Tsa (Mont de la) da Buthier

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Portage di una decina di minuti,poi neve continua, buon rigelo e parte finale utili i rampant.Diversi ciaspolatori e ski alp diretti alla Chaligne, io in solitaria x la Tza, altri 4 sci alp in cima, ma saliti daThouraz.Panorama completo con tantissime vette a perdita d' occhio.Discesa superlativa con neve mollata al giusto, un campo da biliardo fino alle ultime curve , poi sfruttando le ultime lingue di neve a 5 min dalla macchina

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Uscita corso SA1, saliti fino alla fine della strada sopra Buthier a quota 1500 m per partire ed arrivare con gli alle auto. Saliti fino a Costa Tardiva. Neve appesantita dal caldo difficilmente sciabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino a Buthier
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Credo sia già stato detto tutto di questa gita di oggi, meteo favorevole, panorami bellissimi ma soprattutto tanta bella neve nella parte medio-alta che ha reso questa gita la migliore dell'anno...per ora.
Un enorme grazie ai soci per la scelta, la compagnia e la birra!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita della stagione da 5 stelle !
Itinerario perfetto, messi gli sci a bordo strada (dove parcheggiato l'auto) e via, uno sviluppo graduale con le giuste pendenze fino ad arrivare in vetta.
Sicuramente è stata la nevicata di ieri che ha sistemato il tutto, soprattutto regalandoci una discesa goduriosa.
Un grazie a "ninja" per averlo segnalato.
Trote diem !!
Saluto Renato, Paolo e Gabriele e li ringrazio per la compagnia. Questo non fa aumentare le stelle (la sciabilità è un fattore tecnico), ma fa aumentare il tasso alcolico, visto che per concludere degnamente la gita la fermata in luogo di libagioni è un obbligo ! !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi la gita perfetta!
Si parte sci ai piedi dall'auto e per belle radure si raggiunge il bosco che, con strappi ripidi, porta alla conca superiore da dove si stacca l'itinerario per la Chaligne.
Dopo il bosco una decina di cm di fresca caduta nella notte che diventano 20/25 in alto.
Discesa divertentissima su neve farinosa e asciutta su pendii con pochissime tracce( le vecchie sono state ricoperte dalla neve fresca) e arrivo all'auto con gli sci, i pendii bassi avevano neve ormai trasformata, anche se non aveva smollato più di tanto, sfruttato in pieno la mezza giornata di bella meteo annunciata(previsione azzeccata), una ventina di skialp sul percorso, anche se i più si sono diretti alla vicina Chaligne, ovviamente da domani cambierà tutto vista la tanta neve prevista.
In compagnia di Enzo, Paolo e Gabriele tutti estremamente soddisfatti della gita e della bellissima sciata.


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
SPETTACOLARE! Carpe Diem. super condi oggi.Fondo perfettamente portante e trasformato su tutto il percorso ricoperto da 2/20cm di polvere leggerissima da cima a fondo.
Partito le 8 con -3° leggera brezza e temperature nel complesso fresche,vento abbastanza forte,fastidioso e gelido dalla Cresta Tardiva fino in vetta.
Neve appena sufficiente a Buthier,poi buona/ottima copertura.
Grazie ai 2 amici che hanno tracciato dalla Tza in poi ;)
Discesa i primi e come già detto da lacrime,spettacolare nn un metro fuori posto. I pendii mediani e bassi erano ancora abbastanza duri in centro ma stando a sx la cottura era ottimale.
Gita oggi giustamente frequentata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: pulita al ritorno
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Per chi volesse approfittarne domani, prima della grande nevicata prevista, ne vale la pena. La discesa nel bosco sotto la Costa Tardiva è stupenda. Al mattino la strada era sporca nell'ultimo km, con nevicata in corso; al ritorno asciutta. Con Francesco più altri due sciatori che sono risaliti sulla Chaligne.











[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: niente da segnalare
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata con velature che non hanno disturbato; le 4 stelle sono una media tra le 5 della parte alta (10 cm di fresca su crosta portante) e le 3 della parte bassa (umida e leggermente sfondosa), comunque sempre una sciabilità più che buona. Partiti da Buthier con prati al limite ( temperatura di 6° alle 8,30 ) poi dopo un centinaio di metri la situazione diventa ottimale con buona copertura.Scesi direttamente dalla punta per godere dello splendido scivolo con ottimo grip, poi bella sino all'alpeggio a quota 1900 circa, poi sempre più umida e rientro al limite su un velo che copre l'erba. Un bel percorso nel complesso.
In compagnia di Beppe e Manlio; con questa gita chiudo in anticipo la stagione a causa di un intervento chirurgico, saluto tutti i gulliveriani e auguro buone gite. A presto.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Il netto rialzo termico (+14° rispetto al giorno prima, a detta di chi c'era) ha cambiato nettamente le condizioni. Dopo aver parcheggiato più in basso della maggior parte delle altre macchine ci siamo mescolati alle lunghe file di ciaspolatori e scialpinisti.
Bosco molto ben tracciato, ci siamo poi comunque fermati al ripetitore. Siamo scesi prima in traverso verso destra costeggiando il bosco, e poi immettendoci sulla poderale per fare infine tutti i tagli possibili. Sarà che non abbiamo sciato nella parte alta dell'itinerario, sotto la vetta, ma il nostro giudizio sulla sciabilità è ben più basso di quello dato in altre relazioni.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita e giornata ben descritte nei precedenti e più tempestivi commenti che confermo.
Mi limito ad aggiungere qualche scatto e sottolineare che in giornate come questa (..."spaziale"...), il tratto superiore sulla cresta/dorsale della Costa Tardiva è davvero molto spettacolare.
Gita comunque soddisfacente e bella giornata condivisa con Roberto B. ("robyberg") e Franco G..

