Real (Tour) da Chianale, via Normale e variante diretta

in giornata in solitaria da Genova, sentiero di avvicinamento molto bello, poi conviene seguire la traccia che prima costeggia il lago,lato Tour, e poi con traverso evita la pietraia, l'attacco si fa sulla destra del torrione, mentre il versante di salita è proprio quello del lago, avevo la corda ma no mi è servita, ho disarrampicato senza problemi, se però non avete dimistichezza con il II grado e soffrite un poco l'esposizione potete fare diverse calate, da controllare prima però chiodi e fittoni, arrivato in vetta senza anima viva, sono sceso veloce perchè ho visto nuvoloni neri, ma era un falso allarme, ancora 6 persone stavano salendo per la vetta.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Come già detto da Tiziana , siamo saliti dalla normale e scesi dalla diretta, anche se a dire il vero non ho notato diversità tecniche tra i due percorsi, in compenso il secondo prende leggermente più sole in questa stagione. Il cordino d'acciaio da calata è un po misero , ma lavora relativamente bene. Noi abbiamo fatto 2 calate senza disarrampicare , ma il terreno lo consente.
Oltre a noi in vetta altri 4 ragazzi di Cuneo un po rumorosi ,ma allegri. Giornata solare . Al ritorno sosta sulle sponde del lago. Con Tiziana .


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: ok
saliti per la via normale e scesi, con due doppie, dalla direttissima.
la punta si trova in una piccola conca ornata da un grazioso lago, contornata da ambiente suggestivo e rilassante...
peccato solo per la brevita' della parte alpinistica
Con Andrea


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Veramente una salita molto interessante, assolutamente non banale. Salito e sceso per la via normale, disarrampicata in alcuni punti esposti un po' problematica ma niente di difficile. Al momento tutto pulito.

[visualizza gita completa]
Partenza alle sette e trenta, freddino e vento pungente.
Evidente e ben segnalato il sentiero che porta al bivio e successivamente al pittoresco lago Nero, dai riflessi incredibili.
Traccia e ometti fin al colletto, un po sbiadite le tacche gialle per l' attacco. Salito la via normale, arrampicata semplice ma non banale, alcuni passaggi sono un po atletici ed esposti. Panorama e giornata spettacolare, impagabile il volo acrobatico di una coppia di aquile.
Discesa lungo la via di salita, con due brevi e comode doppie nei punti più delicati, presenti in tutto tre chiodi con anello di calata, più due cordini per doppie supplementari sui gradoni e placche della parte alpinistica iniziale.
Altra cordata sulla variante di destra e alcune persone al colletto, parecchia gente al lago Nero.
Giornata perfetta, dal meteo alla luminosità, dalle prime tonalità quasi autunnali al bell' ambiente di salita.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Salita non difficile, ma da non prendere sotto gamba specie se slegati.
consigliabile la discesa in doppia; in alcuni tratti la disarrampicata e poco agevole ed alcuni tratti sono abbastanza esposti.
lultimo tratto della salita dopo il diedro camino è abbastanza delicata.

[visualizza gita completa]
Splendida giornata in compagnia del mio amico di avventure beppe...sempre a caccia di nuove cime! gita non lunga con un panorama fantastico sulle zone circostanti e il passaggio agli splendidi laghi bleu e nero...Saliti e scesi senza corda dalla via di sx, a parer mio non serve se le condizioni atmosferiche e della roccia sono buone. Giusto comunque classificarlo pd-, il diedrino finale non è semplicissimo.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Bellissima la parte escursionistica che passa dai due grandi laghi. Saliti poi sulla Tour per la via normale che traversa a sinistra, i passaggi sono facili (II+ max) e mai troppo esposti, ci sono tre chiodi nel punto un po' più esposto che conduce alla vetta (dal camino di II+ fino alla vetta). Consiglio comunque una corda per togliere ansie in discesa e andare più sicuri.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella salita che di alpinistico ha solo la parte finale, breve quindi adatta a Giuseppe alle sue prime esperienze. Fatta la diretta con un paio di tiri di corda. Il socio entusiasta di conseguenza anche io.

[visualizza gita completa]
Gita azzeccata! Col tiepido degli ultimi giorni, poi si è quasi sciolto il ghiaccietto sul sentiero o è rimasto un po' di marcetto che non crea assolutamente problemi. Idem in alto la poca neve sotto il castello sommitale è morbida e non richiede ramponi. Il resto è tutto ben pulito.
Via ben indicata e, volendo fare una o due doppie in discesa, bisogna seguire le freccie gialle oltre la croce, se si è salita la normale.
E' un bel monte con una salita appagante, varia e completa, non faticosa ad eccezione degli ultimi tratti un poco sfasciumosi.
...E che colori....
Ieri con le alte velature nel cielo vie era una coloritura spettacolare, una sorta di "boschivo-lunare" dalle tonalità grigio arancio davvero straordinarie!!
Con Davide, certezza d'autunno...

