Scolettas (Becco Nord di) Cresta Sud

Decisamente una gita per gli amanti del brivido, condotta da Enzo con maestria e grande capacità. Il difficile, le complicazioni, le cose impreviste sono il suo pane...e quando pensi che stia per rinunciare trova sempre il modo di stupirti, ne esce sempre vincente. E' stata un' impresa non facile, ( come ha spiegato Enzo ) ma appagante ed intensa allo stesso tempo.
Primi ostacoli
é proprio dritto....
sempre più difficile
sembra al sicuro...ma non' è ancora finita
il Becco più a nord che andremo a visitare dopo.
discesa sicura in doppia
ultimi passi al secondo Becco
decisamente soddisfatti
ora viene il difficile...bisogna scendere!
naturalmente discesa selvatica....

[visualizza gita completa con 10 foto]
In alternativa alle guglie della Lausa previste in traversata, abbiamo, per troppa neve ancora presente in alto, optato per questa piu' modesta cima. Un becco sulle mappe, ma che ci ha dato non poco filo da torcere nel breve (ma difficile quanto basta), spigolo finale. Dove le scarpette hanno svolto un ruolo determinante, data l'arrampicata molto atletica (sul filo) di aderenza sulla placca alla destra di esso, che' a un certo punto va salita per forza di cose, dovendo abbandonare il filo aereo e verticale, per via della roccia meno buona. Scarsa possibilita' di assicurarsi, causa la natura estremamente compatta della roccia priva di fessure, ma ricca di tacchette e piccoli appoggi per i piedi. Attrezzate due doppie da ca 20m l'una, a riguadagnare la base, utilizzando quei pochi spuntoni presenti sullo spigolo con fettuccie lasciate in loco. Dato che era presto siam ridiscesi per rimontare all'altra sella piu' a nord e risalire la cresta decisamente piu' facile, facente sempre parte del becco pocanzi salito, fino all'anticima con di fronte a nord l'ultimo dei Becchi cosidetti di Scolettas, che porta il nome di Bec de Les Scolettas 2714m. Il tutto all'ombra del decisamente piu' imponente Becco alto del Piz. Inizialmente bello con velature anche consistenti poi i soliti nuvoloni da calore a incupire l'atmosfera, ma niente pioggia ne, gli ormai quotidiani temporali.
Con Rod buon socio, ma sopratutto un amico.


[visualizza gita completa con 9 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: AD+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1720
quota vetta (m): 2726
dislivello complessivo (m): 1006

Ultime gite di alpinismo

18/02/18 - Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx e cresta E - vik
Battuto traccia fino al colletto prima del canale dopodichè abbiamo calzato i ramponi e abbiamo traversato alto per portarci subito all'imbocco del canale. Canale faticoso a causa della neve sfondos [...]
18/02/18 - Resegone Canale Comera - moos
Il canale ha scaricato parecchio quindi in alcune parti del canale si sale su blocchi di neve ghiacciata comunque ben consolidati che agevolano la salita. La neve in generale è ben assestata e ghiacc [...]
17/02/18 - Mosca (Cima) Vajo Intramosca - davec77
Tanta neve poco trasformata, ma finché non si lascia il Vajo dei Colori è tutto tracciato... Il tiro chiave nella strettoia/goulotte nascosta è in ghiaccio crostoso e delicatuccio (15 m a 75-80° [...]
17/02/18 - Laux (Rocca del) Goulotte del Lago del Laux - rosty
Oggi la goulotte è praticamente tutta in neve, sfondosa solo in alto, con pochissimi tratti di ghiaccio. In queste condizioni la valuterei PD+, solo sulla cengia con le catene bisogna prestare atten [...]
13/02/18 - Mucrone (Monte) Canale Paradiso - titty79
avvicinamento fatto con racchette...ma in queste condizioni le potevo benissimo lasciare a casa, evitando si spallarmele tra canale e creste !!! il canale e' un misto tra sfonamenti, crostone abbasta [...]
11/02/18 - Viraysse (Monte) Canale ENE - Enzo51
11/02/18 - Viraysse (Monte) Canale ENE - Bernard
Interessante proposta descritta in relazione per raggiungere il Monte Viraysse; nel canale neve quasi sempre da scarpone dentro, alternata a tratti in fresca fino al ginocchio ad altri in neve dura da [...]