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: pulite
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Ormai lo sci alpinismo è sport di massa. Almeno un centinaio di persone tra questo itinerario e la Chaligne.
Temperatura in partenza alle 9 di 12 gradi, quindi caldo più che primaverile, rigelo assente, fortunatamente la salita nel bosco non ci ha fatto cuocere a fuoco lento.
In cresta ventilato piacevole viste la temperature, in vetta vento fastidioso non freddissimo.
In discesa prima parte con neve ventata ma sciabilissima, dal colle nel canalone buona e sciabile dalle baite marcione sciabile con attenzione, come già datto in altro repport per fortuna non ha gelato.
Cosa strana nel vallone del Flassin pochissima gente, 15 giorni fa c'era il mondo.
Rientro penalizzato dal traffico di rientro dalle località sciistiche.
Con Enrico, Stella Alpina, e Franco.



[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Alle 8.30 14 gradi alla partenza, phoen forte. Salendo il vento cala e la cresta finale è in ottime condizioni. Purtroppo nella parte bassa della la neve ha mollato troppo per la temperatura inusuale, molto pesante ma in qualche modo si scende, per fortuna Son prati e non pietraie !

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
>Oggi naturalmente il mondo sia qui che alla Chaligne.
Caldo esagerato. Quest' anno gira così.
Con Patrizia e Emilio

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Libero
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Ieri giornata fredda e tempo instabile. Questa mattina 7:45 9° sopra zero ,forte vento a Buthier. Bosco abbastanza riparato arrivato sulla costa Tardiva finisce il vento neve dura fino in cima Panorama spettacolare non una bava di vento. Sceso tra i primi alle 11 direttamente sulle baite versante Chaligne dal colle Tardiva in giù neve molto pesante ma complessivamente sciabile fino alla macchina. Probabilmente avesse gelato sarebbe stato un disastro su quella neve profonda solcata da tante tracce . Ogni tanto un po' di fortuna.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Vista la situazione dalle nostre parti, siamo venuti a cercare la neve qui in VdA. Nonostante i molti passaggi dei giorni scorsi, la neve si presenta di buona qualità. Prima parte sotto la cima con alcuni tratti ventati ma ben sciabili. Tratti di crosta evitabili sotto il Col de Tardiva (basta tenersi più a sx faccia a valle e c’è farina) poi bella farina nel bosco con ancora qualche metro intonso. Prati bassi sopra al paese molto tracciati ma ben sciabili con il sole che ha dissolto la crosticina mattutina. Meteo discreto, con velature alte che non hanno intaccato la visibilità e una scenografica (quanto debole) nevicata. Con Manu e Mauro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
meteo da tripla: sole+nuvole+nevicatina leggera. Complimenti a chi ha tracciato nel bosco e molto bella la traccia lungo la cresta. Punta decisamente panoramica che meriterà una replica in quanto la base delle nuvole era di poco più alta.
Grande discussione in auto per quantificare le stelle ( io ne avrei data una in più ma mi piego alla maggioranza ) da associare alla sciata. In alto molto tracciata ma portante, scendendo lungo le esposizioni settentrionali si trovano ancora ampi spazi di polvere( se sbagli......crosta ) mentre nel bosco la sciabilità è garantita. Nei pratoni finali abbiamo trovato neve decisamente " umida ".
Non siamo riusciti a capire quanta gente c'era ma direi una quarantina di persone molto sparpagliate.
Con Luciano, Sandro e Gino


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita, per fortuna sono partito presto, fra i primi, dopo è arrivato il mondo! Da Buthier si sale per traccia molto ben battuta, la via classica per questa gita si tiene verso dx, seguendo intuitivamente la direzione del ripetitore che si vede già alla partenza. Primi tratti belli aperti, si incontrano degli alpeggi, poi il bosco e infine questo si dirada. Si segue la cresta, molto bella. Mi sono fermato qui (1000m van bene lo stesso) perché arrivava il brutto tempo (alla partenza non c'era una nuvola)...peccato, la parte finale sembrava bella. La neve è bella, sempre sciabile anche nel bosco, tutto è però tritatissimo. Una marea di gente che saliva mentre io scendevo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema fino a Buthier
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Bell’itinerario con un interessante e panoramico tratto sulla Cresta Tardiva.
Nella parte alta prevale la crosta portante ma in discesa dal Passo Tardiva si trova ancora, nonostante i numerosi passaggi, bella neve su pendii ideali e, a tratti, sostenuti.



[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
In salita:
traccia ben presente, molto diretta (ciaspole?), passati dal ripetitore e poi seguito la cresta, neve leggera su tutto l'itinerario, oggi vento da moderato a forte da nord.
In discesa fatto il pendio che dal colle Tardiva punta verso il rif. Chaligne e trovato ottima polvere, un primo accenno di crosta immediatamente sopra il bosco che precede il rifugio, poi ancora neve leggera fino alla macchina.
I pendii sotto il colle avevano ampie zone non tracciate, poi sotto il rifugio, cercando, si trovano zone con poche tracce


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita iniziata tra le nuvole alle 9.00: -4 all'auto. Traccia già presente. Saliti fino in cime in tre ore, poi scesi mentre si apriva il cielo su neve polverosa spostandoci verso la costa Tardiva dove i pendii erano vergini. Arrivati alle baite a quota 1939, ripellato per fare la punta Chaligne risalendo stavolta il bosco in direzione Sud e poi il dosso sotto la vetta anzichè allungare col traverso sotto le rocce più a sud: da quel lato in cresta si vedevano grosse cornici. Così arrivati poco sotto la cima, a quota 2500 abbiamo valutato rischioso continuare in 30-40 cm di neve fresca non ancora tracciata e qualche metro sotto i piedi di nevicate passate ! Grande gruppo alla mattina con guide francesi aveva desistito già 50 metri prima. Per cui scesi e fatto i valloni più a destra in magica polvere intonsa tra il bosco di larici e alcune rocce. Alla macchina alle 16.00 con un paio di millini nelle gambe.
Col mitico Fabio e i suoi nuovi palettoni arancio !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente tanta farina in una stagione scarsa. secondo me ci stanno le 5 stelle visto le vacche magre dei giorni precedenti e le condizioni del manto nevoso perfetto da cima a fondo su una gita di questo dislivello.
Un saluto agli EVER GREEN e a tutti i GULLIVERIANI.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
La più bella gita fin'ora, innevamento consistente di ottima qualità. Meteo buono in questa zona con bel sole, niente vento ed ancora ampi spazi intonsi spostandosi un pò da i molti passaggi, oggi una trentina. Con dovio e company, una "sporca dozzina" di cui 5 sulla Tsa e 7 sul dosso a dx del col Tardiva. Un saluto al gruppo Ever Green.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente una neve che ci permette di definire "ottima" questa gita scialpinistica. Ci potevano stare anche le 5 stelle. Peccato però che in discesa gli ultimi 400 metri li abbiamo percorsi nella nebbia e qui occorreva fare attenzione alla neve tritata dai moltissimi scialpinisti che avevano percorso questo tragitto. Io stesso ho visto amici ed ex colleghi di lavoro che saluto calorosamente. Noi eravamo un gruppetto di 15 "evergreen"

