Scalino (Pizzo) dalla Diga Campo Moro

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada pulita; no neve
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
neve fino dal parchegggio, ma nella parte basse sta finendo.
Ottima sciata, con muro fatto senza rampanti. Dal deposito sci abbiamo messo i ramponi; 25 min di salita fino alla cima dove ci aspettava la statua della Madonna che emergeva solo per la testa.
Spettacolo a 360 gradi.
Attenzione: per una sciata da 5 stelle è INDISPENSABILE scendere presto, entro le 12. Noi siamo scesi un po pioù tardi e la neve era pesante.
Con Stefano, Giovanni e Marco
vista dello scivolo e della cresta per il Pizzo Scalino
Ulitmi sforzi per arrivare al deposito sci. Si vedo lo scivolo di neve e a dx la cresta da percorre con i ramponi

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Grande classicone che non delude mai. Partiti alla mattina con molto freddo. Eravamo preoccupati che avremmo fatto la solita sciata nella crosta malevola invece nel corso della giornata il sole ha inumidito la neve e abbiamo fatto una gran bella sciata..grande posto e grandi paesaggi..

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
sci ai piedi dal parcheggio sulla destra, appena dopo una galleria. Partiti ore 7:20, e non eravamo i primi. Necessari i rampanti nella pala prima del colletto; lasciati gli sci prima delle roccette, si mettono i ramponi (picozza non indispensabile) per arrivare alla croce. Gita molto frequentata; non si sbaglia percorso nemmeno volendo.
Giornata velata ma calda; se ci fosse stato il sole avremmo fatto sci d'acqua.
Con Stefano e Sergio


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Presenti tratti con ghiaccio
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bell'itinerario, molto vario, panorami notevoli e finale alpinistico. Non per nulla oggi c'erano piu' di 100 persone. Bella polvere sulla vedretta, poi sul ripido pendio del Cornetto imboccato un bel canale e infine pistone divertente. Utile ramponi leggeri e picozzino per la parte finale. Ottima accoglienza e trattamento al Rif. Zoia. Seguita variante a.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: ok meglio gomme termiche
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Veramente una giornata brutta brutta...sia per la qualità della neve(una delle peggiori in assoluto) e il meteo sempre coperto con vento tempestoso da nord....forse era meglio andare al centro commerciale!!
20/25 di polvere fredda sul ghiacciaio,dove abbiamo rippelato ....tanta gente ma noi tra i primi a scendere!!Spettacolo!!
Una delle miglior gite di quest'anno:sia come qualità della neve(oggi sciava bene anche un brocco) sia come meteo!
Io e Fulvio!


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Fino alla diga ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Sul bel firn della vedretta di pizzo Scalino al cospetto del Bernina,quale modo migliore di spendere una domenica che poi si rivelera' essere una due giorni ricca di spunti e sorprese interessanti. Avendo voglia di spostarsi quel tantino un po' piu' lontano da casa, di sicuro gite costituenti novita' in assoluto di certo, almeno qui non mancano.
Con Tiziana una socia splendida e ideale per l'alta montagna. Sua l'idea per questa ambita e frequentata meta, una classica delle alpi Valtellinesi, alla quale gia' da tempo a dire la verita' anch'io gli stavo facendo il filo.


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bella gita oggi allo Scalino partiti alle 7,30 da campo moro si spallano gli sci per circa dieci minuti poi su neve giacciata fino ai primi risalti utili i rampant in vetta alle 11,15 iniziato la discesa 11,40 circa con neve nella prima parte ancora leggermente dura poi bella sciata fino alla stradina con Carlo e il decano della montagna Alberto

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottime
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gran giornata oggi al Pizzo Scalino: cielo azzurro, niente vento, temperature gradevoli, altri sei scialpinisti lungo il percorso. Si spallano gli sci per qualche minuto, poi sci ai piedi, su neve molto dura, fin sotto la cornice al colle. La pedonale che sale in cima è in ottime condizioni. Discesa su neve talmente dura e ondulata (11.00 circa) da far sbatacchiare gambe e sci: sicuramente oggi sarebbe stato meglio scendere un momento dopo. Il Pizzo Scalino, anche se l'ho salito parecchie volte, regala sempre delle belle emozioni.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: gomme da neve
attrezzatura :: scialpinistica
tempaccio, arrivati al colle e scesi. Lastroni da vento in rapida formazione nei pressi del colle. sotto neve fresca umida.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok al bivio Campagneda
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
una lavagna di firn il ripido Cornetto, buono alle 11 ed ancora buono al secondo giro a mezzogiorno; +3-4° alla partenza (15° nelle pianure nel viaggio..); al mattino presto utili i coltelli nella parte ripida del Cornetto (i più confidenti non li usano), neve trasformata (non persistente però ) sul ghiacciaio, ben tracciata la cresta per la vetta , bellissima gita con partenza dal cofano dell'auto al 10 maggio !
con i biker bergamaschi Enrico, Giuliano e Robipezz


