Ciotto Mieu (Colle) da Vernante

Spettacolare e impegnativo itinerario cicloalpinistico.
In salita i tratti ciclabili hanno pendenze sostenute e poi dal Pian Madoro 1760 m. al Colle Ciotto Mieu 2274 m. si sale, su sentiero faticoso, con la mtb in spalla.
Il primo tratto di discesa sul versante nord richiede attenzione, e i tratti attrezzati con funi per la sicurezza aiutano molto, con la mtb nell’altra mano, sul sentiero con un fondo di pietre instabili ed esposto su ripidi canaloni.
Dal lago degli Alberghi 2038 m. il sentiero diventa più facile e poi è un susseguirsi di tratti fantastici per ambiente e ciclabilità, in particolare nelle faggete che precedono Palanfrè e nella via di Teit che, dopo un tratto di salita non ciclabile e un lungo traverso con alcuni saliscendi ciclabili, offre una superlativa discesa su Vernante.

sullo sfondo Rocca dell'Abisso, Rocca della Bastera e Monte Chiamossero
la salita oltre Pian Madoro
ambiente molto bello...salita faticosa
dal colle vista sul lago degli Alberghi
primo tratto della discesa
sentiero esposto con fondo di pietre instabili
sotto il lago degli Alberghi
bella discesa tra pinete di pino mugo
tratto spettacolare nella faggeta prima di Palanfrè
Via di Teit

[visualizza gita completa con 10 foto]
tipo bici :: full-suspended
Gran gitona questa traversata, soprattutto in una giornata calda e serena come oggi. Mi è spiaciuto vedere il comprensorio della riserva bianca completamente spoglio , ma quest'anno è così! Salito e sceso anche in cima al Ciotto Mien 2378 m, (ciclabilità 70% circa, a metà conviene stare in cresta piuttosto che sulla traccia poco sotto in contropendenza). Dal colle, dopo il tratto con catene pulito dalla neve ma non ciclabile, il sentiero presenta per buona parte uno spessore tra i 5 e i 10 cm di neve ancora farinosa mai dura o gelata che ha reso molto divertente e veloce la discesa, penso abbia anche facilitato il tratto sopra il lago in pietraia rendendolo soffice e uniforme... sotto il lago poi discesa bellissima e veloce , perfettamente pulita e senza foglie. Da Palanfrè sceso in mezzo alle case su sentiero fino ad attraversare la strada asfaltata, poi immediatamente al di là su prato (da non fare prima della fienagione!) si raggiunge direttamente la "via dei teit" in corrispondenza di una palina, bici a spalle fino alla quota 1504, poi bel sentiero che passando dai panoramici tetti Cucet con alcuni sali scendi pedalabili porta nel Vallone Pioccia dove un'ultima breve risalita conduce nel punto più alto (bivio per La Maddalena) poco prima dei Doni. Dai Tetti Culetta (sterrata)ho preso il sentiero alto che passa dal Bric Martinet e si ricollega poco sotto. Giunto al torrione roccioso con galleria nella roccia, se la si percorre si arriva su una balconata molto panoramica su Vernante e Costa Rossa. Tornato indietro si segue la stradina ripida che conduce sulla provinciale asfaltata, l'ho seguita in salita per breve tratto per girare a sin su sterrata con catena che immette nella parte finale del sentiero proveniente dai Tetti Giona/Fustin (discesa dal M.Vecchio). Giro stupendo, consigliatissimo!

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Fantastico!!! Un vero giro di CicloAlpinismo con panorami di alta montagna in particolare sul versante di Palanfrè.
La salita da Limonetto prevede una breve parte ciclabile impegnativa su rampe dure poi portage su comodo sentiero che non ho trovato poi cosi impegnativo. Giunti al Passo il panorama ti fa rimanere a bocca aperta...oggi ancor più affascinante grazie alle prime spruzzate di neve...
Discesa: i primi 100 metri di dislivello non sono ciclabili e occorre prestare attenzione per sentiero un po esposto e con sfasciumi scivolosi. Scendendo si addolcisce e permette di esser percorso tutto in sella. La presenza di neve ha aggiunto qualche attenzione e difficoltà in più. Molto bello e scorrevole sotto il lago anche se non mancano i tratti tecnici su fondo roccioso. Parte bassa veloce fino a Palanfrè. Da qui abbiamo scelto di salire ancora sulla via dei Teit. Via cmq abbastanza lunga e con parti in portage spintage. Discesa su Vernante divertente e scorrevole...anche se parecchio sporca di foglie.
Un giro che da tempo volevo percorrere.... mi ha entusiasmato tantissimo e non ha deluso affatto le mie aspettative...anzi..!!!!