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Genova sotto la pioggia per salire in perfetta solitudine questa bella e panoramica vetta. In discesa incontrate almeno 30-40 persone che salivano (potenza di Gulliver). Che dire , la più bella discesa della stagione e un ringraziamento a “fillbozz” che con la sua dritta ci ha permesso di godere anche noi di questa bella discesa. La stella in meno per le tante tracce che rovinano un po’ l’estetica anche se la qualità della neve è da 5 stelle. Comunque con un po’ di fantasia si trovano ancora spazi vergini. In compagnia di Roberto ,Massimiliano ,Pino, Nino, Bruno e Alberto del CAI Ule di Ge/Sestr

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ottimo sino parcheggio
attrezzatura :: scialpinistica
Bella salita e ottima discesa. Fatto percorso ad anello con salita come da relazione alla Costa Tardiva e poi per i suoi panoramici saliscendi fino al col Tardiva a alla punta. Discesa nel vallone della Chaligne dove la neve era splendida fino al fondo. Tanti i passaggi, solo oggi almeno 30 persone, per cui subito sotto la punta ed in un paio di punti obbligati verso il fondo è ormai tutto tritato ma con un po' di fantasia abbiamo trovato tanti spazi intonsi.Con Stefano.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Innanzitutto complimenti vivissimi alla guida (suppongo) che accompagnava un gruppo di lingua tedesca, traccia eccezionale (per i miei gusti, mi piace quando sale costante e gagliarda).
Pur avendo già fatto quasi tutta la Chaligne si saliva benissimo, aiutati dalla giornata e dalla temperatura, oltre che dalla neve.
Sci ai piedi fino a 4 metri dalla punta, qualcuno ha pure portato su gli sci ed è sceso da lì. Direi che la neve era 5 stelle per almeno il 95% della discesa, e il resto 4. Farinosa con fondo che faceva rimbalzare gli sci in curva. La costa Tardiva l'abbiamo scesa al centro a fianco delle tracce dei tedeschi, sotto la Tsa de Chaligne il canale era verginello e farinoso, sotto il rifugio ci siamo tenuti a destra. Tritamento solo all'ultima baita e prima del parcheggio.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Buthier seguendo un traccia di ieri, su poca neve, ma sufficiente, in direzione Chaligne. La traccia si ferma a 200 mt circa dalla vetta, all'inizio del tratto più ripido. Essendo solo, e dovendo attraversare una bella gonfia, ho deciso di scendere. Splendida discesa in direzione della stalla Tsa di Chaligne. Da li ripellato e tracciato fino alla cresta tardiva, dove ho trovato un'altra traccia. Si arriva sci ai piedi in vetta al mont del Tsa, ma per salvare le solette, conviene , per i primi metri scendere a piedi. Poi bella discesa fino al rifugio Chaligne. Da li in giù la neve è poca, ma scegliendo i vari avvallamenti, non si tocca niente. Nessuno in giro, giornata splendida.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada ok con brevi tratti su neve sopra Buthier
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Le temperature alte e il vento hanno lavorato parecchio. Saliti passando dalla Tsa di Chaligne e dai pendii superiori che portano al col Tardiva e da qui in vetta. Dal colle in su neve molto ventata. Discesa su crosta più o meno portante con qualche tratto di polvere ventata un po' pesante qua e là. Il tratto più sciabile è nel bosco sopra il rifugio Chaligne. Parte bassa con neve che tende a smollare. Poca gente in giro oggi, 2 sci alp diretti alla Chaligne e 2 dietro di noi sulla Tsa.
Bella gita divisa con Monica e Mathias


[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo perfetto oggi in Vallee. Farina recente di pochi cm che si è rapidamente umidificata data l'esposizione dei pendii. Traccia fatta fino in cima dagli unici due ski alp che ci hanno preceduto. In discesa neve di tutti i tipi fino alla Tardiva con prevalenza di crosta da vento. Al di sotto farina sempre più pesante man mano che si perdeva quota. Bel tratto di polvere nel boschetto sopra il rifugio Chaligne. Da questo alla macchina neve niente male.
Con Evelina e Gianluca


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita, trovato traccia fino all'ultima stalla, la Tza de Chaligne, poi da li abbiamo tracciato fino in vetta, raggiunta sci ai piedi. In discesa la prima parte era un'alternarsi di crosta portante e non, fino quasi alla stalla. Da li siamo scesi a sinistra, entrando poi nel bosco, su neve splendida e senza nessuna traccia. Neve ancora bella fino a quasi in fondo, dopo era presente una leggera crosta. Solo altri due scialp in vetta e nessuno verso la Chaligne, che sembrava abbastanza carica. Visto un grosso distacco sul lato est che parte appena sotto la vetta(la traccia di salita e discesa non passa comunque da li).