pics su: guardainalto.weebly.com/tour-real-25-10-15.html


[visualizza gita completa]
Il sentiero di avvicinamento (quello che porta al Lago nero) quasi completamente ghiacciato e coperto da neve (prende poco poco sole)...oltre il Lago Nero si cammina per un tratto su sentiero asciutto poi ci si inoltra in un largo canale ormai coperto da neve. Noi non abbiamo usato i ramponi ma sicuramente un paio di bacchette sarebbero state comode.
La parte alpinistica l'abbiamo affrontata legati, nelle condizioni attuali non è assolutamente da sottovalutare...pietre leggermente coperte da neve e scivolose, esposizione abbastanza notevole. Ora come ora rimanderei la salita alla prossima primavera!
Siamo saliti seguendo le tacche gialle verso sinistra (presenza di chiodi e soste in loco), arrivati alla croce siamo invece scesi dal canale di destra (diretta Ovest) calandoci con delle doppie (basta una corda da 30 metri).
F+ sicuramente stretto, nonostante la parte alpinistica sia relativamente breve.

Oltre a noi due, presenza di un'altra cordata sull'itinerario (che salutiamo!)
Partiti con un cielo coperto e sbucati oltre Pontechianale con un cielo azzurro e sole splendido che ci ha accompagnati per tutta la giornata!


[visualizza gita completa]
Tour Real in veste quasi invernale. Molto ghiaccio sul sentiero fino ai laghi, bisogna fare attenzione.
Non c’è molta neve per arrivare all’attacco. Saliti senza legarci. Arrivati al diedro dove si trovano le due frecce noi siamo andati a sinistra forse era meglio a destra. Pochi minuti in vetta e scesi a destra con due doppie. Sarà per il freddo, per il ghiaccio e un po’ di neve ma la salita non è stata banale. Salito con Stefano per la prima volta sulla Tour Real. Dopo di noi ancora una cordata di due ragazzi.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Condizioni buone su tutto il percorso,i ramponi ad oggi non servono;noi abbiamo fatto tre tiri con 2/3 frend medi e 2 corde da 30.Bello il camino da fare ad incastro per il resto si sta sul II ma con una discreta esposizione.Scesi con 2 doppie sui chiodi gialli non proprio rassicuranti anche se ribattuti....
Con Mauro

[visualizza gita completa con 5 foto]
Forse F+ è un pò stretto.
Nell'itinerario è indicato un dislivello errato:(2877-1800=1077)

Giornata splendida, con Elsa siamo saliti dal vallone Antolina, cima e discesa per il colle Rastel.



[visualizza gita completa]
Partiti con gli amici del CAI di Albenga per la gita sociale al Monte Maniglia (m.3177) di domani, oggi seguiamo in una ventina questo bellissimo itinerario e con alcuni che hanno fatto il giro dei laghi, noi e alcuni alla prima loro salita alpinistica abbiamo raggiunto la vetta per la normale con salita divertente e ben segnata, con passaggi non banali dove la corda conviene averla dietro anche se si sale slegati. Un saluto agli amici del CAI di Albenga e Buona Montagna a tutti!

[visualizza gita completa con 7 foto]
Molto bello il vallone di salita e l'arrivo ai laghi,purtroppo il sopraggiungere di nuvole e nebbie ha fatto cambiare in corsa quello che era l'obiettivo di giornata,pazienza.
Sono presenti, sui due percorsi indicati con frecce e tacche gialle,cordoni e fittoni con anelli per eventuali calate in doppia,noi non abbiamo usato la corda,che avevamo,ma uno spezzone è bene averlo.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Sentiero molto bello e remunerativo.
Al lago bleu dovevamo decidere se proseguire a dx verso il Roc de la Niera. Le nuvole in arrivo ci hanno fatto andare a sx verso il lago nero e proseguire per il Real, più basso e molto più vicino.
Poco sotto il colletto le tacche gialle indicano la parte alpinistica.
Passi di II° tra cengette, muretti ed alcune pietre vaganti. Si arriva ad un diedro su cui si trovano 2 frecce convergenti: praticamente si può proseguire a dx e sx. Noi siamo saliti alla dx del diedro ed in breve alla croce. Discesa sulla via di salita.
Presenti fettucce ed anelli.
Anche se breve è esposta e non è banale. Non abbiamo usato la corda ma uno spezzone può essere utile in caso di roccia umida.
Sviluppo della torre sommitale 80/100 m dsl.
Con Renato in questo bel vallone dopo quasi 20 anni.


[visualizza gita completa con 8 foto]
Salita più impegnativa di quanto il grado F+ farebbe pensare, a causa della roccia molto rotta e a tratti infida.
Ottime segnalazioni. Tre soste già attrezzate per discesa in doppia, basta una corda da 30 mt ma conviene averla.
Un chiodo in un passaggino, utile forse per moschettonarlo e "ciapa e tira", per il resto si può salire in libera.
Dalla cima ovviamente ritornare per dove si è arrivati, non seguire la freccia che apparentemente porta a un precipizio, punta alla via diretta.
Bellissimo il Lago Nero!

