacciaio, ma no problem fin nei pressi del fortino del colle Agnel. Relax assoluto dopo la sauna, e discesa sci a spalle per il ripido sentierino fino allìalpe Agnel, dove il sottoscritto (pazzo!) ha rimesso gli sci per sfruttare un'ultima chiazza di neve...Autostop per ritornare all'auto (grazie ai due pensionati di Gattinara..). Decisamente una gran gita, nonostante la neve pesante, ma è stata una discesa degna di una fine stagione. Un saluto a tutti i gulliveriani, ed un arrivederci al prossimo anno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata/marcia ma sempre sciabile
Il tempo di oggi, purtroppo, non ci ha consentito di vedere lo splendido panorama dalla vetta, ma la sciata è stata decisamente splendida, dall’inizio alla fine, una delle migliori della stagione (visibilità sui pendii sempre buona).
Siamo partiti dall’auto a quota 2000 m. circa - dove è ora collocato il divieto di transito - con un tempo poco promettente (vento e nebbia sulle vette); abbiamo portato gli sci a spalle fino all’altezza del Serrù (2200 m.). In discesa abbiamo trovato neve completamente trasformata; in alto anche pochi centimetri di neve fresca, che ci hanno creato un po’ di problemi in salita (per lo zoccolo…!); per tutta la discesa, comunque, sempre neve decisamente sciabile, anche nei tratti finali in cui era più marcia. Saluto i compagni di gita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: discrete (con attenzione)
neve (parte superiore gita) :: variabile
Ambiente invernale, partiti dal rifugio Chivasso al colel del Nivolet (un saluto ad Alessandro, ottimo gestore!). Molta neve, alcuni tratti da percorrere con prudenza. In alcuni tratti farinosa, in altri ventata, in basso molto molle. Strada del Nivolet chiusa dalla sbarra, circa 40 minuti a piedi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: ottime
neve (parte superiore gita) :: molle ma ben sciabile
Mai visto un caldo del genere a 3300 metri, in costume da bagno sulla cima!
Nonostante il caldo, la neve è risultata molto ben sciabile, molle in superficie ma compatta appena sotto, molto stabile. Bello il canalino, dove però cominciano ad affiorare alcuni massi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: marcia sciabile
Dal Colle del Nivolet, strada aperta. neve dal canalino, qualche problema di tenuta pelli, ma partiti tardi,circa 3/4 d'ora sci a spalle in andata edi in ritorno.Neve marcia ma divertente e perfettamente sciabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2/5
neve (parte superiore gita) :: pappa
strada aperta fino a Bastalon (100 metri prima del punto panoramico). molta neve ma molto caldo. sui versanti a sud distacchi superficiali anche spontanei e anche di grandi dimensioni. il pericolo e' relativo, ma stare un po' all'occhio non guasta...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: ottime
neve (parte superiore gita) :: primaverile, dura in alto
In auto fino all'alpe Agnel (un po' di ghiaccio), poi sentiero estivo colletto Agnel. In discesa, dopo il diagonale, leggera risalita a destra fino a traccia camo-sciabile che riporta alla neve nel vallone delle Gavite, da scendere tenendosi a sinistra in basso,fino all'auto. Per pochi giorni.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: ottime
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Partiti ore 6 scesi alla macchina (fino ai laghi) ore 9, neve che cominciava a mollare decisamente in basso. Sci dalla macchina. Gradevole fuga di inizio giornata!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3
neve (parte superiore gita) :: marcia
Strada chiusa a circa 2150 m. 10 min a piedi e poi neve. Salita per val delle Gavite, poi traverso instabile e il canalino con neve pesante. Il successivo tratto ripido di accesso al ghiacciaio ancora più marcio, sopra invece niente male.
Discesa per il Col Agnel, con un centinaio di metri fatti a piedi su sentierino sotto al fortino.
Neve molle in basso già alle 9 del mattino.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3
neve (parte superiore gita) :: molle/polverosa pesante
Si parte sci ai piedi a q. 2.050 circa. Siamo saliti sulla sinistra (colletto Bianco). Fin verso i 2.300-2.400 la neve non ha gelato, ma in discesa e' risultata sciabile. Belli il canale ed i pendii finali (dura sotto con neve fresca un po' smollata sopra).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2(grazie a temperatura non elta)
neve (parte superiore gita) :: **
Con gli sci fino a 1950m.Salendo 40 min a piedi.
Non ha gelato nella notte.Fin verso i 2800 marcia,che più marcia non si può.Sopra gessosa su portante.
Il manto nevoso non è ben assestato.Occhio ai pendii

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BSA :: F :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 2275
quota vetta/quota massima (m): 3338
dislivello totale (m): 1050

Ultime gite di sci alpinismo

18/10/17 - Plateau Rosa da Cervinia - luca94
Dal parcheggio ho seguito il sentiero n.15 molto ripido e diretto che porta all’arrivo della cabinovia di Plan Maison, da qua in poi mi sono diretto al colle del Teodulo (3290) seguendo prevalenteme [...]
20/09/17 - Lonquimay (Vulcan) Face sud - Thommy
Luoghi Incredibili, Panorami Mozzafiato ed ottime Condizioni. www.thomasscalisemeynet.wordpress.com
13/08/17 - Breithorn Occidentale da Cervinia - loryefranco
Un Breithorn fantastico!!!Scesi dalla punta fino alle piste su crosta portante liscia come un biliardo,bellissima la neve in pista che alle 12,00 non aveva mollato.Solo in 4 in vetta con gli sci!!, Tempo stupendo,zero vento,aria fresca.:-)
08/07/17 - Breithorn Occidentale da Cervinia - fyplom
Partiti dal plateau rosa verso le 8.15. Parecchi alpinisti sull'itinerario. L'ultimo pezzo con gli sci sullo zaino e ramponi. Diversi buchi si stanno aprendo lungo la linea di salita alla punta ma per [...]
06/07/17 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - Kowalski
Cos'altro dire al terzo gg consecutivo della stessa gita? Per cominciare che. essendo notoriamente uno snob, non sarà la mia ultima gita...dell'anno?della stagione?, del mese?. Poi che, disdegnando [...]
05/07/17 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - lakota
la stagione finisce qui, con questa spettacolare giornata in quel dell'Iseran. Rigelo perfetto. Ultime 3 discese dell'anno (una risalita fatta con gli impianti) su un bigliardo che solo qui si trova [...]
04/07/17 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - gigi02_to
Gita di chiusura della stagione con gli sci. Con Mario, Fabio e Tino. Giornata splendida con buon rigelo. Saliti a bordo pista; nel canalino la neve inizia a sparire, per raggiungere la vetta si tolgo [...]