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
In basso c'era un bel tepore primaverile che ha umidificato un po' la neve. Dalla cresta tardiva in su c'era un po' di vento freddo e fastidioso. Ho raggiunto i due tracciatori proprio in punta. Che bello vedere ancora qualcuno che si ristora con pane e salame. In alto qualche pietra. Bella discesa anche a detta di due donne incontrate lungo il percorso.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Alla faccia del rischio 4!. Partiti da Buthier con una decina di cm di neve, dopo neanche un'ora vediamo Brusa scendere sconsolato e proseguiamo verso la Chaligne. Sopra il lariceto si vedeva che non ce n'era abbastanza e abbiamo attraversato verso il Col Tardiva che era già tracciato. Siamo arrivati alla puntarola a q. 2635 e poi come al solito il pendio finale non era sciabile. Misto di crosta leggera e pseudo-farina, ma si gratta sovente. Nel lariceto neve farinosa ma anche lì si gratta, poi tenendosi tutto a sinistra scendendo la neve era molto meglio di quello che ci aspettavamo, sempre con grattate...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
In salita un pò di zoccolo sotto le pelli.
In discesa ore 13.30:pendii alti con crosta morbida ben sciabile,scendendo (discesa da passo Tardiva su Rif. Chaligne)
si trova ottima farina ed infine neve portante e dura sui prati finali

[visualizza gita completa con 3 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
La Tsa ci ha regalato una prima gita dell'anno piacevole e divertente. Senza problemi la salita, con coltelli consigliabili ma non indispensabili nell'ultimo tratto.
In discesa, la prima parte è piacevolmente dura, resa portante dal vento e dai passaggi. Dal colle all'alpeggio, secondo i versanti, si riescono ancora a trovare tratti di farinella riportata, un po' pesante ma remunerativa. Dall'alpeggio, bella farina nel bosco e sin oltre il rifugio, migliore se si scende stando sempre a destra dove prende meno sole. Nei prati ce n'è via via di meno, Bruna dice che è quasi crosta, ma con un po' di sciata potente la si domina bene e ci si diverte anche. Si arriva sino all'auto su spessore sempre più ridotto ma ben sciabile in quanto ormai duro. Non si toccano pietre. Consigliabile.
Con Brù, dopo un piacevole capodanno a Dialley.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Gorrey
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Consistente bottino di cime in data di oggi ultimo dell'anno per chiudere un annata ricca di importanti traguardi nel migliore dei modi. Toccata in primis la Pointe de Met, e a seguire la Chaligne per filo di cresta raggiunta poi' la Tza fino a chiudere con la Cresta Tardiva attraversata in fase di discesa. Idea anche questa, nata come al solito dalla mente fervida di Ale, ricercatore sopraffino di itinerari inediti al di fuori degli schemi classici, e inoltre socio fedele propenso ad accettare le sfide che la montagna tramanda a chi come noi ricorrentemente si pone a confronto con lei. Per concludere un anno davvero prolifico, e come numero (di gite) dal punto di vista della quantita', oltre che dal lato della sostanza, ai fini cosi' di cogliere anche l'altro aspetto della qualita'. Condizioni del manto nevoso ottime, con farina nel bosco, un po' ventata sulle creste e trasformata nella parte bassa, dove inizia ormai a scarseggiare. Temperature oscillanti attorno allo 0°. Meteo pienamente azzeccato. Panorama a giro d'orizzonte sull'intera cerchia di monti della Valle'. Auguro a tutti un buon anno con tante gite a seguire..!!!

[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi l’idea era di salire fino alla cresta Tardiva. Partenza da Buthier verso le 8 e mezza con una splendida giornata, totale assenza di vento e neve dura appena sufficiente a colorare di bianco i prati. Appena si sale un po’di quota la neve aumenta decisamente e decidiamo di prendere la traccia che sale nel bosco per poi scendere dalla cresta sulla tsa di Chaligne. Bella la traccia di salita nel bosco, qualche tratto un po’ sostenuto ma si guadagna quota velocemente, su neve spettacolare. Arriviamo al ripetitore e percorriamo la bella e panoramica cresta fino al passo Tardiva con un vento non forte ma un po’ fastidioso. Siamo saliti abbastanza velocemente e i 300 metri fino al Mont de la Tsa ce li possiamo ancora permettere. Dal passo fino in punta su crosta ventata ma si sale bene anche senza coltelli. Si arriva con gli sci ai piedi sotto la vetta, una decina di metri di salita a piedi e siamo in cima a goderci il panorama e la giornata limpida. Discesa per la via di salita fino al passo su crosta dura poi per pendii aperti fino all’inizio del bosco polvere un po’ pesante con tratti di crosta comunque sciabile e bosco con bella polvere su cui è passato mezzo mondo. Anche i pendii aperti verso gli alpeggi non sono così male e nella parte più bassa, dove c’è veramente poca neve, si riesce ancora a limitare i danni.
Bella giornata e meravigliosa gita in compagnia di Monica.


[visualizza gita completa con 4 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima gita con vento freddo e fastidioso nella parte finale. Neve variabile ma sempre ben sciabile. Farina molto bella anche se non leggerissima in alto, bosco bello, poi man mano si scende tende a crostare un po'. In basso crosta portante e "pista battuta" a tratti. Oggi in piacevole e numerosa compagnia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Neve molto variabile ma sempre ben sciabile, in alto lavorata dal vento, poi bella farina con a tratti crosticina da vento che non dà troppo fastidio. Ultimi 300 mt. di discesa con neve scarsa e crostosa ma quasi sempre portante. Nel complesso ottima gita, giornata splendida e fresca con un po' di vento solo nella parte alta. Molta gente lungo il percorso. Con Francesco ed Emilio.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Gorrey per la Tardiva ore 9 temperatura -1. Innevamento alla partenza sufficente, sopra alle baite migliora decisamente con 10-15 di fresca, nel bosco supera i 30 cm. All'alpe Chaligne il vento ha lavorato un pò ma l'innevamento è discreto con una spanna di farina e placche dure sulle dorsali. Arrivati al colle abbiamo visto tre che ci precedevano e che salivano alla Tza. Visto le buone condizioni nella parte superiore decidiamo di continuare anche noi. Si arriva bene fino in punta senza problemi, sci ai piedi e senza coltelli (quota 2741m.) Foto di rito, poi discesa su crosta ventata e placche dure (molto ben sciabili) fino al colle della Tardiva. Farina con leggera crosticina ben sciabile, nel bosco 30-40 cm.di farina bellissima. Dal Rifugio ci siamo tenuti a destra tutto in ombra ancora con bella farina fino ad un ponticello. Da li fino alla macchina trasformata. Tutto sommato ne è uscita per 3/4 una bella gita con un discreto dislivello ( mt. 1389).Consigliata
Gruppo Evergreen con Mario,Romeo ,Vittorio, Gianni.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Da urlo da cima a fondo! Si parte da una frazione di buthier a 1300 e qualcosa metri, quindi sono 1400 m di pura delizia! Sulla grossa dorsale finale crosta dura alternata a crosta morbida, ma non fa testo, il resto è tutta farina, anche sul pendio fuori dal bosco che prende molto sole al mattino. Direi 5 stelle nonostante la visibilità diminuita da mezzogiorno per nubi alte. Attenzione domani al rialzo delle temperature.
Un saluto ai due simpatici sci-alp di Cafasse!