[visualizza gita completa con 2 foto]
Avvicinamento su mulattiere e sentieri ben segnalati.
Parte alpinistica ottimamente segnalata, salita senza difficoltà, discesa in doppia, peccato solo per la sua brevità!
Attenzione alla caduta pietre!
Con mio figlio Paolo


[visualizza gita completa con 2 foto]
Assenza di neve sull'intero percorso.
Pochi passaggi non troppo complicati e mai troppo esposti.
Discesa in doppia per il passaggio sommitale.

Giornata splendida di sole.
Con i miei amici Luca ed Elvio.
Incontrati due francesi con cui abbiamo condiviso la salita e altre 3 persone che salivano più tardi.
Molta gente ai laghi


[visualizza gita completa con 4 foto]
Bella giornata oggi in val Varaita, leggermente disturbata dal venticello piuttosto fresco al mattino. Itinerario completamente sgombro da neve, stupendi colori e riflessi dalle acque dei laghi, poca gente in giro (solo noi 2 oggi quassù). Saliti dalla normale fino al lago Blu, poi a quello Nero e in breve all'attacco del castello sommitale: tratto divertente anche se breve, abbiamo approfittato della giornata di "solitudine" per fare qualche tiro e un paio di calate, ritorno dallo stesso itinerario di salita. Oggi con Teo.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Bel giro con salita dal vallone Torrette, colletto della Tour, raggiunta la croce per il camino di destra, discesa per la "normale" di sx. e rientro per i laghi Nero e Blu.
Diversi tratti ghiacciati sui sentieri, in entrambi i valloni.
Giornata spettacolare con Mattia: nei prossimi giorni quassù si cambia stagione...


[visualizza gita completa con 8 foto]
saliti dal vallone Martinat e scesi dai Laghi blu,l'arrampicata in cima e breve ma divertente,noi siamo saliti dal lato dx e scesi dal lato sx con doppia 15mt .Bella giornata con Valerio e Mauro. P.S. Risalito questa cima dopo 15 anni.

[visualizza gita completa]
Saliti dal direttissimo vallone del Martinet, e scesi sui laghi blu.
La roccia è buona e il tratto impegnativo corto ma esposto in alcuni punti.
A mio avviso come difficoltà non ha molto da invidiare al poco distante Pic d'Asti. Io la darei PD (anche se è mesi che non facevo nulla e mi mancava l'allenamento psicologico).
Corda e imbrago possono essere utili.

Con Giangi, Bonny, Claudio e Levro per una gita plasir in ottima compagnia.
Ultima gita prima del ritorno alla piatta Inghilterra, ci si vede a a Natale, magari per un pò di Powder.
Alè!


[visualizza gita completa]
Una bella cima!! Il tratto di arrampicata non è lungo, ma molto divertente, sicuramente decisamente più sicuro con uno spezzone di corda come abbiamo fatto noi; in particolare il canalino prima della croce è un po esposto,ma presenta un chiodo con anello all' inizio, un' altro e un cavo metallico al termine; in discesa una doppia da 15 metri basta! Ambiente favoloso e gran spettacolo sulla cima! Con Jack, Sam e Gigi.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Si può classificare, come gita, per chi non ha troppo tempo, ma di sicuro GUSTO! (2h e 20 senza agitarsi troppo)
Saliti, dalla via che porta ai laghi Bleu e Nero.
Ridiscesi dal colletto della Tour Real verso le Grange Martinet e Torrette.
Con l'inseparabile amico Paolo.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Stamattina volevo dormire, fare una sgambata e collaudare gli scarponi nuovi. Quindi -> Tour Real
Partenza alle 8.30 da Chianale, in barba alle previsioni scendeva già qualche goccia e salendo aumentava la nebbia... Poche speranze di arrivare alla croce.
Quindi arrivando all'attacco del castello sommitale e scoprendo che la roccia era praticabilissima, la gita è diventata 5* , anche se in punta non si vedeva niente! Che soddisfazione!
2h dalla macchina alla Cima, di cui 10' miseri su roccia.. è sempre un peccato.


