Claretto (Rio) Sezione inferiore

ancoraggi :: ottimi
scappatoie :: si alla presa d'acqua dx
navetta :: possibile con permesso dal comune.
Impegnativa la discesa nella canna, quasi insopportabile negli ultimi metri. La vasca sospesa è colma di detriti, ma sempre uno straordinario passaggio.

[visualizza gita completa]
ancoraggi :: ottimi resinati a u
scappatoie :: si
navetta :: possibile con permesso dal comune.
Aggiungo foto...

[visualizza gita completa con 5 foto]
ancoraggi :: ottimi
scappatoie :: si, presa h2o
navetta :: possibile con autorizzazione comunale
Il sole ha illuminato la forra con tagli di luce perfetti, il tutto esaltato da abbondanti flussi e dissolvenze di arcobaleni.
La presa d'acqua è stata ripristinata e preleva 70-80 l/s, sottraendoli alle calate finali. Inaugurata la c60 finale dentro i flussi che corona una discesa monumentale senza pari.
Nel finale siamo stati paparazzati da ottimi scatti di qualità, grazie.


[visualizza gita completa con 9 foto]
ancoraggi :: buoni
scappatoie :: si alla presa d'acqua (tubo nero)
navetta :: Si possibile chiedendo il permesso al comune di Novalesa
bellissima discesa in condizioni ideali concatenata al Marderello Superiore .Migliorato alcuni armi e disceso la nuova calata C60 in destra orografica tutta sotto il flusso bellissima.
Gruppo-Ligure- Piemontese un grazie a Romeo che ci ha accompagnati alla parte superiore con l'auto


[visualizza gita completa con 5 foto]
ancoraggi :: ottimi
scappatoie :: si, alla presa h2o
navetta :: possibile con permesso dal comune.
Sul nuovo ponte del rio incontriamo un nutrito gruppo francese che transuma dalla parte alta, discesa piacevole e veloce, raccogliendo l'invito di Guillaume ad unirsi al suo gruppo. Merci


[visualizza gita completa con 4 foto]
ancoraggi :: ottimi
scappatoie :: si a dx alla presa d'acqua
navetta :: possibile
note su accesso stradale :: novalesa, interpoderale x rif.stellina
Grandiosa discesa, con temperatura gradevole e acque nei limiti consentiti dalle leggi fisiche. Sostituito il deviatore prima della C70, con un nuovo cavetto inox + moschettone, la forra è perfetta. Se i nuovi armi resisteranno alle future piene vorrà dire che abbiamo fatto "en bel travaiot". Sceso solo, ringrazio Brandi e luciano x gli ottimi scatti...eccoli.

[visualizza gita completa con 4 foto]
ancoraggi :: ottimi 012
scappatoie :: si
navetta :: possibile chiavi al comune
note su accesso stradale :: srada interpoderale x rif. stellina
Dopo tre giornate di lavoro estenuante siamo a 1/3 del riarmo integrale, fatte ambedue le parti basse ora completamente sicure, si potrà organizzarsi sulle sez. superiori più devastate e lunghe. Alla luce delle varie effusioni, più frequenti nel Marderello dove gli armi più volte rifatti hanno meglio sopportato, abbiamo adottato 2 tipi di ancoraggi : catene inox su almeno 2 fix nei punti meno esposti alle colate riposizionate dietro anfratti o spigoli, chiodi a U resinati dove tutto era stato spazzato via.

Sabato scesi nel Marderello in 4 completando la sequenza di calate, come già ben descritto da Brunocamol.
Domenica rientrati nel Claretto inf. X terminarlo, resinando tutti i cavallotti aggiungendo 3 mc che danno accesso a relative soste esposte. Messo un bel resinato con innesto della corda a pressione, comodo ed efficace, prima del calatone 70 (omaggio albysport) di cui abbiamo sostituito piastrine e catena ancorata su 3 buoni attacchi, fatto mc alla pozza sospesa su 2 singoli resinati e aggiunto un fix sull’ultima calata. Asportato kg. di catene arrugginite, ma ancora bisognerà toglierne compresi alcuni fix messi x i resinati. Il risultato sarà di armi poco invasi ed essenziali fatti per resistere nel tempo, salvo la madre di tutte le piene.
Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato: Bruno, entusiasta come un bambino, Andrea e Gian, i cappelloni del ponente ligure sempre con sti capelli dentro i discensori, Lele, la guida suxlocal x il suo contributo tecnico sulle soste; Ezio x la consulenza e la realizzazione dei chiodi a U (gratis) ; Albysport e mountainsiks x le preziose materie prime concesse ssdl; il ristorante “La posta” x le merende sinoire a cui abbiamo azzerato il carrello dei dessert.
Direi una gran bel lavoro, un’esperienza appassionata tra persone di cui alcune mai si erano viste prima,visitando la val Cenischia si entra in un territorio fuori dal tempo dal fascino frontaliero, entrando poi nelle gorge l’ambiente è mostruosamente bello con assenza di colore tutto in bianco e nero con sfumature grigie. Continua....