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Da solo in cima (alla "punta sciistica). Partito tardi, quasi a mezzogiorno... Iniziato la discesa alle 14.20. Utilizzato la traccia di 4 scialp. che precedevano (che ringrazio!)fino a circa 2200 mt. perchè poi proseguiva in direzione della Chaligne.... Questi "colleghi" di gita hanno poi attraversato per cresta in direzione della costa Tardiva per scendere da quel versante da cui poi sono sceso anch'io...Condizioni sciistiche favorevoli: farina a tratti un pò compattata dal vento ma sempre molto divertente!!! - 27 -

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Strada appena sporca
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza venticello gelido e -19 poi al sole si stava meglio ma nn più di tanto.La traccia,nella parte bassa,in molti tratti penosa ci ha costretti a rifarla poi è diventata ottima oltre il bosco.Neve non molta si va dai 10cm in basso a 10/30 a seconda delle zone sul pendio della Cresta Tardiva.Giunti al colle vento fastidioso e molto freddo ci stava congelando.La parte da qui alla punta,che si raggiunge cmq sci ai piedi,è tutta devastata dal vento con pochissima neve.Il primo pendio dalla cima se uno ci tiene alle solette conviene nn sciarlo e scenderlo scalettando,poi la neve varia molto dal duro da vento a crosta nn portante a farina infida che nasconde pietre.Primi metri dalla cresta Tardiva crosta nn portante poi farina spettacolare intonsa fino al bosco.Oltre cercando le zone meno segnate ancora ampi spazi vergini e divertenti,parte finale molto segnata dai passaggi.
Fa piacere vedere vagonate di gente alla Chaligne,tutta tritata ormai,e praticamente nessuno con pendii completamente intonsi alla punta praticamente di fianco..

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti passando dall'alpeggio della Tza de Chaligne...Mare di nubi a quota 2400. Poca neve fresca (10 - 20 cm.)ha reso estremamente divertente la discesa, sabotata peraltro dalla poca visibilità per nebbia da 2400 a circa 2000 mt. Niente vento ma temperatura freddina anche in basso! - 54 -

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Davvero tante belle curve fin sotto i 2000 metri di quota.
La neve una "farina" compattata dal vento e sciabilissima!
Quindi crosta portante per migliorare di nuovo negli ultimi 100 mt. di dislivello.
Battuto traccia dalla deviazione per la Chaligne.... ma oggi c'era un Francesco super che pur tracciando staccava i soci!!
Un pò di "aria" nella parte alta... - 32 -

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
Giornata dalla meteo splendida, gran caldo, neve molto bella, gita bellissima con cresta finale di soddisfazione. Anche noi seguito la bella traccia che punta all'Alpeggio della Tsa de Chaligne (2225m.). Ringrazio GM. Grassi incontrato in salita per la stessa. Discesa: nonostante la bella nevicata, nella parte alta (primi 150mt.) prestare attenzione alle pietre, di dimensioni anche notevoli che hanno fatto cadere più d'uno e anche di altri gruppi. Tolto questo piccolo neo, siamo stati a dx nel bosco nel canale buio a goderci la piena farina e poi giù con pezzo di stradina e poi prati, sino all'ultimo metro di neve praticamente in auto! ...ma durerà assai poco...
2 o 3 scarichi spontanei preesistenti si possono vedere sotto alla Chaline.
Se non fosse stato per le pietre avrei appioppato anche 5 stelle.
In compagnia dei simpaticissimi 'Brianzoli' che poi tali non sono... Guido, Paola, Luca, Franco, Elisabetta, Emanuele, Michele, Elena, Maurizio, e chissà, sicuramente me ne son dimenticati altri. Noi Torinesi Apo, Paola (bravissima nonostante il disturbo di stomaco), Eli e Romano loro 2 con ciaspe (sempre molto veloci)


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Non una nuvola. Cresta in condizioni ideali. Neve in discesa fantastica e quasi intonsa (umida ma sciabilissima anche in basso). Bellissima nel bosco. Bei panorami. Giac e Enrico strepitosi. Che si vuoloe di più??? Nessun pericolo valanghe almeno con discesa effettuata per tempo. Più tardi non so....scaldava molto in fretta.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
Giornata splendida, per le condizioni meteo e per la neve. Gita sicuramente remunerativa con ottima neve sempre, polverosa in alto, un po' più umida in basso. Qualche pietra, ma niente di grave.

Noi non abbiamo seguito l'itinerario descritto da Orizzonti bianchi, ma abbiamo percorso la traccia comune alla Chaligne fino alla Tsa de Chaligne, salendo quindi i pendii verso quota 2.635. E credo che abbiamo fatto la scelta giusta.
Grazie a Marco e Gio' (che ha scelto una meta davvero eccezionale)