Un saluto agli amici compaesani incontrati per caso sul tragitto! Pazzesco, per il secondo anno di fila Tour Real = montagna dei Benesi!!! ;-)
Solo noi su questo percorso, un paio di pescatori al Lago Nero, un tot di persone - con lunghe lingue - sul tracciato per il Lago Bleu


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Nulla di rilevante
Per cercare il IV- mi sono ficcato su per un diedro che si perdeva in placconate carine, ma, avendo solo fettucce e zero nuts ho dovuto rinunciare alla variante della variante...
Quindi abbiamo seguito le grosse indicazioni gialle ficcandoci, corda nello zaino, nella variante vera, prendendola però per la normale. CI siamo resi conto dell'errore solo trovandoci la cima a sinistra (d'altronde la tour è turrita ed è facile, da sotto scambiare la cima per anticima.
Poco male, siamo scesi poi dalla normale sfruttando i bei chiodoni in loco per mettere delle corde fisse nei punti più ostici. Ne è uscita una traversata carina, su una montagna assai caratteristica.
Con Elisa, che questa volta scese ordinatamente, ma correndo il rischio di incastrarsi come un nut tra fessure e spaccate.


[visualizza gita completa]
Saliti per il vallone di Torrette per poi scendere per i laghi Blu,"parcheggiato Jolie al colletto con tanta roba buona da mangiare,saliti alla punta facendo la traversata,per me la corda è stata utile in alcuni tratti,la pietra un pò umida,comunque è stata una bella arrampicata.Oggi in compagnia di Cornelio e Piero.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Saliti fino al Lago Bleu, di qui un bivio con palina indicatrice segnala il sentiero fino al lago nero (fin qui ottimamente segnalato), di lì saliti fin quasi al colletto, salvo tagliare prima di questo a sx (salendo) per raggiungere le tacche gialle che conducono in cima (rocce un po' slavate e scivolose, soprattutto con il tempo uggioso di oggi). Parte alpinistica ultra-segnalata da enormi tacche gialle (stile viso). Brevi muretti di II° si alternano a cenge fino al camino-diedro (II°+, 2 ch. alla base e in cima) oltre il quale si perviene alla cresta che si segue ancora per poco (anche troppo poco) fino in cima (II°, 1 passo di II°+, 1 ch.). Discesa lungo la spaccatura tra le due cime (doppia ben segnalata sulla dx del canalino, ch+maillon, occhio che nel canalino muove un po' di roba), neanche 15m di doppia lasciano ad un altro possibile chiodo per calata, noi abbiamo invece proseguito per facile cengia fino ad una fettuccia bianca dove passa la normale, di lì disarrampicando fino al sentiero per il colletto. Il materiale sembra buono, unica pecca i chiodi fin troppo lunghi che, a volte, escono dalle fessure di un 5-7cm, quindi caricando il peso per le doppie flettono un po'. Se si vuole avere delle precauzioni in più portare un paio di cordini/fettucce. Bella roccia compatta con fessure simili al granito, solo molto più scivolosa. Arrivati al colletto non avevamo ancora finito pranzo che sono arrivate le prima fredde folate di vento cariche di neve: quindi dai 2600/2700 aspettarsi una spolverata (per ora) di neve (tuttavia pic d'asti e roc della niera, ben visibili per tutta la salita, sembravano sgombri e senza neve fino a pomeriggio).
Con Andrea, a una settimana dall'ultima volta in val varaita.


[visualizza gita completa con 10 foto]
sempre un grande bel ambiente,oggi con l'amico Roby che non ci era mai stato.
Saliti dal lago nero e scesi nel vollone delle grange martinet....

[visualizza gita completa con 5 foto]
Partiti anche noi un po' tardino, 8.40 circa da Chianale causa turno di notte in Croce Bianca. Passati dai laghi Bleu e Nero. In punta poco prima delle 11.30 senza forzare eccessivamente il passo. Nella parte terminale (alpinistica) siamo saliti seguendo i segni gialli di destra e poi scesi seguendo i segni gialli sulla sinistra utilizzando una corda doppia per essere più sicuri in un paio di passaggi. Tornati a Chianale sull' altro versante seguendo qualche segno e qualche ometto.
Gita molto bella, era da un po' di tempo che volevo farla, ottima se non si riesce a partire molto presto e divertente la parte terminale alpinistica. Nel pomeriggio il meteo è peggiorato ma non abbiamo preso pioggia. Un grosso grazie all' amico di tante belle gite Domenico (Mini) Priola e un salutone a Dario 78 (compaesano) e al suo amico Faber. Alla prossima.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Partiti tardi da merenderos :-) 9.30 scarponcini ai piedi, in punta due ore dopo. Saliti e scesi traccia dx (salendo ignorare la freccia gialla che indica sx e va sull'altra via, seguire bollino giallo a dx con chiodo), senza corde come al solito. In Cima bel sole, oggi ottima temperatura e sosta gradevole al Lago Nero. Sviluppo Gps andata 6km

Il Dari e il Faber. Siamo di nuovo noi eh? :-)
Un saluto a Mini e Aquila74 incontrati in Cima. Bene Rules! ;-)