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Si scende dall’auto e si calzano gli sci. Cielo inizialmente con nubi sparse, poi sereno e infine coperto. Ottimo rigelo notturno, niente vento, temperatura ok, bella traccia di salita con un discreto grip, anche se ho visto qualcuno usare i rampanti.
In cima sono stato preceduto da due ciaspolatori e da una coppia, poi mentre scendevo è arrivata la truppa. Pedonale alla cima innevata e in ottime condizioni ma anche qui tanti sono saliti armati di ramponi e piccozza. Discesa dal colle, inizialmente con una pessima luce, su crosticina e vecchie tracce un po’ fastidiose nella parte alta, poi tutto firn. Cornetto liscio come un biliardo, stando tutto a sx su belle pendenze e per evitare le vecchie tracce di discesa.
Rientro alla macchina, dopo una doverosa e breve pausa al rifugio, su neve marciotta ma ben sciabile alle ore 12.00.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Neve polverosa lungo tutto l'itinerario a causa delle recenti nevicate. Gran bella sciata! Ramponi utili ma non indispensabili visto che la neve non è trasformata in cresta. Crepacci al momento tutti chiusi.
Gran bella gita! Con Raffaele, in gran forma.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Necessarie gomme termiche o catene
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Fino in vetta! Gita apparentemente sicura nonostante la neve abbondante: i manti sembrano assestati. Folla in giro e sull'itinerario.
Nessun problema in cresta, basta fare attenzione: non ci sono passaggi su roccia.

Gran brigata in allegria: cito, in ordine sparso, Lorenzo, Federico, Stefano, Filippo, Michelangelo, Valeriano...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita classica della valmalenco, oggi in super condizioni....solo noi in vetta tantissima gente al colle, in cresta abbiamo un po ravanato causa tanta neve fresca....in discesa farina in alto strepitosa e in basso trasformata, che dire.......super!

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
tornato dopo un anno su questa cima con un socio assente l'anno scorso.
meteo spettacolare con temperatura ideale e quasi senza vento.
si parte dal bivio sulla strada di campomoro.
fino a poco oltre il rifugio ca' runcasch in vari punti si passa un po' al limite. pendio del cornetto con rampanti utili, ma non necessari. sull'accesso basso alla cresta emerge una fascia rocciosa, la si raggiunge più in alto alla base dell'edificio sommitale.
da lì in su a piedi senza picca e senza ramponi, visto che di neve ce n'è proprio poca.
in discesa pendii molto segnati. dopo il primo muretto esposto a sud in neve trasformata un po' sofferente per il sole, siamo scesi per tutto il ghiacciaio cercando e trovando dei corridoi di bella polvere intonsa, lievemente pressata ma con solo rari tratti di crosta, e spettacolare uscita dalla bocca del ghiacciaio.
ripellata per un'ottantina di metri per raggiungere il passo di campagneda dal pianoro sottostante e poi discesa dal passo verso il piano di campagneda per bella neve primaverile, passando vicino a bellissimi laghetti ghiacciati.
visto in salita il pendio del cornetto non sembrava ancora perfettamente trasformato, ma non avendolo fatto in discesa non so dire di più.
dopo la doverosa sosta all'accogliente rifugio, rientro con gli sci all'auto su neve ancora sciabile, ma con attenzione per qualche sprofondamento.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: risaliti 300 mt lungo la poderale per Alpe Campagneda
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
ottime condizioni complessivamente tant'è che il pendio intermedio (fra 2350 e i 2850 del Cornetto) l'ho ripetuto due volte; ottimo rigelo con + 1° alle 6.30 a 2000; in alto neve in via di trasformazione dalla polvere pesante dei primi 100 mt sommitali (dal colletto) a poco crosta a quasi firn, in due giorni sarà tutto primaverile; in discesa si arriva a 5 minuti dall'auto, in salita 100 mt dislivello di spallaggio sino alle prime baite quota 2100 circa
dassolo per provare , dopo un mese, la gamba infortunata che è andata bene: un ottimo modo per spendere una giornata di sciopero , per la prima volta in val Malenco


