Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 2000
Che dire, giornata sbagliata. Nuvole compatte fino ai 2000 poi nebbia. Mezza gita sui prati, almeno la neve era bella portante. Cima trovata un po' per caso. Sarà per un'altra volta vedere qualcosa del panorama promesso.
Con Eugenio e Robi, assolutamente nessuno in giro (chissà perché)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok fino a Meire Bigoire
quota neve m :: 1800
Piacevole gita insieme a Marco, che finalmente torna per monti! Nulla da dire più di quanto abbia già descritto, peccato per la parte bassa ormai secca, ma da 1800 la neve è fantastica! Temperature tropicali quasi tutto il giorno.
Incontranti alcuni skialp in questa giornata di bel sole!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Meire Bigoire
quota neve m :: 1800
Primo tratto di percorso nella boschina con neve assente, si incontra qualche chiazza che non crea problemi.
Neve continua dai 1800, primaverile portante che offre una piacevole progressione. Presente traccia skialp e di racchette, ultima parte della dorsale segnata dai numerosi passaggi dei giorni precedenti.
Bel panorama dalla cima,un po di foschia verso la pianura.
Discesa con neve che incominciava a smollare, ultimo tratto nella boschina ravanoso...
Con Fabio, finalmente dopo due mesi gita insieme, e il Buck...
Quattro stelle per la neve nella parte alta e l' ottima compagnia...

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1600
Primi 100 m di salita con poca neve, che non copre pietre ed erba, poi gradualmente la neve aumenta. Ribattuta traccia subito dopo uno skialp molto veloce, dietro di me parecchia gente ma senza esagerare (circa 20 persone). Ora c'è un bel traccione. Parte finale con neve già portante. Nevischio appena percettibile in salita, vento fresco in cima, dopo le 11:00 ha cominciato a schiarire. Discesa bella (a parte il tratto basso) su strato consistente di neve fresca, anche se un po' pesantina, e con un bel sole. Il Monviso però non si è mostrato, ed ogni tanto qualche nuvola vagante portava ancora un po' di nevischio. Dalla cima ho provato a continuare verso Riba del Gias ma... anche se non ho sentito assestamenti, non mi sono fidato (la neve sulla dorsale era parecchia e la temperatura, a parte il vento, altina).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1200
Molta neve, un 10-15 cm di fresca sulla precedente dura.
Traccia nella parte bassa devastata dai passaggi dei numerosi sciatori e da due che hanno tentato di salire solo con gli scarponi, producendo buchi paurosi. Fortunatamente alla fine della boschina hanno desistito.
In alto ottime tracce, una a sinistra diretta, l'altra, quella normalmente battuta, che se la prende comoda sulla destra.

Splendida gita, penso la migliore dell'anno sulle racchette.
I commenti di ieri mi sembravano esagerati, e invece erano verissimi. Oggi le basse temperature, con vento gelido, hanno mantenuto le condizioni di ieri.
Viste le condizioni ottimali siamo saliti anche sulla Riba del Gias.
Discesa veloce su neve perfetta.
Con Mina.
Alle Meire Bigorie un'affollatissima tavolata del CAI Rivoli con i loro amici di Ravensburg.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ancora alcuni tratti ghiacciati
quota neve m :: 1000
Nulla di particolare da segnalare
Spaziale ciaspolata nel bianco del Cervetto. Temperatura ancora sufficientemente fresca da conservare il manto da inizio alla fine. Una quindicina di appassionati tra ciaspole e soprattutto skialps. Aggiungo che si tratta di escursionepiù per skialps che ciaspolatori


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: buono alcuni tratti e innevata meglio avere gomme da neve
quota neve m :: 1000
Oggi molti scialpinisti lungo il percorso contati circa 70,innevamento da favola piu di un metro gia alla partenza Meire Bigorie 1498mt. la traccia molto buona,saliti in 2:45 ,gita fantastica oggi in compagnia di Guido...alla prossima