[visualizza gita completa con 6 foto]
Partiti con meteo nervosetto, abbiamo preso più volte l' acqua sulla testa. Arrivati a i laghi ha tenuto, ed abbiamo provato a salire la Tour Real. Siamo arrivati a 10 metri dalla croce di vetta, poi essendo sprovvisti di imbrago e corda, e avendo la roccia ( Serpentino viscido) umida dalle precedenti piogge non abbiamo osato salire l' ultimi passi facili ( II+) ma esposti. Consiglio per chi vuole ripetere la gita uno spezzone di corda più che per la salita per la discesa, specie se trovate la montagna nelle condizioni che l' abbiamo trovata noi. Per scendere a Chianale abbiamo deciso di fare un giro ad anello e siamo scesi dalla parte opposta. Il sentiero è tracciato da bolli gialli che finiscono alla casermetta diroccata, da li tracce di sentiero e ometti portano in basso nel vallone, poi più nulla e li abbiamo dovuto tirare fuori cartina e senso di orientamento per agganciare il sentiero GTA che passa dalle grance Martinet. Bel posto Lagho Blu e Nero stupendo. La prossima volta ci portiamo dietro l' imbrago un spezzone di corda , due rinvi, un discensore e una fettuccia.

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ottimo
Finalmente si comincia a fare qualcosa di serio...gran bella gita accompagnata da 1 ottima giornata di sole e dalla compagnia di 2 splendide fanciulle conosciute in loco!ancora 1 po di neve sparsa qua e la ma che non crea problemi,paretina finale(sempre interessante...) completamente pulita,poi pranzo e relax al lago nero e infine birra e caffé a Chianale...cosa chiedere di piu!!!
Un saluto agli amici Dario e Paolo(alla loro prima gita..."HARD"...)e a Luisa e Debora incontrate strada facendo...CIAO


[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: ottimo
Che scrivere: ad esser schizzinosi quasi 900 mt di avvicinamento per 100 metri scarsi di via, seppur non banale, sono forse un po’ sproporzionati…, ma non per questo non è una bella gita, anzi l’avvicinamento al Lago in qesta stagione seppur il sentiero non sale (e scende…) mai.. :-), con i larici ingialliti e la calda luce di ottobre, è sempre uno bello spettacolo! Via in condizioni perfette, no ghiaccio, che invece abbiamo trovato discretamente abbondante sul sentiero, nel tratto delle sorgive (nord pieno), prima della cascata, ma tranquillamente aggirabile tagliando su pendi solatii a dx salendo e già in rapido scioglimento nel pomeriggio. La via normale è breve, direi molto poco esposta, quasi niente, ma non banale è costituita prevalentemente da gradoni e passaggi di II+, che “puzzano” anche di qualcosa di più…., in salita non si avverte molto, in discesa, sì. Un cordino da 30 mt è più che sufficiente per salire, ma soprattutto scendere in sicurezza. Nella parte finale si trovano un bel chiodo con anello (saldo) e sotto la croce in cresta, una sosta su staffa mettallica un po’ flettente…, non è il massimo per una breve doppia in discesa, ma se non la si sollecita violentemente… Scendendo si trova anche un cordino nuovo su spuntone per un’altra eventuale piccola doppia o per far sicurezza su un passo aggettante. Comunque spuntoni naturali per far sicurezza non ne mancano…
Promessa mantenuta alla socia Adry…, clima da ghisarti bracce e gambe (vento gelido), ma essendo la via breve, alla fine sopportabile. Un saluto a Elena e Karco che ci hanno aspettato al Lago finché hanno potuto… e Benoit e Piero, diretti alla Rocca Bianca, che ci hanno accompagnato per un pezzo della salita ed ovviamente al grande Roby: una garanzia.
Tendiniti e ginocchi al ritorno da buttare via…, ma son davvero le ultime….


[visualizza gita completa con 2 foto]
Abbiamo effettuato un bellissimo giro ad anello partendo da Chianale verso il Col del Rastel, per poi deviare a destra dopo il Laghetto di Torrette, fino ad una casermetta èpsta proprio sotto Tour Real. Di qua abbiamo proseguito fino al passo, dal quale si gode una spledita veduta sul sottostante Lago nero, sul Lago Blu e i Laghi Bes in lontananza.
Scesi leggermente per il versante dei laghi sotto gli speroni rocciosi,siamo risaliti fino in cima a Tour Real per poi rientrare dal sentiero del Lago Blu.
Consigliatissimo!!!!

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: parcheggiare l'auto nell'ampio piazzale sopra l'abitato di chianale
paesaggio bellissimo tra il Lago Bleu e il Lago Nero. Passato quest'ultimo attenzione al sentiero, sale e poi taglia sulla destra in direzione della Tour Real. Non puntare il primo rilievo roccioso ma tenersi un po più bassi.
Arrivati al colle, seguire le tacche gialle per gli ultimi metri di arrampicata. A metà c'è una grossa freccia gialla che punta a sinistra, non seguirla, porta sulla via un po' più complessa (III+) ma tenersi sulla destra e puntare il pallino giallo dove c'è l'anello.
Grazie a Gio che come sempre mi ha assicurata :)


[visualizza gita completa]
Gita sempre divertente.
Molte pietre smosse, che richiedono attenzione sia per se stessi, sia per eventuali persone al di sotto.
Peccato per le nebbie che andavano e venivano, che hanno consentito pochi e brevi scorci di visuale.
Con Eve fino ai laghi sottostanti.