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Partiti qualche tornante oltre Buthier, più a N, per mancanza neve
quota neve m :: 1600
Pur essendo una gita con esposizion e NE, si becca un SACCO di sole, essendo a inizio valle. Morale, il bollettino VdA dava quota di inizio del manto continuo intorno ai 1000mt all'ombra. Ma lì non c'era ombra. Non fatela finché non rinevica.
Nonostante la sciata modesta è stata una bella gita, bei paesaggi, bella cima, bell'allenamento e bella compagnia. Sciata così così ma neanche gramissima.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
Partiti da Gorrey su poca poca neve ma molto dura e senza problemi su lungo i prati e quindi con un pezzo di strada fino al Rif. Chaligne. Proseguito lungo il bosco fino all'Alpeggio e quindi su per il pendio in direzione della quota 2493, poi per crestone fino alla vetta. Rampant utili nella parte superiore della gita, ultimi 3m per la vetta raggiungibili anche senza ramponi.
Discesa bella nei primi 250m poi crostaccia fino al bosco, neve pesante fra gli alberi e poi l'alternativa fra la strada massacrata dai passaggi e con la consistenza del marmo oppure i prati con cartavetro a grana moooolto grossa.
Molta gente lungo il percorso: la maggior parte ferma alle baite, un buon numero alla quota 2493 della costa Tardiva e solo alcuni in vetta.
Gita mista sci+racchette con troppa gente per ricordarli tutti, mi limito agli sciatori: Bubbola, Bruna e Paolo.
Foto su:
_Mont de la Tsa


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 600
Giro ad anello salendo dalla cresta Tardiva con Fabrizio e Luigi. Ripassata la traccia di ieri fino al ripetitore, poi nuova traccia lungo la cresta. Circa 20 cm di neve umida con un'ulteriore spolveratina notturna. Arrivati in cima, abbiamo atteso le previste schiarite (complimenti ai meteorologi regionali!) per poi scendere....ed essere catapultati in una vignetta di mordillo: circa 20 escursionisti (ciaspole, snowboard, sci) assaltavano i pendii; molti verso il colle tardiva, altri verso Chaligne.

Foto su sezione news


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Splendida gita con parecchia neve fresca (30-40 cm) fino a quota 2.400, dopodiché ce n'è meno per colpa del vento nei giorni scorsi, ma si arriva senza problemi in vetta con gli sci. Saliti nella nebbia, arrivati in punta alle 12 con un cielo che si apriva. Atteso le 13 per la discesa con un meteo ottimo. Fino a quota 1900 farina ottima, nessun pericolo oggettivo, attenzione sotto la vetta ad alcune pietre nascoste; da 1.900 in giù sta diventando pesante, nei prox giorni potrebbe diventare crosta (3 gradi all'arrivo all'auto in ombra). Sci larghi e spatolati permettono comunque gran divertimento.
Inserita traccia GPS, un ringraziamento ai 3 scialpinisti che prima di noi hanno tracciato, un saluto a Marco, Robi, Tullio, Tommaso e Silvia.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1300
La neve c'è fin dalla partenza, anche se crostosa e non il massimo in discesa. Nel bosco dopo il rifugio Chaligne è farinosa, usciti dal bosco piuttosto trasformata. Siamo arrivati "solo" fino al colle della Tardiva, lì la neve nei giorni scorsi è stata trasportata dal vento.

Ottima giornata sotto la supervisione del CAI Verrès!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 800
Buona sera a tutti.
Gita molto bella e sicura. Salendo eravamo un po' dubbiosi sulla qualita' della neve che poi è risultata essere ben sciabile anche dove non c'era farina. Consigliabile.
Buone gite.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: auto a Buthier, parcheggio quota 1324
quota neve m :: 500
Salito e sceso il canale visibile dopo l'ultima baita tenendo prevalentemente il lato destro dello stesso, ma qualcuno è sceso anche a sinistra, trovando probabilmente neve migliore ma prendendo qualche rischio in più. Dove siamo scesi noi crosta da vento morbida sciabile senza grandi difficoltà. dalla baita all'auto farina via via migliore. 4 stelle per la bellezza dei posti e per la neve dopo la baita (sono pur sempre 1000 metri di farina)
Panorama spaziale, temperatura -10 alla partenza e 4 gradi a mezzoggiorno di ritorno all'auto. Non molta gente in cima, qualcuno sulla costa Tardiva, ancora meno sulla Chaligne molta di più nella parte bassa, dopo la baita dove le tracce si moltiplicano, ma tanto torna a nevicare..
Oggi condizioni sufficientemente sicure, ma la situazione è destinata a modificarsi. Gita comunque molto varia su bei pendii, consigliabile.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Ottima compagnia, splendida giornata, magnifico panorama e bella discesa.... cosa chiedere di più alla Befana?
Le condizioni di innevamento richiedono attenzione

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: nessun problema fino al parcheggino del paese
quota neve m :: 1300
Partiti alle 9,30 dal paesino con gli sci ai piedi,seguendo la traccia gia' esistente ,fatta da sciatori che ci precedevano di poco e che hanno raggiunto la vetta.
Noi ci siamo fermati appena sotto il colle Tardiva perche' il mio compagno di gita ha avuto dei crampi alle gambe e non mi sono sentito di proseguire ,laciandolo solo in attesa del mio rientro,1200 metri di dislivello erano comunque fatti e la discesa glie ne ha procurati ulteriori e doveva fermarsi di tanto in tanto,pur essendo un espertissimo sciatore da lunga data.
Diciamo che a 69 anni,fare due gite sci-alpinistiche in due giorni e' almeno azzardato.
Non mancheranno le occasioni per completare questa gita che e' bellissima,con una neve oggi per me eccezionale.
Ringrazio Giampiero che ha richiesto la mia compagnia,in una giornata veramente unica sotto ogni punto di vista e che mi ha permesso di effettuare una sciata alpinistica per me piu' che soddisfacente.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Ormai siamo abituati alla crosta,oggi almeno sciabile quasi tutta.Fermati al colle Tardiva per troppo vento.Pendio sopra il rif..Chaligne al momento della salita con accumuli non importanti ma domani sarà tutto da rivalutare..primo tratto dal colle farina,poi crosta morbida e varia fino alla Chaligne,tratto fino al bosco crostone poco sciabile,poi bella farina fino all'a.chaligne che cominciava già a crostare,da qui restando sulla destra crosta da rigelo di 3-4 cm perfettamente sciabile fino all'auto.La powder e le belle gite cmq sono diverse..ma va bene uguale..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
condizioni in salita: partenza su prato già arato tra sci e ciaspole, con crosta di vario tipo.... poi gli scialp mi devono spiegare che gusto c'è a salire dritti a lignola quando ci sono pendii ampissimi dove si può tracciare senza spaccarsi le gambe in salita....mah! fino al rifugio Chaligne, festival della crosta di tutti i tipi! dietro al rifugio, dal boschetto in su, dapprima bella farinella, poi dall'alpe Chaz de Chaligne, leggera crosta da vento. il vento fino all'alpe quasi non si è sentito, tranne alla partenza, poi dall'alpe in su noioso, poi decisamente troppo arrivati al colle della tardiva.... qui, visto che stare in piedi era un'impresa....giù!
discesa: scegliendo oculatamente i canali giusti da scendere, si trova gran bella farinella fino al rifugio Chaligne! da qui, sempre ignorando la traccia di salita, e guardando bene la neve dove scendere, si trovano molti tratti ben sciabili con crosta leggera fino alla macchina! spesso scendere dove non si pensa.... è un'ottima cosa! alle 13.30 eravamo all'auto, verso il colle del gran san bernardo non si vedeva più nulla, bufera alla grande! idem verso la valpelline.... ah! i canali scesi oggi, erano ottimi pochè avevano neve di riporto molto bella su fondo duro....visto il vento e il quanto tirava, ovviamente domani sarà necessario valutare molto bene in loco la condizioni per la sicurezza... in alcuni pendii vi erano già lastroni a vento notevoli! e cornici sulla tardiva...
bravissimi a Lauretta e Giovanni! che alla loro seconda gita di scialp hanno tenuto un ottimo ritmo (poco più di 2 ore per il colle tardiva, 1170 mt disl), e se la sono cavati egregiamente in discesa!!!! e unsaluto ai 4 matti biellesi!!! alla prossima


