Lampedusa (isola) Giro lato Ovest

note su accesso stradale :: Nei pressi del sentiero per Cala Pulcino
La descrizione di questo itinerario è lacunosa in tutti i suoi aspetti. In ogni caso è solo grazie a questa relazione che ci siamo goduti questa passeggiata; alla scoperta di luoghi poco o per nulla frequentati. Dal parcheggio di casa Teresa non prendere il sentiero ma proseguire sulla forestale per circa 600-700m, poi seguire delle vaghe tracce che vi porteranno al bordo della scogliera. Prendere a dx (ovest) e seguire la scogliera sempre semplicemente per un bel po'. Occhio a non avvicinarsi al bordo perché in molti punti sembra essere in bilico. Il vallone dell'acqua NON permette di scendere a mare ma è suggestivo, stupenda la vista sui fondali e sui colori del mare in questa zona. Proseguendo si arriva ad un altro vallone e anche qui l'ambiente selvaggio è garantito tra radi pini d'Aleppo, opunzie, cespugli di piante sconosciute e il timo in fiore. Abbiamo poi deviato alle installazioni radar al lato N andando a vedere il faraglione a vela (qui scogliera pericolante, stare lontani dal bordo!) e abbiamo trovato la croce ancora più distrutta di come appare nella foto del 2012. Attenzione che non c'è nessun sentiero per tutta la gita ma solo vaghe tracce. L'orientamento è semplice, in qualche modo si riesce sempre a tornare alla pista militare che vi riporta a Casa Teresa. Avvistati 5-6 falchi, centinaia di gabbiani casinisti e due enormi colubri! Giro consigliato, ma non è con questa relazione né con le mie indicazioni che facilmente farete questa gita. Con Eleonora

[visualizza gita completa]
Itinerario per assaporare il lato più intimo e nascosto dell'isola, quasi nella certezza della totale solitudine. La notevole esposizione ai venti non rende problematico sopportare il caldo. "Tagliato" l'attraversamento dei valloni del lato S spingendomi negli impluvi attraverso saltini di roccia poco esposti e solidi. Splendido tramonto da capo ponente con il sole che scompare proprio vicino a Lampione. Si consiglia un rapido rientro (corsetta) dal lato N per godere dell'ultima luce visto che a queste latitudini dopo il tramonto si spengono subito le luci.
salut!

[visualizza gita completa con 12 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1
quota vetta/quota massima (m): 133
dislivello salita totale (m): 300

Ultime gite di escursionismo

17/06/18 - Aigle (Pitre de l') da Villardamond - Spinoza
Bella gita in un contesto molto ameno, solitario e riposante. Fate molta attenzione al bivio sotto l'Alpe Bruns: le indicazioni per Pitre de l'Aigle portano ad un sentiero sostanzialmente scomparso, e [...]
17/06/18 - Mercantour (Cima di) da Pian della Casa del Re - lo65
Compiuto anello salendo in vetta passando per il colle Mercantour(in tutto 4 ore)e scendendo transitando per il Lago Mercantour e il Colle Ciriegia(3 ore e 40 in discesa). Bellissima escursione;pecca [...]
17/06/18 - Grigna Settentrionale traversata per il Pizzo della Pieve (via del Cornell bus) - giuliano
Giornata non eccessivamente calda, dunque ideale per questo lungo giro. La cresta di salita è prevalentemente erbosa con qualche passaggio su roccette e presenta tratti anche piuttosto ripidi su prat [...]
17/06/18 - Pontese (Rifugio) dal Lago del Teleccio - mcrusche
Siamo saliti per il sentiero sulla destra, guardando il rifugio. Ancora due grossi nevai da attraversare prima che il sentiero inizi la salita, ma si passano senza problemi. Ritorno per il sentiero su [...]
17/06/18 - Abisso (Rocca dell') da Colle di Tenda - giody54
Ancora parecchi nevai ,alcuni evitabili ,anche se il tratto finale è pulito prima occorre attraversare un nevaio piuttosto insidioso ,da fare con prudenza e preferibilmente con piccozza .Neve scivolosa .
17/06/18 - Gontier Mario (Bivacco) da Vieyes - sergio55
Gita Sociale del CAI di Leinì; partiti da Sylvenoire seguendo il sentiero 5A, saliti sino al casotto del Parco del Chantel, poi a sx lungo traverso per arrivare al bivacco. Scesi per il sentiero 5 si [...]
17/06/18 - Bocca di Tuckett - bomber
Lunga salita ed eterna discesa spacca gambe fino a Molveno. Comunque sempre gran bei panorami, soprattutto dal lato meno frequentato del Brenta. Ultimi 200mt di salita fatti con ramponi causa copertura spessa e continua di neve marcia.