[visualizza gita completa]
SigisWalter grazie per la segnalazione, ci siamo portati il casco per evitare spiacevoli inconvenienti.
L’inconveniente però non è venuto a mancare, mi sono lussato la spalla sinistra durante uno degli ultimi passaggi. Per questo motivo ho dovuto rinunciare poco sotto alla vetta.
La cosa carina è che ho dovuto affrontare tutta la discesa con la spalla lussata....che dolore!
Ci ritornerò in futuro, in un’altra occasione più fortunata.
Salita interessante, ho messo una stella per l'inconveniente.
Un significativo ringraziamento và a Carlo che dopo il fattaccio mi ha assicurato in discesa nei passaggi più impegnativi.
Senza di lui avrei rischiato grosso!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
ATTENZIONE: siamo stati investiti da una significativa scarica di pietre di grosse dimensioni staccatesi dall'uscita del diedrino della via centrale, in prossimità della "sosta" su cavetto di acciaio. Abbiamo disgaggiato quanto più possibile ma resta ancora parecchia roba instabile, quindi occhio.
E'conveniente salire sulla via di sx e prima di ridiscendere andare a controllare la situazione sulla grossa cengia di uscita del diedro centrale.
Eventuali pietre colpirebbero ugualmente sul tratto di salita iniziale
Un grazie a tutti gli amici che hanno vissuto con me questa brutta avventura che, visto il buon esito, sarà certamente costruttiva per tutti. Complimenti per aver saputo mantenere la calma in un momento particoarmente critico.

Un grazie alle guide del Monviso che hanno prontamente segnalato la situazione sul loro sito, nella speranza che si rechino sul posto a dare un'occhiata.


[visualizza gita completa]
saliti dali laghi blu,ridiscesi dal vallone di subirane,bisogna seguire le tacche gialle fino alla casermetta,poi il sentiero si perde,comunque scendere sulla destra orografica del torrente,dopo di che si prende il sentiero GTA che porta al colle rastel
Oggi in dolce compagnia,giorgio....un saluto a tutta la combriccola


[visualizza gita completa con 6 foto]
Cielo semicoperto e qualche roccetta umida ci hanno consigliato di salire legati.
Discesi velocemente con due doppie da 25, per la seconda abbiamo usato una fettuccia rinforzata da un cordino.
Ha iniziato a piovere ritornati al lago nero.
Salendo al colle un paio di camosci si sono affacciati a salutare.

Salita fatta con Gianni, ottimo come al solito.



[visualizza gita completa]
Passato per la via di sx . attenzione alcune pietre mobili se si intende fare le doppie occhio!!!

Erano anni che non tornavo .Ma chi a messo i fittoni?!
no comment


[visualizza gita completa]
Salito per il sentiero del col del Rastel fino al laghetto, poi sono entrato nel vallone a destra dove il sentiero non esiste quasi più. Da qui fino alla caserma sotto il colletto ho pouto godere di una fioritura eccezionale. L'arrampicata è stata piacevole, tanto che me la sono fatta due volte.Discesa sul lago Nero e poi il lago Blu.
Un Saluto ai due compagni di cordata di Melle incontrati per caso.(Chiedo scusa ma non ricordo più i nomi).


[visualizza gita completa]
bella passegiata con un bel sole caldo, divertenti e non troppo difficili i passaggi di arrampicata per salire in punta...
ottimo il tiramisù della mamma di dru degustato al col longet...bei panorami
con flavio, dru e tere


[visualizza gita completa]
l'avvicinamento è decisamente piacevole molto bello nella zona dei laghi, con vista della torre.la scalata finale passando a destra presenta alcuni bei passaggi di 3° consiglio l'uso della corda.Per scendere doppia 15m
Gruppo "gechi"C A I Arenzano tutti bravi anche i principianti. Ottima la barbera di Serafino bevuta al parcheggio


[visualizza gita completa]
Bellissima gita, per la salita stessa e per l'ambiente circostante! Salito passando dai laghi blu, nero, discesa per il col rastel e giù per i prati per completare l'anello (il sentiero c'è, ma lo si perde facilmente..).
Gli ultimi metri alla punta necessitano un pochino di attenzione, salito dal camino a sinistra della punta e sceso lungo il meno esposto intaglio di destra.
La piccola ed aerea cima offre una vista spettacolare sui laghi sottostanti e sull'alta valle varaita.
Salita in solitaria.


