Lauzet (Aiguillette du) Ferrata

Bella ferrata, sentiero ottimamente segnato. Prima parte noiosa su cenge, poi traversi molto esposti alternati a qualche muretto, infine bel tratto diretto sulla torre finale. In molti tratti è più divertente salire arrampicando sulla roccia invece che usare i gradini. Attrezzatura non impeccabile (qualche gradino piegato) ma perfettamente sicura.
Panorama e posto spaziali.
L'aiguillette du lauzet al ritorno
Bei traversi esposti

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bella escursione
in ambiente non conosciuto con Marta, Luigi e Franco

[visualizza gita completa]
Ferrata facile. La parte iniziale e' praticamente un sentiero. La seconda parte piu' bella. Ambiente bello e dalla vetta ottimo panorama . Attrezzatura perfetta. Giornata con sole e qualche nube. Oggi con Angela.

[visualizza gita completa]
Rifatta dopo quindici anni, l'ho trovata più tosta, anche perchè gli anni passano anche per me e soprattutto perchè è stata allungata fino in vetta con un tratto finale impegnativo ( all'epoca in cui la percorsi la ferrata terminava in fondo al canalone di sfasciumi che si doveva risalire fino in cima).
Percorso sempre bello, un vero viaggio dentro le pareti della montagna, che non presenta difficoltà particolari o passaggi atletici ma che richiede concentrazione continua e una certa conoscenza di nozioni di base di arrampicata.
Bella giornata di sole e, stranamente, poche persone lungo il percorso.
Acqua solo in basso.
Con Federico, Omar e Andrea.


[visualizza gita completa]
oggi, per riposare le gambe abbiamo scelto questa bella ferrata; per allungare un po' il ritorno siamo passati dal grand lac, contornando l' arrete de la bruyere; abbiamo percorso in discesa il "tratto delicato" che ci ha riportati nel vallone di partenza; e' stato un bel giro, vario e panoramico

[visualizza gita completa]
L'avevo già salita 7 anni fa e devo dire che è sempre molto bella.Unica pecca le scariche di pietre che hanno piegato numerosi scalini rendendo la salita o la discesa veramente insidiosa, chiedete al mio compagno di gita Nicola!! Salendo mi chiedevo quando fossero cadute quelle pietre e la cosa mi faceva procedere con passo veloce anche se devo dire che non abbiamo sentito nessuna scarica.Comunque vorrei allinearmi con alcuni che mi hanno preceduto e direi che valutarla solo PD mi sembra riduttivo, anche io la valuterei AD.Salita sempre in ombra, meno male che non faceva freddo come la volta scorsa.Arrivati sotto il salto finale anche le raffiche di vento ci hanno fatto compagnia rendendo il tutto molto più impegnativo.Oggi solo noi sulla ferrata, in vetta abbiamo conosciuto due simpatici lombardi che uscivano da una via di 6b di 400 metri,complimentoni!
Gita condivisa con il mio amico Nicola in una giornata solare ma leggermente nuvolosa


[visualizza gita completa con 4 foto]
Solo residue lingue di neve lambiscono l'attacco e la parte alta della via del ritorno, quindi percorso tutto pulito. Ghette e picca sono rimasti nello zaino. Impiegato ore 2:45 cercando di salirla dignitosamente ovvero toccando meno possibile cavo e ferri. Ad eccezione della prima parte già attrezzata ma poco interessante, che si può considerare ancora avvicinamento, è una ferrata costruita in modo intelligente che invoglia il contatto con la roccia, caratteristica che insieme alla notevole panoramicità, la rende tra le migliori che conosco, come per es. la Monte Grona. Ci sono alcuni gradini piegati dalle scariche ed il cavo mostra una guaina, ove presente, assai usurata e qualche trefolo nella parte bassa nonostante gli interventi col nastro. Segnaletica un po' carente. Lunga pausa in cima dove incontro 2 + 1 francesi saliti dalla ferrata e qualche escursionista salito dal sentiero usato per scendere. Prima ferrata della giornata, proseguito poi con quella di Ailefroide nel pomeriggio tanto per dare una prima sgrossatura alla zona.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Bellissima ed impegnativa gita di inizio autunno. Qualche difficoltà sul sentiero: al bivio subito dopo le casette, tenere la sinistra verso Le Gran Lac (seguendo i segni bianco-rossi, viceversa, si va a finire sulla via di ritorno). La ferrata arriva fino alla cima del Aiguilette seguendo i percorsi naturali della roccia, con gradini e scale solo in alcuni punti. Il paesaggio si apre a poco a poco, prima cambiando versante, poi arrivando sulla cima con vista a 360 gradi. Avvistati molti rapaci, stambecchi (attenzione alle scariche di sassi!) e marmotte.
Un ringraziamento speciale a Marco, che per primo ha descritto l'itinerario e che per anni giustamente me lo ha consigliato!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Davvero bella e molto estetica, anche per uno che come me che in genere non ama molto le ferrate. Salita durante una fase del viaggio in Delfinato verso mete di un certo interesse alpinistico, sebbene confinate a casa del diavolo. La ferrata su questa bella guglia era uno sfizio che volevo togliermi da tempo, e devo ammettere che il salirla e' stato anche molto divertente, con stambecchi ovunque a brucare quel po' d'erba qua' e la' tra corde fisse e scalette in ferro, molte delle quali gia' piegate dall'eccessivo uso. Necessiterebbe di un po' di manutenzione..! Suggestivo il passaggio in grotta per quanto un po' faticoso. Salita in un tempo di 2 ore con proseguimento sin sul punto massimo (Q.2717).L'Aiguillette termina a quota 2611. Successiva discesa a Pont de l'Alp in anello dal Col de L'Aiguillette, su sentiero ben battuto.

