Grigna Settentrionale o Grignone da Pasturo

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1200
Salire per la prima volta al Grignone in inverno ed in queste condizioni è davvero una grande soddisfazione. Partito dal Caseificio Mauri con tutt’altro programma (il più modesto Cimotto di Mogafieno), mi accorgo ben presto che con la buona stabilità della neve e la bella traccia fatta ben visibile dal basso, si può osare qualcosa di più. Neve presente solo dai 1250 m in su, bella portante, che consente una facile progressione senza attrezzatura. A quota 1600 m circa calzo i ramponi per comodità (racchette inutili), la salita non presenta problemi, neanche i tratti più ripidi. Baite Comolli completamente sepolte. La giornata è splendida e calda, con raffiche di vento gelido. Dalla cresta alla vetta attenzione alle cornici ma è sufficiente seguire la traccia in prossimità dei paletti. In vetta in poco più di 4h. Grande panorama ed assenza di vento in cima, Rifugio Brioschi aperto. Ritorno agevole lungo la cresta, qualche scomodità in più sul pendio a causa dei numerosi passaggi sulla neve che ha mollato. La discesa verso Pasturo è lunga ma si può tagliare, un po’ per prati ed un po’ per il bosco, i tornanti della strada per il Pialeral.
Con Zeus.

poco dopo la partenza
Grignone infuocato
Cimotto di Mogafieno in primo piano, sullo sfondo lo Zucco dei Chignoli
panorama verso la Grignetta
incontri canini
la bella traccia di salita al Grignone: in altro a sinistra si vede la croce di vetta
la cresta da percorrere ben segnalata dai paletti
la Grignetta vista dalla vetta del Grignone
Zeus in vetta con il Monte Rosa sullo sfondo
l'innevata croce di vetta
inizio discesa dalla cresta e panorama sottostante
vista sul Grignone tra raffiche di vento

[visualizza gita completa con 12 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota partenza (m): 622
quota vetta/quota massima (m): 2409
dislivello totale (m): 1787

Ultime gite di racchette neve

26/06/18 - Bezin (Pointe Nord e Sud de) Pointe de la Met, Ouille de Tretetes da Pont de la Neige - jdomenico
Neve dall'auto e meteo buono, ma... nevai bucherellati e rigolati senza pietà, abbastanza faticosi (utili le racchette per non dover saltellare!) anche perché la neve ha mollato poco. Raggiunta prim [...]
19/06/18 - Menta (Costa di) dal Lago Serrù - laika58
Oggi una giornata spettacolare non una nuvola ed un sole caldo mitigato da un'arietta di sottofondo - Strada chiusa alla diga del Serrù, partenza con le ciaspole sullo zaino seguendo la strada taglia [...]
17/06/18 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - patrick77
partiti dal colle alle 7.20 primi pendii privi di neve, alcune chiazze. Fatto un pezzo di sentiero per il Pan di Zucchero, poi prima di iniziare la salita più ripida fatto un traverso su neve arrivan [...]
16/06/18 - Gran Paradiso da Pont Valsavarenche - flavius
Neve pressochè continua dal rifugio. Ottimo rigelo. Neve dura nella parte bassa che non ha mollato nemmeno al pomeriggio. Dopo la schiena d'asino tappeto di perfetto firn primaverile. Innevamento anc [...]
14/06/18 - Giasson (Becca di) da Usellieres - Viper
Quoto in pieno la relazione di Mowgli, con cui ho effettuato la gita; aggiungo solo che se la neve é ben rigelata (come l'abbiamo trovata noi) si può salire con i ramponi, non servono nemmeno le rac [...]
10/06/18 - Ghicet di Sea da Pian della Mussa - gino74
neve continua dal piano Ciamarella sino in cima, usati ramponi per valicare i pendii sommitali.
09/06/18 - San Matteo (Punta) dal Passo Gavia - flavius
Portage di 1h e 30 minuti per noi ciaspolatori (non conviene cercare di seguire i traversi a mezzacosta con tracce di sci lungo le lingue di neve del versante nord della Sforzellina: molto più comoda [...]