Cinto (Monte) da Lozzi

note su accesso stradale :: Strada asfaltata fino al parcheggio di fronte al Camping; poi sterrata chiusa con sbarra
Questa escursione non è difficile ma abbastanza complessa. Fino al Rifugio si cammina su buon sentiero. Successivamente si devono seguire con attenzione gli ometti (frequenti) su terreno praticamente privo di sentiero. Tracce, lastroni, pietrame, detriti, poi terreno roccioso in prossimità della cresta, dove però l'orientamento è agevolato da bolli rossi. Non sono presenti difficoltà tecniche nè si incontrano passaggi particolarmente esposti.
E' comunque una escursione impegnativa in ambiente selvaggio.

Non si può dire che il Cinto sia "bello", se con questo intendiamo elegante, estetico. Si tratta comunque di una salita molto interessante in quanto su terreno complesso, in ambiente selvaggio e rude. Stupenda la vista sul mare dalla cima. Poca gente sale da Lozzi ... molta di più dal versante di Asco.
Oggi mi dilungherò nei ringraziamenti:
prima di tutto ai miei due grintosi bimbi Achille 9 anni e Guglielmo 11 con i quali ho condiviso questa bellissima avventura;
secondo al signore con la jeep che abbiamo incontrato casualmente salendo sulla sterrata alle 6 del mattino e ci ha dato un passaggio ...
Terzo ai due simpatici ragazzi spagnoli (grazie per la tortilla in vetta!) coi quali abbiamo condiviso buona parte della gita
Quarto alla ragazza tedesca (molto speedy) che ci ha inseguiti fino a valle per riportarci il bastoncino dimenticato al Lago ...
Infine alla simpatica e atletica ragazza della Lorena, con la quale abbiamo scambiato piacevoli conversazioni e ci ha consigliato la gita alle Aguille di Bavella.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia ometti di pietre
difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1040
quota vetta/quota massima (m): 2706
dislivello salita totale (m): 1700

Ultime gite di escursionismo

25/09/17 - Morion (Monte) o Mont Rion da Porliod per il Col du Salvè, anello - bus
Dall'alpe il colle non è visibile in caso di nebbia (come oggi). Bisogna girare a destra fino a ritrovare la strada che poi diventa sentiero. In discesa se si vuole fare l'anello non occorre andare a [...]
25/09/17 - Marguareis (Punta) da Carnino Superiore per la Gola della Chiusetta - Klaus58
Da Carnino non l'avevo ancora salito...ed è l'unica consolazione, nebbia e nuvole dal rifugio alla cima e per tutto il ritorno, nessuno in giro, per vedere qualcuno al ritorno sono passato al Don Barbera per un caffè.
24/09/17 - Tantanè (Monte) da Artaz, anello per il Lago Croux - Henry56
Sentiero ben segnato, cresta assai ripida e da percorrere con attenzione nell'ultima parte.
24/09/17 - Serene (Punta delle) dal Pian della Mussa - 3levanne
Bella e panoramica cimetta. Sentiero ben pulito, manca a nostro avviso una segnaletica che indichi il colle Pariate da quando, al Pian Alamant, si lascia il sentiero. Bello il breve canalino che p [...]
24/09/17 - Jervis Guglielmo (Rifugio) da Chiapili di Sotto - pische
Giornata con temperatura estiva, un po' di vento al mattino da ovest
24/09/17 - Cornour (Punta) da Ghigo di Prali, per la cresta NE - gianmario55
Inserisco la gita qui anche se in realtà abbiamo compiuto l'anello completo dalla P.ta Cornour al Cappello d'Envie. Abbiamo utilizzato la seggiovia pensando così di effettuare una gita comoda e tran [...]
24/09/17 - Moncimour da Forzo per il Passo del Lago Gelato - Andrea81
Un vero e proprio viaggio più che una gita, seppur apparentemente non troppo lungo (sono circa 17 km a/r) il tipo di percorso la rende molto faticosa, considerati più di 1200 m di dislivello senza t [...]