[visualizza gita completa]
La salita alla torre sommitale presenta alcuni passaggi leggermente esposti di II°, tecnicamente facili per chi ha una certa dimestichezza con la roccia, ostici per chi ne fosse sprovvisto.
Uno spezzone di corda può fare la differenza per chi non si sentisse sicuro, a patto che si conoscano le manovre di base. Possibilità di fare sosta su vari spuntoni, alcuni chiodi con anello presenti in loco.

[visualizza gita completa con 1 foto]
bellissima e panoramica cima. divertente la salita del castello sommitale (canalino - via di sinistra), anche se bisogna prestare un po' d'attenzione all'esposizione che si ha in certi tratti.
salita in compagnia di manu, miki, gil, franco, roberto e ugo

[visualizza gita completa con 2 foto]
gita giusta per una splendida giornata d'autunno. Saliti dal diedro camino a sinistra della punta e scesi lungo l'intaglio di destra.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Cielo azzurrissimo ma temperatura abbastanza bassa;partito alle 9.30 dal parcheggio sopra Chianale e dopo una tranquilla camminata arrivato in vetta alle 12.00.Bellissimo il lago nero e bella anche l'arrampicata al castello sommitale della vetta ;salita non difficile ,ma da fare con attenzione visto che alcuni punti sono abbastanza esposti.Discesa su prati x il Col Rastel cosi' da completare l'anello.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Eccoci, siamo tornati! ...dopo quasi tre mesi dalla scorsa volta in queste zone siamo di nuovo qui! Più allenati e convinti siamo tornati a sfidare la torre!
Partiti senza fretta alle 10.15 da Chianale, siamo al Lago nero in poco meno di due ore; breve sosta e via verso la torre!
Il primo tratto di sentiero (seppur poco visibile) è una vera e propria passeggiata e in mezz'ora si raggiunge il colletto nord; di qui la via normale taglia a mezzacosta la pietraia e aggira la punta per salirvi dal lato sud (segni gialli nel tratto finale di F+). Noi optiamo per salire un tratto di cresta, salvo poi ripiegare nell'ultimo tratto sul percorso più semplice per evitare passaggi esposti. In vetta alle 13.30 siamo io, Sere e Mauro. Giuseppe si è arreso negli ultimi metri (forse con la corda.....) e Barbara ci ha aspettato al colletto.
La punta è veramente piccola ed esposta e il panorama è fantastico soprattutto sulla val varaita!
Discesa non difficile, ma delicata nei primi metri (7-8 mt di II grado), consigliabile una corda da 20/30 metri!

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella salita in compagnia di Fabri e Roby, partendo da Chianale passando dal lago nero, facili e divertenti passaggi di arrampicata sul tratto finale (percorso ben segnalato). discesa al colletto e alla casermetta passando alle gr. Martinet sul sentiero che porta al colle del rastel e poi chianale per chiudere un bellissimo anello. Unica nota dolente le persistenti nebbie che ci hanno privato di quello che poteva essere una stupenda vista...Un saluto a tutti!

[visualizza gita completa]
In realtà, salvo un componente del gruppo, gli altri si sono limitati al colletto 2841. E' stata fatta la traversata partendo da Chianale (parcheggio dei sentieri dei laghi) seguendo la GTA verso Col Rastel e poi salendo alla casermetta e al colletto per tracce di sentiero. Discesa sul versante Lago Nero. Bella giornata con arietta fresca (non sembra di essere a luglio).

[visualizza gita completa con 1 foto]
Gita domenicale in compagnia di Sere, Paola, Giuseppe, Erika e Ludo. Partenza da “merenderos” alle 10.30 dal parcheggio appena oltre Chianale e salita ad andatura tranquilla fino al Lago Blu (meno di 2 ore) dove abbiamo tempo a mangiare qlkosa prima che inizi a piovere. Il cielo non promette bene e decidiamo di scendere ma in pochi minuti la situazione volge al bello e decidiamo di risalire al Lago Nero. Di qui la Tour Real è veramente vicina ma, causa ora tarda e mancanza di attrezzatura, siamo costretti a rinunciare… torneremo a sfidarla, il panorama da lassù si preannuncia fantastico!

[visualizza gita completa con 1 foto]
DOPO LUNGA INATTIVITA' PER FERIE ED ALTRO , PER RIPRENDERE LE GAMBE ABBIAMO SCELTO DI VENIRE IN ALTA VALLE VARAITA . BELLA SALITA E GRAN BELL'AMBIENTE . CON MIO PADRE ABBIAMO PROVATO, TANTO PER RIPASSARLE , ALCUNE MANOVRE DI CORDA SULL'ULTIMO TRATTO DEL CASTELLO SOMMITALE (PROBABILMENTE NON NECESSARIE PERCHE' NON DIFFICILI E INOLTRE ITINERARIO BEN SEGNALATO). BELLISSIMO PANORAMA DALLA CIMA. UNICA NOTA NEGATIVA IL VENTO FASTIDIOSO E FREDDO SPECIALMENTE AL MATTINO . UN SALUTO AI RAGAZZI INCONTRATI IN CIMA E ... BUONE GITE A TUTTI .