[visualizza gita completa con 9 foto]
ancoraggi :: buoni
scappatoie :: si
navetta :: possibile chiavi al comune
note su accesso stradale :: srada interpoderale x rif. stellina
Arrivati in val Cenischia, cielo sereno aria pungente. Sono le 8, Bruno guarda le cascate e storce il naso con amenita’tipo: “a fa freit, ajè tropa akua, l’hei gia na certa eta’, fumne mak en toc”…caffè…recuperiamo la chiave della barra dal disponibile assessore del Comune, aime’ il portachiavi è di una famosa squadra zebrata, encaminuma bin.
Dopo inventario materiali ci infiliamo nelle budella del Claretto dal ponte intermedio. Posizioniamo un fix in alto a dx preforiamo su roccione centrale riparato dove metteremo il chiodo a U da resinare in un secondo passaggio. La sosta seguente è su catena lesionata sul primo attacco predisponiamo x cavallotto e cambiamo una piastrina-foto 1- Arrivati al primo mc tutto saltato, ripristiniamo con un paio di fix e preforiamo per 2 chiodi a U, la sosta servita è danneggiata e scomoda, la rifacciamo + alta su arco a sbalzo –foto 2- la prima batteria è belle che andata dopo 15 fori, la roccia è dura, l’aderenza totale anche in acqua.
Scedendo aggiungiamo singoli fix per brevi calate -f3-e raddoppiamo alcune catene penzolanti, arrivati al saltone finale la catena del primo fraz. C20 sembra buona, foriamo x cavallotto e ci caliamo. Siamo sulla c 70 armo ok, cambieremo la catena un po’ arrugginita, la discesa è impagabile tra schizzi e arc en ciel, siamo al sole finalmente. Dalla pozza sospesa mc su buona catena nella nicchia sx ci porta sull’ultima c60. Molto bombardato il primo attacco della catena e anche l’ultimo messo in manuale da Matteo, cosi foriamo a dx e colleghiamo la nuova catena alla vecchia, su richiesta di Alberto metteremo ancora un chiodo a U al posto dei 2 lesionati, avendo cosi una doppia sosta multiuso.-f4- Di qua partono le nuove vie che risalgono le quinte della canna, difficili e in fase di completamento. Mi piacerebbe a lavori ultimati risalire in stile alpino e scendere in canyoning-biathlon.-f5-
La bella calata nel vuoto ci riporta alla base della cascata, molto soddisfatti sono le 15.30
Osservazioni: la parte inf.del Claretto è sicuramente fattibile, mancano un paio di mc la resinatura dei chiodi a U + la rimoz. del vecchio ed è stata fatta in 2 in 5/6 h. è deducibile che una squadra di 4/5 elementi riesca a finire una sezione in un solo passaggio. Rinnovo l’invito a partecipare all’opera di riarmo nei prox week end…continua.


[visualizza gita completa con 6 foto]
ancoraggi :: Buoni
scappatoie :: si presso una canalizzazione
navetta :: possibile chiedendo il permesso e chiave al Comune di Novalesa
note su accesso stradale :: Strada privata
Percorso il Rio Claretto dopo le famose colate detritiche che hanno interessato la Val Cenischia lo scorso anno nel mese di settembre.
Risistemato alcune calate distrutte dalla piena e predisposto con fori paralleli per inserimento cavallotti acciaio inox da resinare.
Alcune calate distrutte sono state spostate in posizione più riparata.


Un Ringraziamento ad Alberto Bolognesi titolare del bellissimo negozio Alby Sport di Novalesa che ci ha omaggiato di una ventina di fix e placchette.
Oggi solo con L'instancabile e inossidabile Ugo (Blopum).


[visualizza gita completa con 8 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: v5 :: a2 :: IV :: [scala difficoltà]
quota partenza (m): 1050
lunghezza (km): 500
quota di arrivo (m): 750

Ultime gite di canyoning

12/11/17 - Biasca (Cima di) Val Scura - cheko66
01/09/17 - Messa (Torrente) dalla Goja del Pis alla Piazza di Almese - freehagi
Percorso l’itinerario in salita dalla Piazza di Almese fino alla Goja del Pis. La calda estate 2017 ha ridotto notevolmente il flusso d’acqua per cui in questo periodo è possibile percorrere il t [...]
27/08/17 - Noaschetta - brunocamol
Bella discesa con acqua giusta ma alcune cascate erano parecchio impegnative specialmente la C40.Oggi l'acqua era torbida di fusione ,continua percio il gran caldo anche in quota. Visto i parecchi [...]
17/08/17 - Cormor Speleocanyonig - brozio
Oggi in questo posto unico e oserei dire magico!!! Come unire speleo e canyon... vari tratti da cercare del percorso con passaggo fra massi strettoie disarampicate... Abbiamo fatto la prima e secon [...]
02/08/17 - Fournel (Torrent du) - anthas04
Bella discesa con portata ottimale. Oggi molto frequentato tanto da non trovare parcheggio. I pochi salti, non comportano problemi. La pozza prima dell' arrivo alle miniere è stata riempita da una fr [...]
02/08/17 - Noaschetta - nicolasC
Attenzione, il flusso importante dell'acqua aumenta notevolmente la difficoltà di discesa del canyon. Nella parte alta del percorso la corrente può creare dei vortici nelle vasche. Consiglio vivamen [...]
02/08/17 - Piantonetto (Rio) da San Lorenzo - Emabena
Portata consistente ma nell'ordinario, non ha creato problemi in nessun passaggio. Un po' di cautela nel recupero delle corde per evitare incastri. Tempo di percorrenza 3h 30', (gruppo da due, senza fretta).