[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: gomme da neve necessarie fino a Sant'Ilario, poi (al mattino) catene
quota neve m :: 1300
Partiti dai 1300 metri della frazione Sant'Ilario (di Deandriana memoria:"tutti si accorsero con uno sguardo che non si trattava di un missionario"): più avanti la strada era (ma solo al mattino) innevata...e quindi abbiamo allungato di 2,5+2,5 Km la gita. Tempo molto bello, ma in cima è arrivato Eolo, che ci ha accompagnato per buona parte della discesa, anche con raffiche da "patagonia mon amour"!
Pista strabattuta e decine di salitori, per la maggior parte diretti alla nostra meta.
Con la necessaria compagnia di Gian Mario.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: meglio termiche per pochi metri
quota neve m :: 1500
Salito con Gianni, in mezzo alle nuvole e qualche fiocco di neve. Poi è uscito un bel sole. Il vento del giorno prima ha spianato tutto. Stranamente solo noi due al Cervetto. Al ritorno solita fermata per mangiare dai simpatici gestori e tre skyalp che sono saliti a Garitta da Pian Munè poi scesi a Meire Bigorie... pasta e fagioli... salita a Cervetto e discesa a Pian Munè. Complimenti

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ghiaccio sulla strada
quota neve m :: 1500
Facile gita, scelta per il basso rischio valanghe e per il limitato tempo a disposizione. Non facile individuare il sentiero, per questo potrebbe aiutare servirsi di traccia gps.
Bella gita ed un ottimo modo per passare il primo giorno del 2014. Peccato solo che il sole sia scappato dietro le montagne già nel primo pomeriggio, costringendoci a scendere prima di aver raggiunto la meta.. colpa nostra d'esserci svegliati tardi per via dei bagordi della notte precedente.
Segnalo il comodo agriturismo le Mulattiere (che si incontra lungo la strada per raggiungere le Meire Bigorie) gestito dalle gentilissime Irene e Grazia.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1400
Nulla di rilevante
Dopo 4 mesi di inattività, finalmente una bella gita, il Cervetto mi sembrava ideale per "testare" le gambe, (che hanno risposto benissimo, come se non fossero passati tutti questi mesi). Giornata nuvola ma non fredda +1-0, anche in vetta (peccato per il vento gelido degli ultimi 200 metri, che non mi hanno permesso di fermarmi molto), neve già alla partenza e continua. Oggi moltissima gente come al solito.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Macchina al centro fondo e agriturimo
quota neve m :: 1500
Bella gita, traccia molto evidente. Neve mlto dura. Presenza di neve sopra l agriturimo, paesagio mozafiato senza nuvole e temperature alte. Molti sciatori. Discesa nve dura, ma sotto crosta polverosa. in cima con maniche corete e senza vento.
Ringrazio Elena, Gianni e Simone


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: -
Oggi neve a tratti farinosa a tratti con crosta.. Gita con ottimo panorama sia sul Viso che sulla pianura! Alla prossima!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: buono
Giornata tersissima, molto freddo alla partenza.Neve ottima
Gita condizionata da un "colpo della strega" mattutino ma, come si fa a rinunciare alla prima racchettata di stagione? Con il duo "chi li ha visti?" Flo e Giannino con le racchette,Daniela, Giulio (in attesa di una testa nuova...del femore) e Roberto con gli sci.
Buona stagione a tutti


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
Neve ottima in giornata bella anche se non particolarmente calda. Salita diretta con grandiosa vista sul Monviso.
Alla prossima