[visualizza gita completa con 7 foto]
insiame al gruppo Cai Moncalieri su questa bellissima ferrata in una giornata con meteo stupendo.Ferrata all'ombra con un pò di arietta che non faceva sudare.Visto tanti stambecchi che a volte dall'alto facevano cadere pietruzze sul percorso.Fettata lunga e in ambiente bellissimo.Dalla cima vista spettacolare dalla Meije al Viso passando dalla Barre des Ecrins e Les Agneaux.Percorso con molti appigli naturali che mi ha consentito di salire senza quasi toccare ferro quindi di enorme soddisfazione e divertimento.Tutto questo è stato poi fatto pagare con un ingorgo epico che a causa della guerra NO TAV ci ha fatto rincasare a TO dopo mezzanotte.

[visualizza gita completa]
Abbiamo ravanato un po’ all’inizio perche dopo le baite siamo andati a dx invece di andare a sx verso l’attacco della ferrata. La ferrata è facile ma non banale anche visti i numerosi gradini piegati. Verso la vetta siamo stati colti dalla tormenta e quindi siamo scesi subito verso sx allungando la discesa ( consiglio di scendere dalla vetta verso dx, è più breve)
È stato un bel giro anche perché abbiamo visto tanti stambecchi……


[visualizza gita completa con 8 foto]
Bella ferrata, molto articolata ma senza difficoltà particolari. Bellissimo il panorama dalla vetta. Gita sociale CAI di Viù.
Un saluto a tutti i partecipanti e agli amici incontrati sulla ferrata.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Bellissima giornata, temperatura ideale visto che la parete non prende sole al mattino. Tanta gente oggi sulla ferrata e parecchi camosci. Ferrata sempre in ottime condizioni. Se non cambia repentinamente il tempo, fattibile ancora per parecchio.
oggi on sergio, seb, claudio. Un saluto al gruppo del CAI di Viu.


[visualizza gita completa con 5 foto]
ferrata non difficile ma che si snoda in un ambiente di alta montagna con panorami sempre bellissimi, dal gruppo Des Ecrins, all'Arete de la Bruyere, al Pelvoux, al gruppo della Tete de Colombe, ecc.; giornata limpida anche se con aria fredda, ferrata molto frequentata.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Bella e mai difficile (anche se forse non adatta ai principianti). Roccia solida e ambiente grandioso d'alta montagna.
Grazie all'amico Carlo per la bella proposta!


[visualizza gita completa]
Bella, non molto difficile anche se pochi metri sotto la vetta, era presente parecchio ghiaccio che ha dato un pizzico di "SAPORE" in più alla nostra gita.
Giornata abbastanza limpida ma molto fredda.
Ferrata affrontata con il mitico Roby; incontrato due francesi lungo la via.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Veramente una bellissima ferrata, come del resto dovrebbero essere tutte la vie ferrate, seguendo la via più logica di salita, senza creare passaggi volutamente tecnici e strapiombanti. Dal sapore dolomitico su una bellissima montagna.
Ottima come sempre la compagnia, otto persone arrivate in vetta. Complimenti a Lyorna e Camille, alla loro prima ferrata, si sono comportate veramente bene. Peccato per il temporale che ci ha sorpresi sulla via del ritorno, ma ci può anche stare, in una bella giornata come questa.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Partiti con cielo grigio da casa, pioggerellina e nebbia sino a Claviere, magnificamente sereno dal Monginevro, temperatura in crescendo, comunque sempre piacevole. Bella ferrata d’alta montagna, piuttosto lunga. La classificherei AD, comunque non adatta a principianti. Spettacolari le pareti a picco. Tratti a volte piuttosto esposti anche a cadute pietre. Stupendo il panorama che si gode dalla vetta: Monviso, Pelvoux, Barre des Ecrins. Scesi al colle sotto la vetta, dove ad aspettarci c’è una famiglia di stambecchi con un bel cucciolo dal pelo arruffato, e giù per un sentiero sul versante opposto a quello della salita sino ad incontrare il “chemin de roy”.
in compagnia di Marvi


