Pelvo (Rocca del) da Chambellier

Non arrivati alla meta , poco dopo il bivio Bocciarda/Pelvo , il primo traverso tutto su erba olina era già poco invitante, poi quello che porta alla cima (e qui ci siamo fermati) ancora meno: uno scivolo che non si vedeva il fondo e non era i caso di rischiare ( la valutazione E a nostro giudizio non corrispondente) . Allora ritornati al bivio saliti verso il colle su una bella cimetta che forse è l’anticima della Bocciarda quota circa 2050 mt. Un po’ di neve e roccette . Bella zona con bel panorama, giornata limpida e sole caldo.
Con Maury e Renè
Non abbiamo capito bene il cartello alla fine della sterrata “M.TE BOCCIARDA mt 2035” visto che le cartine tale monte è quotato 2213 se qualcuno ci ragguaglia....grazie

La nostra cimetta

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bella escursione e bella scoperta! E' una gita da fare in questo periodo o nell'autunno. Il sentiero, abbastanza evidente (segni un po' sbiaditi e radi) si può definire, nella parte alta, un balcone sulla bassa Val Chisone. Tanti animali (camosci). Dalla cima bel panorama.
Partito, come da descrizione, dalla borgata Chambellier seguendo le tracce del vecchio sentiero, ma volendo si può proseguire in auto fino al cartello per la Bocciarda (piazzola di fianco) diminuendo notevolmente il dislivello totale di circa 400 m.
Gita non consigliabile in caso di nebbia o pioggia...
Alla prossima

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bellissima escursione in un luogo della val Chisone pochissimo frequentato. Da dove si abbandona la strada per il sentiero, prima si attraversa un bel bosco fitto (sentiero rosso ben visibile) e quindi si arriva su una costa a picco sulla valle con un panorama splendido dalla dorsale Assietta-Orsiera-Rocciavrè fino alle Alpi Marittime, passando per il vallone di Bourcet e il becco dell'Aquila proprio di fronte.
Dal bivio con il Bocciarda il sentiero si fa meno evidente ma è sempre ben segnalato. Nella zona camosci a iosa, che di sicuro non vedranno tanta gente passare da quelle parti. Dalla cima panorama splendido e molto esteso.
Solo due piccoli accorgimenti:
1. la parte alta dell'itinerario è tutta esposta a S-SO quindi sconsigliabile in piena estate a mezzogiorno perchè penso che la zone diventi un bel forno.
2. attenzione in caso di erba bagnata ai traversi della parte alta, soprattutto nell'ultimo vallone dove sono presenti dei salti di rocce al di sotto dei prati in cui si sale.
Con Maurizio e Wild.


[visualizza gita completa con 11 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1091
quota vetta/quota massima (m): 1869
dislivello salita totale (m): 800

Ultime gite di escursionismo

14/12/17 - Avigliana (Laghi di), giro - mario-mont
Un po' di neve nei tratti in ombra, parecchio ghiacciata.
13/12/17 - Soglio (Monte) da Pian Audi - fdf62
Sono salito dalla località Molino dell'Avvocato e sono arrivato sino all'Alpe Soglia. Da Pian Audi neve presente su tutto il percorso che però non costituisce alcun problema, anche se si segue il se [...]
10/12/17 - Gennaro (Monte) da Prato Favale - pulici
Traccia quasi sempre evidente, segni talvolta piuttosto distanti. No residui di neve, se non ricami sul pratone, salendo. Da evitare in caso di nebbia.
10/12/17 - Moregallo (Monte) Canalone Belasa - Garaca
Sempre bella e divertente , attrezzatura e segnaletica tutta in ordine. Proseguito poi per il corno orientale di Canzo e rientrati per San Tomaso.
10/12/17 - Corvi (Rocca dei) da Cunio, anello - lo65
Come già detto,facendo la relazione di una precedente uscita in zona,si può scegliere per compiere questa breve escursione fra varie opzioni di percorso in un vero labirinto di sterrati e(pochi)trat [...]
10/12/17 - Musiné (Monte) da Caselette - Andrea81
Sono partito dalla SS24 di Caselette, trovando un sentiero nel bosco che porta direttamente al Campo Sportivo, quindi su per il sentiero classico di S.Abaco e del costone sud-est. Fino a metà percors [...]
09/12/17 - Giro degli orridi di Uriezzo - il.bruno
Gita fatta appena in tempo, vista la nevicata del giorno dopo. Partiti da Baceno e saliti alle marmitte di Bauletta e quindi all'orrido di Croveo. Scesi poi a Baceno e Verampio, viste le marmitte de [...]