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Meire Bigoire
quota neve m :: 1500
Rapida gita mattutina in compagnia di Davide e Giorgio. Partiti in realtà per la Cima di Crosa passando dal Colle di Cervetto, seguendo la stradina fino all'alpe Tartarea su ottima traccia (solo un delicato e ripidissimo traverso poco prima della costruzione). Poco sotto il colle tuttavia, il meteo poco incoraggiante con cielo che si sta coprendo rapidamente, ci convince a proseguire lungo la traccia che prosegue ripida verso la Testa di Cervetto, su neve più faticosa. Rapida permanenza in cima quindi rapidissima discesa lungo il percorso classico fino all'auto.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1300
Effettuiamo il percorso in salita passando per l'alpe Tartarea 500 mt. prima dell'alpe troviamo la strada completamente piena di neve ove si crea un unico pendio scosceso e ghiacciato con pendenza verso un dirupo, L'escursione in presenza di scarso innevamento non presenta particolari problemi ma in questa occasione erano utili ramponi e picozza al fine di scalinare, passato in tre il tratto da panico mentre parte del gruppo ripiega. Procediamo successivamente senza problemi sino alla cima passando per il colle e chiudendo il percorso ad anello alle Meire Bigorie Giornata fredda ma con un bel sole.
un ringraziamento al gruppo CAI Cumiana


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
giornata bella bella. molte tracce (sci) sui pendii.con Alessandro,rammaricato di non aver portato gli sci su questa neve..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Termiche indispensabili per raggiungere il park
quota neve m :: 1200
Chi ha relazionato ieri nella sez.skialp ha scritto che è salito con catene ma al ritorno era tutta sciolta!
Un par di ciufoli,l'ultimo km stamattina era innevato e la macchina spanciava sulla neve e senza termiche adeguate non si saliva(chiedere agli skialp che hanno dovuto parcheggiare molto più in basso di Meire Bigoire)e solo alle 10(quando partivo per tornare a casa)c'era lo spazzaneve in azione.
Come al solito l'apposita casella sull'accesso stradale è usata poco e male!
Gita tranquilla per togliere la polvere alle racchette,la parte bassa sta crostando mentre in alto si trova ancora farina e l'ultimo tratto per arrivare in punta è già spelacchiato per il forte vento di ieri e di oggi,vento che fortunatamente ha cessato di colpo verso le 9,30 lasciando spazio ad una giornata decisamente calda.
In discesa incontrato molti skialp che salivano, un saluto a Fyplom incontrato al park.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: termiche necessarie
Piacevole camminata con Mariuccia che a soli due mesi dall'ennesimo, sfortunato incidente al ginocchio, ha ripreso mostrando una volontà di ferro, ancor più dura della neve(?)di oggi. In una parola: trionfo della crosta, risultato di un micidiale mix di vento/phoen/rigelo perfino suggestivo a vedersi: alle Bigorie sembrava di essere su un lago gelato!
Ovviamente con le ciaspole va tutto bene, anche se non vi sono due metri consecutivi di manto regolare in tutta la gita, pertanto oggi non ho rimpianto gli sci (e non mi lascio spaventare facilmente...). Cielo sereno, tersissimo, vento caldo panorami stupendi

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buona - senza problemi
quota neve m :: 1700
Passato il ponticello tenere la sin. e poi risalire il versante boscato (andando verso dx. il bosco è più fitto). Assenza di neve sino a m. 1700; poi neve a chiazze sino a m. 1800-1900; calzato le racchette a circa m. 2000; neve ottima con crosta portante ma non gelata; conviene tenersi sul lato sin. del versante dove la neve è meno incisa da tracce di ski; dalla cima vista spettacolare fronte Monviso e alta Valle Po; in assenza di vento temperatura primaverile.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1100
L'idea iniziale erano i Fortini di Crosa, pensando che fossero venuti giù una decina di centimetri di neve fresca. Invece appena arrivati alle Meire ci siamo resi conto che ve ne era in quantità industriale (almeno un mezzo metro e in vetta ancora di più), con i pendii carichissimi. Quindi abbiamo ripiegato sulla sicura Testa di Cervetto.
Con gli Evergreen del CAI Pianezza + un infiltrato. Abbiamo aspettato che la dozzina di scialpinisti ci battessero una traccia decente , poi siamo partiti noi. Ma comunque abbiamo avuto qualche difficoltà, perchè spesso si sfondava ugualmente, specie Franco che è un po' più pesante.
In punta bel panorama anche se velato verso la pianura e con cumuli in formazione.
Discesa tranquilla sulla traccia. Se si usciva erano problemoni. Solo in basso si poteva tagliare un po', visto che la neve aveva smollato parecchio.
Comunque oggi non ho invidiato per nulla quelli con gli sci, che hanno penato molto più di noi.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok fino a Meire Bigoire
quota neve m :: 1200
Neve perfetta,dura in basso e 2 dita di farina su fondo duro in alto,sole e cielo blu',peccato per il vento patagonico che si e' alzato nel tratto finale.Sono arrivato alla cima letteralmente sabbiato dalle raffiche e un saluto ai miei guanti volati chissa' doveGita un po' corta ,ma bel panorama dalla cima.
Incontrato alcuni ski-alp lungo il percorso..