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 800
Saliti (e scesi) dal percorso che va alla Chaligne per deviare in alto verso la Tza de Chaligne e il colle Tardiva. Neve ventata in alto, buona nella parte centrale, addirittura rigelo portante nell'ultimo tratto, con un tratto limitato di crosta sempre nella parte bassa.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Molto freddo,-9 alla partenza,traccia gelata,è bello sentire il bisogno di mettere i coltelli al mese di dicembre!.Non ha nevicato qui,solo gran vento.Parte alta crosta da vento dura con tratti belli uniformi e tratti con molte onde.Dal colle Tardiva al rif.Chaligne 20-30cm. di polvere su fondo duro e poi i pendii soprastanti il bosco e anche dentro lo stesso polvere bellissima.Oltre un'alternanza di polvere,croste morbide,dure, non portanti ma in prevalenza non portanti.In totale una trentina di persone fermatisi alla punta nevosa prima dell'ultimo traverso prima della cima.In vetta solo io ed un'altro.Gran bella gita,consigliata anche se temo che i pendii se non a nord pieno siano tutti crosta..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: pulito fino all'alpeggio alto
partiti da buthier con l'intenzione di fare la Chaligne,durante la gita abbiamo cambiato idea, saliti sui dossi fino al colle e poi verso la tsa. in alto crosta da vento portante e quasi piacevole da sciare, poi alcuni dossi con neve morbida, o meglio farina su fondo duro stando fuori dalle tracce, poi siamo scesi a sx rispetto alla traccia di salita nel canale dietro l'alpeggio Chaligne, trovando nel bosco, bella farina, dall'alpeggio, ancora alcuni tratti di farina, alternati a sottile crosta, poi neve con crosta rigelo portante fino al parcheggio a buthier. attenzione ai grumi nella parte bassa, e alle tracce da motoslitta, noiose e pericolose scendendo. nel complesso finalmente almeno 2/3 di gita con neve che merita!
tracciata anche la Chaligne, con 2 persone che salivano oggi, in cima alla tsa (o meglio, appena sotto), in 25 circa.
un saluto ai simpatici signori del cai di casale, quando venite a fare la moanda in notturna, fate uno squillo!;)


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1500
Causa forte vento fermati al colle Tardiva. Discesa farina fino al rifugio Chaligne. Poi rifatto solette e infine tolti gli sci.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada perfettamente agibile
quota neve m :: 1300
La parte bassa ha solo la neve recente di questi giorni, quindi ho fatto buon uso della recensione di ieri di R. Maucci con partenza dal termine della strada asfaltata, dove inizia la poderale per il rif. Chaligne, seguito peraltro da un buon drappello di persone. Da qui parte una traccia che taglia i vari tornanti della strada, deviando però decisamente verso la costa Tardiva: non male per chi vuole, boschi un pò ripidi carichi di neve farinosa, ma io ho preferito la zona della Chaligne. Con un lungo traverso verso sinistra, seguendo il tratto finale della strada per l'alpe Chaligne sup., non troppo pericoloso ma comunque non consigliabile, mi son quindi riportato sull'itinerario classico della Tsa, che è in condizioni spettacolari. Ottima traccia in salita e splendida farina almeno fino al rifugio Chaligne, con parecchi spazi vergini; poi è vero, la neve scarseggia un pò, ma al più seguendo la strada, con qualche bella digressione sui prati meglio innevati, si arriva all'auto senza troppi danni. Consiglio quindi questa soluzione, passando però dal rif. anche in salita, seguendo più o meno la strada a vostra discrezione. Molto bella ma ingegnandosi un pò, d'altronde lo scialpinismo è anche questo no!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
quota neve m :: 1300
Nella notte tra venerdi' e sabato sono caduti 5-10 cm di neve asciutta, ma il vento ha pensato bene di rimuoverla immediatamente dopo, creando piccoli fastidiosi accumuli negli ampi prati iniziali e nella parte alta. Molto bella invece la neve nel bosco.
Ci siamo ritrovati a seguire una bella traccia battuta sapientemente tracciata tutta sulla verticale del punto di partenza dalle auto, sino a raggiungere il ripetitore e l'adiacente sommita' ( poco pronunciata) della Costa Tardiva quotata 2429mt.
Molto piacevole la discesa nel bosco (denso ma senza boschina), con ottima farina nella parte + alta e farina su fondo duro nella parte mediana. Meno piacevoli i prati in basso con neve infida ma comunque sciabile con un po di attenzione.
Partito tardi ho seguito la traccia senza incontrare nessuno. Arrivato alla Costa Tardiva finalmente in lontananza ho potuto intravedere il gruppetto battistrada : volevo raggiungerli x ringraziarli, ma il vento gelido mi ha fatto desistere dal proseguire, vista anche la qualita' della neve cosi' cosi'. Beh, li ringrazio ora, magari leggono !
Gita in solitaria con Claudia 4wd; previsioni meteo azzeccate: un bel sole e cielo blu , si e' poi chiuso verso le 15.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si arriva fino alla frazione superiore
quota neve m :: 1600
nel bosco la neve è farinosa e ben sciabile. fuori dal bosco nella parte alta crosta in parte portante, talvolta trasformata, talvolta accumuli da vento.
con fra e una compagnia di sciatori casalesi in gran forma.
forte e fastidioso vento sin dalla partenza. divertente lo slalom tra gli abeti!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Salita effettuata dalla parte del ripetitore, in basso neve scarsa ma nel bosco 40-50 cm di farina. Nella Costa Tardiva qualche pezzo pelato, neve buona fino a 2600 m., dove ci siamo fermati. Sotto la punta qualche lingua in mezzo al pendio pelato.
In discesa neve per lo più farinosa, occhio alle pietre!
Consiglio per chi ama la discesa: salire fino al ripetitore e ridiscendere da li.
Non ci posso credere, c'era il mitico sergioenrico e non me ne sono neanche accorto!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1400
in alto neve variabile da vento, zona media neve bellissima, in basso scarsa ma si scende. Fermato alla Costa Tardiva