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada per l'alpe di campagneda percorribile fino al primo tornante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
rigelo mediocre fino a 2100-2200 m, poi via via più buono. meteo buono, con qualche cumulo più invadente dopo le 11-12.
gli sci si mettono quasi subito.
in salita ci siamo persi salendo troppo a destra lungo dei mammelloni, poi ci siamo raccordati all'itinerario corretto lungo il gran pendio sotto al cornetto.
questo era abbastanza gelato, i coltelli possono essere utili soprattutto per la ripida uscita in alto.
cresta innevata ma con qualche tratto asciutto, non difficile, fatta con picca e ramponi.
tra smarrimenti mattutini, zoccolo e questioni varie abbiamo iniziato a sciare alle 13.30, trovando comunque condizioni assolutamente buone, sia sul ghiacciaio sia lungo il ripido pendio del cornetto, remollato al punto giusto dopo il ghiaccio del mattino.
da 2300 m in giù trasferimento fino all'auto su neve a tratti cedevole, con sosta per i pizzoccheri al rifugio ca' runcasc.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in compagnia di Nik, era da un pò che continuavamo a rimandare.
Neve sin dalla partenza ma ancora per poco. Non avendo rigelato di notte non sono stati necessari i rampant per salire.
Si arriva con gli sci fino al colletto. Utili picca e ramponi per tratto finale anche se oggi non sono stati necessari.
Purtroppo, come previsto dal meteo, verso le 11 si è coperto tutto.
Discesa con neve non completamente trasformata nel primo tratto mentre ottimamente trasformato nell'ultimo grande pendio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2000
Dormito la notte di sabato al magnifico rifugio Ca Runcasch e partito domenica mattina presto. Neve dura sul pendio del cornetto e poi via via più molle fino al colletto dove si lasciano gli sci. Giornata caldissima senza un filo di vento. Discesa su neve pesante (erano le 10.30) sul ghiacciaio e poi appena scaldata ma ancora duretta sul cornetto. Aimè,una stella in meno causa fatica data dal caldo e soprattutto dallo scarso allenamento. Grazie al rifugista per la serata di sabato dove siam scesi a valle per goderci la finale e poi risalire a mezzanotte con la luce della luna: meraviglioso!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: .
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Chissà quali sono le alchimie che ci portano a ripercorrere gli stessi itinerari decine di volte: così è lo Scalino per me. Dopo aver calzato gli sci a due passi dall'auto, siamo saliti fino al Cornetto su neve portante (rampanti) nonostante il caldo infernale. Da qui in su, la neve è a tratti ventata e non portante(ore 10.30). Abbiamo osservato qualche piccolo smottamento scendere lungo il versante sud, in prossimità della linea diretta di salita che evita il colle sormontato da imponenti cornici. Vista la situazione abbiamo preferito salire al più tranquillo e vicino colle del Papa. La discesa fino al Cornetto (ore 12.30) ha messo a dura prova i nostri quadricipitiicipiti femorali, poi da qui in giù fino al rifugio una favola.
P.S. Per un paio di settimane, vista la grande quantità di neve lungo tutto il percorso, sarà ancora possibile percorrere questo itinerario, a patto di affrontare la discesa non troppo tardi.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulito, ma l'ultima galleria è completamente ghiacciata
quota neve m :: 1400
Stanotte ha rigelato, quindi le condizione erano migliori di quelle descritte ieri. Sulla salita al cornetto erano utili i coltelli, sopra traccia ottima. Deposito sci circa 20 metri sotto il colletto. Per la salita alla cima oggi i ramponi non erano indispensabili, la picca invece la consiglierei comunque. Gran traffico ed imbottigliamenti sulla cresta. In discesa, neve morbida e cedevole nella parte alta fino al Cornetto, comunque ben sciabile. Pendio del Cornetto su ottimo firn, solo nella parte bassa un po' crostoso. Sui pianori in basso gran paltone.
Meteo nel complesso buono solo verso le 13 si sono formati grossi cumuli neri, ma ormai eravamo all'auto. Temperature piuttosto miti.
Con Roby Locatelli. Grande affollamento sull'itinerario.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1900
Sempre bella gita se non fosse che stanotte non c'è stato il rigelo notturno,quindi bellina dal cornetto in su(fresca morbida)scendendo verso il muretto molle-crosta cedevole poi il muretto accettabile,relativamente compatta per poi divenire molto molle-pesante e poco sciabile.Con regolare rigelo notturno è sicuramente più appagante.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1800
Gita eccezionale! La situazione della neve è buona, ci sono solo delle consistenti cornici a sx del colletto, ma basta non passare lì sotto in discesa. Buona anche la traccia sulla crestina finale, ben battuta ma che sale direttamente alla croce (utili picozza e ramponi). Spettacolare la discesa.
Un'altra bellissima gita con Maco, Alberto e Giovanni che ci ha raggiunti dopo aver fatto anche il passo Campagneda.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1500
Sono partito alle 8.30 con gli sci ai piedi dalla strada per Campo Moro e sono salito con un bel sole fino al ghiacciaio, poi visibilità quasi nulla fino al colletto del Papa, a parte una leggera schiarita che si può vedere nella foto.
In discesa: neve crostosa, a tratti farinosa, fin sotto il Cornetto, poi neve seduta fino alla macchina.
P.S. Utili ma non indispensabili i rampant.
La cima del Papa: _giovanni_paolo_ii.htm