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: io sono arrivato fino a Oncino, poi a piedi
quota neve m :: 900
Viste le condizioni generali della neve e tenendo ben presente il "rischio 3" previsto su Alpi Liguri, Marittime e Cozie...ho trovato una delle poche mete fattibili senza correre alcun rischio...la Testa di Cervetto da Meire Bigoire ! Peccato che i miei soci che dovevano esserci...hanno avuto paura del bollettino delle valanghe e valutato pericolosa questa gita..e hanno tirato il pacco...perdendosi una buona occasione e una bella gita ! Ma io non ho rinunciato e sono partito ugualmente da solo. Arrivato a Oncino per le 8,30 ho provato a salire fino alle Meire Bigoire, ma trovando la strada con neve ghiacciata e ghiaccio...ho preferito parcheggiare a Oncino e salire a piedi alle Meire. Fortunatamente uno scialpinista di Saluzzo mi ha dato un passaggio fino al parcheggio delle Meire. In salita ho potuto contare su una buona traccia già presente e battuta da almeno una trentina di scialpinisti saliti stamattina. La neve era farinosa e asciutta, ma con poca consistenza...infatti appena fuori dalla traccia era dura cercare di salire..! In salita ero dietro ad un bel gruppo di scialpinisti, la pista era ben battuta, sia dai pendii iniziali che sull'ampia dorsale NO. In salita ero l'unico ciaspolatore, poco sotto la cima ho incontrato altri 3 ciastristi che scendevano. Giornata favolosa e cielo sereno, panorama vastissimo dalla cima. Mi sono trattenuto per oltre 1 ora, oggi freddo e vento hanno concesso una tregua ! In vetta ho incontrato 4 scialpinisti di Barge, un ciaspolatore solitario di Pinerolo, oltre a Giuliano e Daniela di Moretta, con i quali ho condiviso la vetta e la discesa...che ringrazio per la compagnia. Una gita veramente piacevole che mi ha decisamente soddisfatto.
Gita fatta in giornata, la salita in solitaria e in discesa con Giuliano e Daniela, ottima compagnia ! Un saluto a tutti e...alle prossime gite !


[visualizza gita completa con 18 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
Partito da solo alle 7.30 in punta alle 9. Giornata bellissima con un po' di vento in punta. Alba stupenda per fotografare il Viso. Al ritorno tantissima gente che saliva.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: ok fino alle meire bigoire
quota neve m :: 1500
Probabilmente tra qualche giorno toccherà portarsi le ciaspole per un pezzetto...
Comunque adesso si calzano dal ponte; fino a 2000m circa la crosta non porta più di tanto, oltre va un pò meglio.
Sulla cima l'ometto non si vede ci devono essere almeno 2,5 metri di neve.
Con fausto e il mio inseparabile 4 zampe.
Abbiamo incrociato solo due scialpinisti che scendevano verso le 9,30, quindi sono riusciti a "galleggiare" un pò sulla neve, in discesa sotto i 2000 polenta a go-go ci siamo comunque divertiti parecchio