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1300
20 cm alla partenza e 50-60 in cima. Qualche crosta da vento dove ha soffiato, altrimenti farina lungo tutto il percorso. Nonostante la poca neve in basso, non si toccano pietre grazie ai pratoni. Ambiente molto bello e poca gente. Come altrove, molto freddo!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1500
Saliti durante la nevicata e scesi prima con il sole poi di nuovo sotto la neve.
Innevamento buono dai 1900 in su, prima i prati sono innevati a chiazze ma perfettamente scendibili.
Le nevicate di oggi e domani magari migliorano la situazione.
Pendii in alto veramente eccezionali!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Si arriva al divieto di accesso dopo Buthier, xke' non c'e' neve.
quota neve m :: 1900
Camminata...fino al rifugio Chaligne, in quanto la neve è scarsa e/o marcia. Dopo, seguendo lo sterrato, vi sono circa 10 cm simpatici, e, causa fondo sterrato molto liscio, ci si riesce anche a divertire in discesa con velocità. Giunti alla tza de Chaligne, la neve...sparisce. La nebbia fitta mi ha consigliato di non andare oltre.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
giornata caldissima, soleggiata, qualche nuvola. 10 cm di fresca caduta il giorno precedente su crosta più o meno portante, il tutto comunque ben sciabile. ancora qualche breve tratto di farina pesantuccia nel bosco, nei posti più in ombra. ultimi 100 da valutare con la massima attenzione per la presenza di accumuli consistenti. in vetta a piedi, puntando a delle roccette sotto la cresta. si parte e si arriva con gli sci alla macchina. sentito assestamenti e visto esiti di un paio di valanghe a lastroni. per la chaligne meglio attendere qualche giorno. con bruno&bruno, johanne, franco,sergio,gianni,teresa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
FINALMENTE: 1400 MEtri di farina su pendii con pendenze ottime e costanti. Sembra di rinascere. La treccia adesso è fatta ma eravamo in 40 ieri sui pendii per cui non si parla piu di verginità. Deve essere splendida anche la discesa dal colle su echevennoz: sarà per la prossima volta. Anche nel bosco la neve è abbondante e quindi la discesa divertente: 5 stelle

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Molto bella la salita,peccato solo per la poca neve sia sulla Cresta Tardiva e la cresta finale che non ci ha permesso di arrivare in punta..in compenso la discesa nel lungo bosco (itinerario di salita) ci ha regalato delle divertenti serpentine in tanta ancora immacolata farina!

Penso domani foto e relazione su:


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1352
quota vetta/quota massima (m): 2741
dislivello totale (m): 1389

Ultime gite di sci alpinismo

18/11/17 - Briccas o Trucchet da Brich - fyplom
Oggi bellissima giornata senza un filo di vento. Si parte sci ai piedi cercando le lingue di neve per i primi 100 m di dislivello. Discesa alle 12.30 su neve cotta al punto giusto sulle esposizioni al [...]
18/11/17 - Murtèl (Piz) da Surlej - Pinutz76
Partenza sci ai piedi da Surlej (il piazzale del parcheggio è gratuito). Risaliti dalle piste ancora chiuse (apertura sabato 25). L'itinerario permette di guadagnare quota piuttosto rapidamente fi [...]
18/11/17 - Mondolè (Monte) da Artesina, anello per Cima Durand e Colla Rossa - gazzano
Tanta gente sulle piste , breve salita da Colla Bauzano e discesa sul versante sud verso val Ellero , traverso sotto Mondolè per rientro . Neve discreta a sud e poi piste sino in basso .
18/11/17 - Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre - c.ale
Beh che dire se non Fosse per l' aggiunta di materia prima dei cannoni la neve è scarsina ma così bella e comoda salita ed ottima discesa sulla pista ottimamente preparata. Impianti funzionanti al m [...]
18/11/17 - Tibert (Monte) da Santuario di San Magno - ugè
Giornata spaziale , fin troppo calda, mai vista tanta gente su dal santuario : si scende bene se si azzecca la finestra temporale quando la neve ancora dura va a mollare e in basso non è ancora fradi [...]
18/11/17 - Tibert (Monte) da Santuario di San Magno - citta
Innevamento non abbondante ma più che sufficiente su tutto il percorso. Neve decisamente assestata, ma naturalmente non trasformata. Comunque mai sfondosa. Dove sono passati la maggior parte degli sc [...]
18/11/17 - Glatten da Saliboden - barrosismo
Polvere dall'auto alla cima. Fantastico. Neve abbondante fin da subito, con coreografici alberi stracarichi, traccia perfetta. Bellissimo il primo tratto nel bosco, poi sopra su terreno aperto sembra [...]