[visualizza gita completa con 1 foto]
Ferrata molto bella, lunga (1 km di cavi) ma discontinua (tratti di sentierino e cengette si alternano a passaggi + impegnativi, solo un paio faticosi per le braccia). Esposta. In Ambiente suggestivo, segue sapientemente i punti deboli di una parete che da sotto fa una certa impressione.
NB: alcuni traversi in leggera discesa non sono banali (anche perchè un paio di di gradini in metallo sono piegati verso la roccia, niente di drammatico, basta usare i piedi, ma meglio saperlo prima). Non sono un esperto di ferrate, ma secondo me NON è adatta a principianti.
Un'ora scarsa all'attacco, 2 ore e un quarto per la ferrata (ero da solo, ho pistato). Un'ora scarsa a scendere, dritto per i prati. Camosci e marmotte. Splendida vista su Agneaux e Barre. Consigliabile.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella ferrata. Lunga e non difficile.
salita con paoletta.

[visualizza gita completa]
Ferrata molto bella in ambiente suggestivo, tempo di percorrenza in totale 5 ore. Fatta in compagnia di Pietro e Luisa.

[visualizza gita completa con 1 foto]
le cinque stelle sono per il panorama, l'ambiente e gli stambecchi che ti fanno compagnia durante la salita;
la ferrata vera e propria diventa divertente solo nell'utimo tratto

[visualizza gita completa con 1 foto]
Oggi eravamo veramente pochi a fare questa ferrata anche perchè il termometro si aggirava intorno ai 2 gradi!Comunque bella ferrata,inizialmente banale ma via via che si saliva sempre più interessante ,fino agli ultimi 80 metri coperti da un leggero strato di nevischio gelato che ogni tanto ci faceva pattinare.Dopo aver fatto la via Davin non potevo non portare Ale ed Irina su questa bellissima vetta.Tempo splendido.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Ferrata facile e molto panoramica. La vista spazia dalla Tete Colombe alla Barre des Ecrines, al Pelvoux.
I cavi sono nuovi e la ferrata non presenta particolari difficoltà. Numerosi ferratisti e tempo splendido.

[visualizza gita completa]
Partiti da Torino con lampi e tuoni ed inizio pioggia. Tempo brutto fino oltre Briancon. Dal momento che le previsioni francesi davano bel tempo alle ore 8 abbiamo insistito e siamo stati premiati. All'attacco della ferrata il terreno era ancora bagnato ma in poco tempo è asciugato e tutta la salita si è svoltaall'asciutto e con bel tempo. Ferrata lunga e abbastanza faticosa ma piacevole per l'ambiente, la vista e gli stambecchi che pascolavano nei prati in lontananza.

[visualizza gita completa]
gita sociale del CAI Pianezza, circa 35 persone di cui la metà circa ha fatto la ferrata e l'altra metà è salita in vetta per il sentiero. la ferrata non presenta tratti particolarmente difficili ma è comunque molto lunga (prevedere circa 3 h) e quindi risulta abbastanza impegnativa. I tratti più delicati sono nella parte centrale, un traverso molto esposto e un tratto in discesa che precede il passaggio in galleria (strettissimo!!!). Per il resto nessun problema, nei tratti più ripidi gli scalini sono piazzati al punto giusto e si riesce quasi sempre a salire evitando di attaccarsi al cavo. Il sentiero di discesa non presenta particolari difficoltà, tranne il primo tratto un po' esposto. Tutto il percorso è ormai completamente privo di neve.
Dalla vetta, a picco sulla valle, il panorama è splendido anche se ieri nel pomeriggio il tempo si è un po' rannuvolato.

[visualizza gita completa]
Anche se non sono un amante delle ferrate , questa devo dire che è stata piacevole , sia per lo stile Alpino sia perchè si è raggiunto la vetta.
compagnia di Alby e Jampy spettacolare...

[visualizza gita completa]
Ferrata storica in zona Briancon, senza difficolta' particolari con meraviglioso panorama a 360 gradi.
ulteriori commenti e foto su:
_colangelo

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 02/08/11 - stegio
  • 08/10/06 - windeugenio
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: AD ::
    esposizione prevalente: Varie
    quota base ferrata (m): 2020
    sviluppo ferrata (m): 600
    dislivello avvicinamento (m): 400