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: catene o termiche indispensabili oltre il paese di oncino
quota neve m :: 800
Ottima meta per una gita flash (2h55 A/R pause incluse).
Quanta neve, soprattutto in basso dove non ha lavorato troppo il vento (quasi 1,5 cm a Meire Bigorie)!
Buona traccia di sci per la salita, 30 cm di farina su fondo duro per la discesa, fatta in linea diretta cima-parcheggio (35 min). Oggi in ottima compagnia di Enrico, in mezzo a molti ski-alp. Auguri a tutti.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Gomme termiche o catene da Oncino alle Meire Bigorie
quota neve m :: 1300
Salita facile e sicura prima del maltempo. Ottima la traccia del giorno precedente nella neve farinosa. Manca un po' di fondo in discesa. Con Roby, Marco ed il loro papà Franco.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1600
Freddo, nebbia e galaverna alla partenza da Borgata Ruà di Sampeyre. Sbucati al sole ai 1900 m con caldo e panorama eccezionale. La quarta stella è appunto per il panorama e il clima in quota. Peccato doverci reimmergere nelle brume e nel freddo che ci hanno attesi tutto il giorno.
Gita intersezionale CAI Saluzzo, Aosta e Chatillon con una cinquantina di partecipanti.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1500
Condizioni ideali per le racchette. Neve duretta, il giusto.
Tempo splendido, secondo le previsioni, con il mare di nuvole sotto. Escursione ad anello, passando al ritorno per il Colle di Cervetto, per arrivare al quale occorre però togliere le racchette prima del colle. Sotto il colle ancora neve da favola!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: pulita fino alle Bigorie
quota neve m :: 1400
LA gita. Condizioni ideali, ringrazio per lo spunto chi ha recensito questa gita sabato scorso.
Pistone ben battuto, varie possibilità di scelta, alcune dirette altre meno. Prima parte nella boschina un po' più ripida, poi i pendii si aprono e si sale più regolarmente.
Con questa neve in salita si "vola", portante, dura ma non troppo. Verso la cima è quasi pelata, ma con le racchette non è un problema.
Raggiunto da una masnada di scialpinisti, dopo una breve sosta (vento teso e freddo) ho proseguito sull'ampia dorsale verso il Monte Riba del Gias, raggiungibile in meno di mezz'ora dal Cervetto.
Qui solo altri 5 ciaspolari, due saliti sul mio stesso itinerario, altri da Becetto, in val Varaita.
In discesa ho tagliato dritto per gli ampi pendii, senza dover ritornare alla Testa di Cervetto, con una neve favolosa, divertente, farina leggera nonostante il sole caldo.
Che dire, in Valle Po non si sbaglia mai... già solo il paesaggio con il Viso a portata di mano vale la gita. Se poi le condizioni meteo/neve sono queste..beh ci torno ogni settimana!
Tantissimi scialpinisti, ma parecchi anche con le racchette.

foto nei prossimi giorni su


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: Senza problemi fino alle Meire Bigorie
quota neve m :: 1000
Da non perdere. Iniziato la salita alle 8,20 con -5°.Tempo stupendo, grande traccia x le racchette, un pò a destra (salendo) di quelle x gli sci. Quanta neve; come sempre la Valle Po regala delle escursioni uniche. Solo in due con le racchette, tanti scialpinisti. Grande compagnia e il mangiafioca in estasi prima della partenza x la settimana bianca a Passo Rolle, 1h 8' x salire è da .........Molto accolgiente e simpatico il gestore del bar, preparava i gnocchi fatti da lui, complimenti. Per la discesa seguito la traccia di salita degli scialpinisti (vedi traccia GPS).