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
quota neve m :: 1900
gita particolarmente bella, ambiente circondato da cime bellissime e superbe,-10alla partenza dal rif caruncash,e su -17 neve discretamente sciabile,il chiacciaio ben coperto.
un ciao ai compagni di gita marina piero e...il maestro


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2200
Bella gita; dal colletto al cornetto bellissima discesa, dal cornetto in giu' media bellezza, a meta' predio sotto il cornetto la neve molla completamente e scendere e' un disastro: penso che per questo anno lo Scalino sia andato, a meno che non si portano gli sci sullo zaino fino quasi al cornetto.
Ciao

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Si scende dall'auto e si mettono gli sci e su buona traccia si sale fin poco sotto il colletto, che è raggiungibile a piedi con un po' d'attenzione; poi si segue la pedonale che porta in vetta. Oggi molta gente lungo il percorso. Discesa: neve polverosa fino al Cornetto poi neve umida.
P.S. Per noi malenchi e sondriesi, il Pizzo Scalino è come il Duomo per i milanesi, o il Colosseo per i romani. La prima salita ufficiale al Pizzo fu effettuata da topografi lombardi al servizio degli austraci nel 1830. Anche mio nonno, cacciatore e malenco DOC, nonchè primo camionista della Valle, arrivò in cima attraverso l'antico itinerario degli Ometti in un'estate degli anni '30, in compagnia di un cugino che calzava addirittura un paio di "peduli". (vedi foto)


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Strada aperta fino al bivio per Campagneda
quota neve m :: 1900
Qualche cm di polevere alla partenza che aumenta fino a 30cm al colle sotto la cresta, molto faticosa in salita ma fantastica in discesa! 5 scialp ci hanno preceduto ma si sonofermati al colle; abbiamo battuto la cresta benchè non in ottime condizioni (accumuli pericolosi nel primo tratto); 4h45 per la cima. Dopo la discesa meritata polenta al rifugio CaRuncasch con splendida vista sulla parete Nord-Ovest dello Scalino dalla quale scendevano piccole slavine polverose molto spettacolari.
Grazie a Dario per la compagnia e per aver ri-battuto la traccia per buona parte del percorso.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
Neve abbondante su tutto l'itinerario. Cresta finale in buone condizioni. Oggi visti solo 6 scialpinisti (tempo splendido), ieri oltre 100 (vento gelido e a raffiche)... Gita fattibile ancora per parecchio tempo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: conviene lasciare l'auto al bivio per la valle Campagneda
quota neve m :: 1700
Ormai quasi tutti fanno l'itinerario per il Cornetto, più diretto che non il passo di Campagneda e migliore anche come discesa.
Per la selletta e la cresta sud-est, in condizioni di neve non trasformata, occorrono piccozza e ramponi per superare alcuni passaggi. (Nel ns. gruppo chi non aveva la piccozza si è fermato alla selletta).
Gita effettuata con il club Avalco Travel di Milano

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Fino al rifugio trasformata poi nel compleso buona con un po' tutti i tipi di neve.La cresta è da salire con atenzione ma si fa benissimo.

Foto e relazione:


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: dopo la seconda galleria, innevata
neve già trasformata fino al rifugio runcash, da lì in poi un po' tutti i tipi di neve! dalla crosta da vento portante a crosta non portante, a farina in un paio di canalini scendendo. il tratto su ghiacciaio (molto esiguo) aveva bella neve. il tratto di cresta finale da prendere con le molle: alcuni tratti di misto con ghiaccio su pietre, in altri neve molle molle, in altri, ghiaccio sotto la neve. sci ai piedi fino alla macchina senza toccare pietre.
attenzione dal rifugio scendendo! moltissima gente a piedi dietro a ogni curva!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada praticabile
quota neve m :: 2600
condizioni molto primaverili, percorsa la variante A, c'è neve solo dal pendio verso il passo campagneda.
da qui solo nebbia, abbiamo proseguito per la traccia molto evidente, abbiamo raggiunto la spalla senza problemi, poi fino alla vetta una bufera di neve ha reso tutto più impegnativo. Non osservato il panorama, ma la gita dà grande soddisfazione.
se non fosse stato per la nebbia la discesa sarebbe stata incredibilmente bella! ormai la neve però sta mollando troppo. un saluto a Roberto, che conosceva la gita a menadito!. un saluto anche al capo che è rimasto a casa a "gufare".