Con Marco


[visualizza gita completa con 2 foto]
tipo bici :: full-suspended
Bellissimo giro per festeggiare la splendida giornata di sole. Partiti da Vernante alle 9 e saliti su asfalto fino a Limonetto, anzi ancora oltre, fino a dove incomincia il sentiero per il Ciotto Mien. Poi io ho spinto da lì al colle, quindi due orette o poco meno. La stella in meno è perché mi sono fatta aiutare da Anto nel secondo tratto di discesa dal colle, senza catena (avevo paura che la bici mi partisse giù su quello sfasciume..;-). Bel sentiero ciclabile da sotto i laghi in giù. Tappa obbligata al bar a Palanfrè e poi via sulla Via dei Teit, che è ancora ben lunga ma che regala una discesa memorabile (bella descrizione sul sito cicloalpinismo.com).Un ringraziamento a chi ha sistemato i sentieri in modo impeccabile e a chi ha messo le catene e periodicamente va a controllare che siano in ordine.

[visualizza gita completa con 1 foto]
tipo bici :: full-suspended
giro sicuramente bello con bei panorami e bei sentieri di discesa ma molto impegnativo sopratutto per via dei lunghi tratti di portage.
il sentiero che porta verso Palanfrè dal lago degli Alberghi sembra fatto apposta per divertirsi in bici!!!!
La via di teit è ad oggi in manutenzione, quando sarà finito sarà sicuramente più pedalabile e godibile

lo consiglio ma solo a persone abbastanza allenate e che non patiscano il portage

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: OC+ :: OC+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 785
quota vetta/quota massima (m): 2274
dislivello salita totale (m): 1800
lunghezza (km): 41

Ultime gite di mountain bike

19/10/18 - Chaligne (Punta) da Arpuilles - IZIO1974
Partito da Aosta e seguito il percorso fino alla Tza de Metz. Poi discesa per il sentiero 1A e 1 fino ad Aosta. Nella parte alta i sentieri sono stati sistemati. Giornata molto calda per il periodo.
19/10/18 - Pirchiriano (Monte) e Sacra di San Michele da Avigliana, giro per il Sentiero dei Principi - MOWGLI
Ripetuto questa bella variante della volta scorsa. Partenza dall’area pic nic del lago piccolo d’Avigliana con percorso che permette di evitare la prima parte di asfalto che si raggiunge nei pre [...]
19/10/18 - Champillon (Col de) da Allein, giro - Il Magna
Gran bel giro. Fino al rifugio Champillon si pedala molto bene, portage/spintage rapido fino al colle. Discesa come da traccia, trovando sotto al colle sentiero con numerosi ruscellamemti ad impegna [...]
17/10/18 - Djouan (Lago) da Degioz - Il Magna
Gita stupenda con questo contesto autunnale. Raggiunto il lago come da relazione, mi sono poi spinto oltre su facile sentiero perlopiù pedalabile raggiungendo il lago nero. Da lì discesa su fondo [...]
15/10/18 - Sentiero degli Scoiattoli da Baceno per Goglio e Cravegna - Calza
Dislivello complessivo di circa 870 m, sostenute pendenze in salita fino ad Agaru' alpetto sopra Esigo. Discesa in alcuni punti tecnica , in altri ( neanche una decina) si scende o si spinge, in dive [...]
14/10/18 - Superga (Basilica di) da Andezeno per Pavarolo - maurizioc
Attenzione alle battute al cinghiale nei boschi di Baldissero/Cordova /Rivodora Leggermente scivolosa la salita al Bric Croce
14/10/18 - Duca (Passo del) da Pian delle Gorre, giro per il Rifugio Garelli - Galak
Partiti da pian delle Gorre su bel sentiero tutto pedalabile fino a 10 min dal colle del Duca. Dopo una puntatina fino al colle dal bivio sottostante intrapreso il lungo traverso che immette nel vallo [...]