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1400
Salito non per il percorso indicato, ma seguita la stradina innevata fino all'Alpe Tartarea. Da qui l'idea era quella di salire al Colle di Cervetto e passando per il Monte Riba del Gias raggiungere la Testa di Cervetto. Purtroppo le nuvole e la nebbia hanno iniziato a farsi minacciose... con un traverso orizzontale mi sono portato sotto al pendio della Testa di Cervetto e sono risalito al colletto tra questa e il Monte Riba del Gias. Da qui in pochi minuti si arriva in vetta alla Testa di Cervetto. Veloce discesa alle Meire Bigorie per il percorso 'classico'.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Giornata stupenda, senza una nuvola.
Si cammina per venti miniti prima di poter usare le ciaspole,
dopo neve trasformata sino in cima.
Proseguiti io e Antonella sino a Riba del Gias e Testa di Garitta Nuova e ritorno scendendo dai pressi del colle di cervetto.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Giornata ottima siamo fortunati freddo ma assenza di vento anche in cresta, che ci ha permesso percorrendo la cresta a tratti piuttosto spelacchiata di andare prima a Riba del Gias poi su Testa di Garitta Nuova.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
dal parcheggio di Meire Bigorie si attraversa subito il ponticello e si cerca di seguire il tracciato di racchettari e scialpinisti.
Poco prima di noi gli organizzatori hanno posato i segnali per la ciaspolata che si terra' domenica 26/2, e questo ci ha agevolato, anche perche' nebbia, vento e tormenta hanno complicato non poco il tragitto, per non parlare della neve, assolutamente irregolare, umida, pesante, in basso, farinosa e con crosta portante un passo si' e uno no

ci siamo fermate ad un centinaio di m dalla vetta, a causa della tormenta e della stanchezza...tanto il panorama non avrebbe offerto un granche', data la visibilita' nulla..peccato!

per fortuna durante la discesa il cielo si e' aperto per una decina di minuti e ci ha offerto luci spettacolari!

tanti scialpinisti

grazie al gestore del rifugio di Serre di Oncino per la disponibilita' offerta per la nostra sicurezza

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
saliti racchette a spalle fino alpe Tartarea poco dopo inizia la neve.In basso la neve era un po' cedevole invece il tratto terminale era bello ghiacciato cosa che ha richiesto attenzione in discesa.Abbiamo cercato di proseguire sulla cresta in direzione del monte Ribas ma essendo sprofondati 3 volte in mezzo alle pietre abbiamo rinunciato.Visto una volpe

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 27/01/13 - Riku73
  • 29/01/09 - mario-mont
  • 17/11/08 - shiro
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: su dorsale
    difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 1498
    quota vetta/quota massima (m): 2347
    dislivello totale (m): 849

    Ultime gite di racchette neve

    18/11/17 - Barmasse (Bec) e Mont Ros da Mont Blanc - laura59
    Non abbiamo portato le ciaspole. Avevamo i ramponi ma non li abbiamo usati.A sud poca neve.Cima Piana è pulita.Neve nelle conche e a nord. Salito il Ros e scese dal sentiero del Raty pulito. Strada per Dondena a tratti innevata.
    17/11/17 - Gardun (cima ) Da S.Giacomo giro ad anello - massimo66
    Si parte con le racchette da S.Giacomo anche se la neve sulla strada è davvero pochina. Trovato una bella traccia cha mi ha portato sulla strada in alto poco prima del gias Gardon poi nulla....il ven [...]
    16/11/17 - Malanotte (Cima) da Lanza Serra per il Colle del Prel - giody54
    Neve assente fino a quota 1250,poi compatta .Nessuna traccia prima di noi
    15/11/17 - Rutund (Bric) da Chiazale - rudolph
    Prima uscita con le ciaspole, ottima scelta un paio di tracce di ski alp che mi hanno aiutato nella progressione e nulla di più, quindi ampi spazi di neve vergine e farinosa, in alcuni punti da cerca [...]
    15/11/17 - Durand (Cima) da Artesina - davidalba
    sempre divertente e tranquilla la Durand. Dall'auto super traccia fino in cima, neve portante anche fuori traccia, impianti tutti chiusi ma molta gente in giro, tutti sciatori ( intravisto solo qualch [...]
    13/11/17 - Mondolè (Monte) da Artesina - roberto vallarino
    Ottimo inizio di stagione con le racchette svolgendo la gita tra un buon innevamento, salendo pero' per la Turra fino alla Cima Durand incrociando parecchi scialpinisti e tra i quali scoprendolo solo [...]
    12/11/17 - Sellar (Colletta) da Ghigo - AndreaBornese
    Uscita domenicale con bella giornata soleggiata ma molto ventosa, è stata una buona occasione per calpestare un po' di neve. Le ciaspole non sono praticamente servito fino al piccolo edificio dell'ac [...]