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: Necessarie catene o 4x4 da Campo Franscia.
quota neve m :: 1000
Bella giornata di sole con temperature gradevoli.
La neve e' stata lavorata dal vento, ci sono tratti con crosta levigata e portante e altri con crosta piu' cedevole, cercando si trova ancora un po' di neve farinosa.
Nel complesso bella gita, in compagnia di Alessia.
Consigliabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 2000
grande montagna pendii stupendi. divertente la parte alpinistica dal colle alla vetta(con ramponi e picozza).tempo stupendo. i lati negativi sono la neve(un po scarsa e dura) e le interminabili code nel rientro verso lecco e milano.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
partiti dal parcheggio un paio di km prima della diga , indicazioni Alpe CAMPAGNEDA , primo tratto strada , poi un ampio pianoro , seguito l'itinerario che dal piano Campagneda risale l'erto pendio sud-est verso il passo del Cornetto , un po' di vento e qualche nebbia risalendo l'ultimo tratto su ghiacciaio arrivando alla bocchetta , lasciati gli sci per salire gli ultimi 100mt di cresta , utilizzando i ramponi , peccato per la nebbia . Discesa : solo il primo tratto che mancava un po' di visibilita' ,la neve sempre bella , è un ambiente spettacolare con intorno il gruppo del Disgrazia e del Bernina

[visualizza gita completa]
osservazioni :: i pendii sono sicuri
neve (parte superiore gita) :: mattina buona dalle 11.00 pesante
apparte la neve un po' pesante ,bella gita.
si portano gli sci in spalla per circa 20' dalla macchina,per metterli dopo la piana da dove comincia il primo pendio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Con Paolo, Solo per archivio gite

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
IMPORTANTE: ho perso uno sci Dynafit manaslu che mi si è fiondato dal deposito sci sotto la vetta verso gli ampi spazi della vedretta sottostante: se qualcuno, approfittando delle ottime condizioni, facesse una gita e perun caso fortunato lo trovato è umilmente pregato di contattarmi
Giovanni 3392971538

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1990
quota vetta/quota massima (m): 3323
dislivello totale (m): 1333

Ultime gite di sci alpinismo

13/08/17 - Breithorn Occidentale da Cervinia - loryefranco
Un Breithorn fantastico!!!Scesi dalla punta fino alle piste su crosta portante liscia come un biliardo,bellissima la neve in pista che alle 12,00 non aveva mollato.Solo in 4 in vetta con gli sci!!, Tempo stupendo,zero vento,aria fresca.:-)
08/07/17 - Breithorn Occidentale da Cervinia - fyplom
Partiti dal plateau rosa verso le 8.15. Parecchi alpinisti sull'itinerario. L'ultimo pezzo con gli sci sullo zaino e ramponi. Diversi buchi si stanno aprendo lungo la linea di salita alla punta ma per [...]
06/07/17 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - Kowalski
Cos'altro dire al terzo gg consecutivo della stessa gita? Per cominciare che. essendo notoriamente uno snob, non sarà la mia ultima gita...dell'anno?della stagione?, del mese?. Poi che, disdegnando [...]
05/07/17 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - lakota
la stagione finisce qui, con questa spettacolare giornata in quel dell'Iseran. Rigelo perfetto. Ultime 3 discese dell'anno (una risalita fatta con gli impianti) su un bigliardo che solo qui si trova [...]
04/07/17 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - gigi02_to
Gita di chiusura della stagione con gli sci. Con Mario, Fabio e Tino. Giornata splendida con buon rigelo. Saliti a bordo pista; nel canalino la neve inizia a sparire, per raggiungere la vetta si tolgo [...]
21/06/17 - Cristallo (Monte) dal Passo dello Stevio - joevaltellina
0 termico volato sulla luna, quindi neve fradicia già dal mattino. Per la verità me la sono presa comoda, calzando gli sci intorno alle 9.30. La neve è appena sufficiente, con qualche togli e metti [...]
18/06/17 - Gran Fond (Pointe Sud de) da vallée du Ribon - Teddy
Finalmente sono riuscito a vedere questa valle lunga e solitaria, grazie agli amici del Cai Almese al seguito del "geometra" o "volpone" alias mountain. La lunga strada quasi in piano ne giustifica la [...]