[visualizza gita completa]
Piacevole salita, in condizioni climatiche ottimali. Un po' disagevole il diedrino inclinato nel tratto finale.

[visualizza gita completa con 1 foto]
salita tranquilla con mio figlio Matteo (anni 11),che si è comportato benissimo.tutto bene a parte il freddo terribile.

[visualizza gita completa]
parecchie pietre instabili nell'ultimo tratto di facile arrampicata.

[visualizza gita completa]
Breve e bella gita dopo una settimana di passeggiate al mare. Un saluto al simpatico Giacomo di Chianale, conosciuto sotto al castello roccioso terminale, con cui sono salito in vetta. Peccato per il panorama praticamente nullo a causa delle nebbie.

[visualizza gita completa]
saliti dal lago Nero,l'ultimo tratto ci ha confuso un po' le idee non essendo ben segnato.Comunque saliti a sinistra della punta e scesi a destra(strisce gialle) sempre nel versante del lago Nero pero',giungendo cosi' al colletto che divide dall'isolato vallone chiuso dalle cime Pienasea e Bardia.Discesa su gr.Martinet e poi Chianale per completare un interessante giro ad anello.

[visualizza gita completa]
e stata una cima desiderata.....basta aver pazienza ...il tempo arriva.....son stata premiata da una giornata stupenda.

con SISSI eNEVE ad aspettarmi sotto la cima
ciao a tutti amanti delle montagne

[visualizza gita completa]
Salita per la via normale trovandola gia' in condizioni invernali, con molta neve nella parte finale, ma non tale da richiedere l'uso dei ramponi. Con Michele.

[visualizza gita completa]
Solo il pezzo finale a qualche passo più alpinistico, il resto è un bel sentiero
Ripetizione di questa bella escursione con Flavio, Walter, Luisa e Marisa


[visualizza gita completa]
prima gita in questa zona x me su questa bellissima vetta.Con Flavio,Dario e Roby.

[visualizza gita completa]
Bella gita in un ambiente spettacolare con due bellissimi laghi.
Le cinque stelle perchè inconsapevolmente per me questa gita è stata in un certo senso iniziazione all'alpinismo. un grazie a Roberto


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 26/09/15 - Samu83
  • 08/09/13 - Vassili82
  • 16/08/10 - Framil
  • 19/08/09 - Spartiata
  • 15/08/09 - BERGHEIL82
  • 18/08/07 - fabry74
  • 02/10/04 - frankie56
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD- :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1809
    quota vetta (m): 2877
    dislivello complessivo (m): 1070

    Ultime gite di alpinismo

    20/07/18 - Perazzi (Punta) Cresta Perazzi - hobit
    Bella cresta che alterna passaggi di arrampicata su roccia solida ad altri con roccia un po’ più rotta ma nel complesso buona. Fatta l’integrale fino in punta. Discesa ben tracciata.
    19/07/18 - Bianca (Rocca) dalla Piana di Stroppia per il Versante SO - Enzo51
    Saliti dal canale NE. Di questa gita degna di nota e' l'immane fatica che si fa a contrastare il pietrisco nel canale (quello di sx), che di tre passi a scendere uno a malapena se ne fa di buono a sa [...]
    19/07/18 - Tseucca (Aouille) Via Normale da Chamen - MOWGLI
    Gran gitone, lungo e faticoso. Come da relazione, dal bivio per Gr. Chamen, si segue la poderale fino all’Alpe Crotta (in discesa non finisce più) poi si prosegue sul sentiero N°6 ben segnalato [...]
    19/07/18 - Asti (Pic d') Cresta SE, via normale - vik
    Sentiero di avvicinamento segnato da numerosi ometti, non sempre visibili al primo colpo. Noi ci siamo legati all'inizio della placca e usato un paio di protezioni (visto che le avevamo dietro) nei t [...]
    19/07/18 - Gioveretto (Zufrittspitze) dalla Val d'Ultimo (Ultental) - la-Nata
    Prima uscita in val d'Ultimo sui quasi 3500 della Gioveretto! Una montagna di rocce rosse, in netto contrasto col colore dell'erba, dei larici e del Lago Verde dalla quale la si comincia ad ammirare. [...]
    19/07/18 - Stolemberg da Stafal - maxleva
    Effettuata sia la salita che l'attraversata fino ai Nevai di Punta indren partendo dal Passo dei Salati. Per raggI ungere la punta un paio di passi esposti richiedono l'uso delle mani con buoni appig [...]
    19/07/18 - Taillante (Crete de la) - Cima Nord per la via Normale del Versante O - test95
    Finalmente mi sono buttato su questa pinna davvero affascinante. Dopo l'attraversamento della pietraia la salita va attaccata a dx in prossimità di un diedro rossiccio.lungo la salita se ci si tiene [...]