Grigna Settentrionale o Grignone da Pasturo

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1200
Salire per la prima volta al Grignone in inverno ed in queste condizioni è davvero una grande soddisfazione. Partito dal Caseificio Mauri con tutt’altro programma (il più modesto Cimotto di Mogafieno), mi accorgo ben presto che con la buona stabilità della neve e la bella traccia fatta ben visibile dal basso, si può osare qualcosa di più. Neve presente solo dai 1250 m in su, bella portante, che consente una facile progressione senza attrezzatura. A quota 1600 m circa calzo i ramponi per comodità (racchette inutili), la salita non presenta problemi, neanche i tratti più ripidi. Baite Comolli completamente sepolte. La giornata è splendida e calda, con raffiche di vento gelido. Dalla cresta alla vetta attenzione alle cornici ma è sufficiente seguire la traccia in prossimità dei paletti. In vetta in poco più di 4h. Grande panorama ed assenza di vento in cima, Rifugio Brioschi aperto. Ritorno agevole lungo la cresta, qualche scomodità in più sul pendio a causa dei numerosi passaggi sulla neve che ha mollato. La discesa verso Pasturo è lunga ma si può tagliare, un po’ per prati ed un po’ per il bosco, i tornanti della strada per il Pialeral.
Con Zeus.

poco dopo la partenza
Grignone infuocato
Cimotto di Mogafieno in primo piano, sullo sfondo lo Zucco dei Chignoli
panorama verso la Grignetta
incontri canini
la bella traccia di salita al Grignone: in altro a sinistra si vede la croce di vetta
la cresta da percorrere ben segnalata dai paletti
la Grignetta vista dalla vetta del Grignone
Zeus in vetta con il Monte Rosa sullo sfondo
l'innevata croce di vetta
inizio discesa dalla cresta e panorama sottostante
vista sul Grignone tra raffiche di vento

[visualizza gita completa con 12 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota partenza (m): 622
quota vetta/quota massima (m): 2409
dislivello totale (m): 1787

Ultime gite di racchette neve

21/02/18 - Lariè (Cima) da Monteossolano - manuel.monforte
Gita ottimamente descritta. La neve inizia superati i 1400. Salito su ottima traccia compatta. Dall'alpe Campo o si contorna stando tutto a dx e poi risalendo la cresta oppure, si seguono le tracce [...]
21/02/18 - Moncucco dall'Alpe Lusentino - Franco1457
Escursione molto gettonata dagli scialpinisti ma ben fattibile anche con le ciaspole che si sviluppa ai margini del comprensorio sciistico di Domobianca all’Alpe Lusentino. La meta è una vetta molt [...]
21/02/18 - Sivella (Punta) o Ciciozza da Tetti - titty79
neve continua a circa 1260... la mulattiera fino ad Argnaccia e' da percorrere con attenzione per il parecchio ghiaccio sotto pochi cm di nevischio recente.. Si sale fino a Cangello su mulattiera c [...]
21/02/18 - Bousson (Col) da Bousson per il sentiero forestale - carlo40
Oggi gita comune di ciaspolatori e scialpinisti. Siamo saliti dal sentiero n°5, mentre al ritorno siamo scesi dalla strada.Bellissimo il paesaggio nel tratto che dal il rifugio Capanna Mautino (apert [...]
21/02/18 - Leretta (Punta) e quota 2051 m da Pian Coumarial, anello - obione
Dal parcheggio traccia battuta sino in cima, neve stabile e abbondante. Giornata soleggiata con temperatura fredda -7.
21/02/18 - Pioltone (Pizzo) o Camoscellahorn da San Bernardo - Miki Molteni
Oddio,definirla ciaspolata è forse eccessivo,visto che fino al passo,sono arrivato senza. Dovuto all'ottima traccia e la neve che teneva benissimo. Dal passo montati i ramponi e fino ai 2300,la neve [...]
21/02/18 - Leretta (Punta) e quota 2051 m da Pian Coumarial, anello - guido5470
Oggi bel tempo per una Leretta con supertraccia. Sempre carina. Fatto anello