Gran Fond (Pointe Sud de) da Bessans

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Strada Ribon pulita
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente sono riuscito a vedere questa valle lunga e solitaria, grazie agli amici del Cai Almese al seguito del "geometra" o "volpone" alias mountain. La lunga strada quasi in piano ne giustifica la scarsissima frequentazione, almeno da noi italiani. Da Arcelle, mucche al pascolo ma niente margari, il folto gruppo, 8 con sci a spalle e 8 senza, sale subito su ripido fino alla neve a 2700 ben rigelata. Io sono di quelli con gli sci ma ipotizzando che poco sopra manchi la neve, li abbandono li e salgo il bel canalino ripido ed incassato con picca e ramponi come tutti. Me ne pentirò perchè in discesa era spettacolare se pur soli 700 mt. di dislivello. Fatto comunque una bellissima salita con ramponi in una giornata blù e panorama spettacolare.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: xxx
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: free-rando
Gita sociale Cai Almese, metà sciatori e metà "appiedati". Il caldo torrido ha accelerato notevolmente lo scioglimento del manto nevoso, lasciando comunque un ottima parte sciabile superiore. Lungo portage, questo sì, agevolato in salita da una traccia di sentiero: la si incrocia mirando al secondo canalino a destra (S) sopra Arcelle.
Nelle condizioni attuali, il punto critico è il passaggio ai pendii superiori, intorno ai 2900-3000, che in goni caso si effettua con i ramponi ai piedi.
E' possibile prendere il primo canalino dx (ovest) che è stretto, sui 40°, ma breve, e permette di rimanere sempre sulla neve.
Se si sceglie di passare a sx (est) togliendo gli sci per un breve tratto ci si ritrova, attraverso dolci pendenze, nel bacino basso del vecchio ghiacciaio; da quì la risalita delle balze rocciose per portarsi sui pendii superiori è più impegnativa, in quanto occorre prestare attenzione a buchi (residui di piccole crepacce terminali) in basso e poi risalire un canale di 100 mt circa, di buona larghezza, con pendenza iniziale di 40° e finale su 45°.
Pendii superiori che si possono risalire a piacimento; io ho percorso in salita e discesa il pendio/canale a sx (est) mediamente sui 30°, con una impennata finale sui 35°; su terreno friabile l'uscita a piedi al colletto.
è stata una bella giornata, ringrazio tutti gli amici (eravamo 16, tutti in cima, sia per la compagnia, sia per l'aiuto nel risolvere inconvenienti lungo la strada.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Chiusura della stagione in bellezza con una gita da ricordare. Da l'Arcelle saliti su comode tracce del sentiero che raggiunge Les Femettes e poi si inoltra nel vallone del Grand Fond. La calura dell'ultima settimana ha decisamente ridotto drasticamente e velocemente l'innevamento e ad una prima osservazione permaneva in tutti la delusione, ma .... non bisogna mai essere pessimisti, infatti raggiunto il compluvio del Grand Fond, ecco la neve continua anche se poca. Saliamo uno stretto canale (ramponi) oltre il quale a piacere ci siamo portati al colletto 3338, chi salendo l'ampio canale principale e chi sul canaletto più a destra. Dal colletto alla vetta vi é solo più una stretta lingua sulla costiera, la cui presenza ha invogliato a salire fino in vetta portando gli sci ed i più ardimentosi (ed oggi ne avevamo tanti di bravi) se la sono scesa con vera maestria. Dal colletto e fino al termine con l'ultima lingua di neve nel Ruisseau du Grand Fond, una sciata meravigliosa su neve perfetta, compreso il bel passaggio spettacolare nel canale fra le rocce. Finita la neve, scesi direttamente e facilmente sulla sponda destra del Ruisseau du Grand Fond.
Concluso la giornata con un megabanchetto ai laghetti di Bessans con ogni tipo di prelibatezze.
Gita del Cai Almese con l'aggiunta di carissimi amici tra cui Estella, Ezio, Enrica, ecc. (non ricordo i nomi di tutti gli altri; perdonatemi, ma gli anni avanzano!); eravamo in 15, un bel gruppo veramente molto affiatato con il quale abbiamo concluso degnamente una bella stagione con gli sci. Nelle intenzioni si voleva ancora continuare, ma con questo caldo esagerato ed in previsione di quanto si presume dovrebbe ancora venire, è evidente che è giunto il momento di smettere.

[visualizza gita completa con 10 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
di notevole respiro
molto lungo l'avvicinamento alla gita vera e propria: pari all'allontanamento dal mondo...si fa quasi tutto senza sci, su agevole sterrata
più che una semplice gita è un viaggio
ci sono comunque 1000 m fantastici sia come tracciato, come ambiente, come neve: 5 stelle abbondanti
sotto, togli e metti che comunque portano fino alla strada
e metà della strada su neve ancora sciabile
la relazione c'è su 'scialpinismo dal moncenisio all'isère' di lorenzo barbiè
pochissimo frequentata, NON la consiglio a chi ama la sciata e basta ;)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: La macchina si lascia all'inizio della strada (1740 m)
quota neve m :: 2500
Scialpinismo infrasettimanale d'altri tempi. Gita di scoperta nel selvaggio Tibet-Ribon. Nessuno in giro, e non credo che sia solo perchè era un giovedì.
"piacevole" avvicinamento su strada sterrata e pianeggiante. Poi si diventa camosci e si zompa su per balze erbose sognando lingue di neve che non si vedono ma ci sono. Poi pendii sostenuti in cui si trova anche un po' di farina che allieta i primi 150 m di discesa, per passare poi ad un superfirn. Dopodichè di nuovo camosci giù per i bei pendii erbosi. Meteo splendido, neve che tiene decentemente anche scendendo non proprio presto.
Gita consigliata a chi è stanco delle vette affollate e della solita routine.
Proporrei di ribattezzare la vetta: Gran Cul al posto di Gran Fond, che comunque già rende l'idea. Con Maestro Renzo, Paolo & Paolo e Luca

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: altro
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1740
quota vetta/quota massima (m): 3528
dislivello totale (m): 1788

Ultime gite di sci alpinismo

18/07/18 - Zumstein (Punta) da Indren - sanet
Partiti con le frontali dal Rif. Mantova con freddo polare almeno fino al colle del Lys. Giornata galattica con cielo blu cobalto fredda ma senza vento. Solo noi in sci. Poi scendendo incontrati un pa [...]
14/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - giogalimba
oggi vento fortissimo gelido in cresta-la neve si è conservata magnificamente almeno fino alla seraccata della Vincent, dove l'enorme traccione di salita e profonde rigole disturbano la sciata, consi [...]
11/07/18 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - everest
Condizioni ancora piu' che buone ,qualche crepaccio ancora mezzo coperto ma ben visibile ...raro vedere il ghiacciaio a luglio in questa situazione.Saliti dal canale con buona traccia al Gnifetti ,ott [...]
11/07/18 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - dovio
Gran finale di stagione alla Capanna Margherita. Saliti dal canale martedì alla Gnifetti, piena come al solito. Certo che con 73€ di mezza pensione uno pensa che almeno una bottiglietta d'acqua gli [...]
11/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - silverrain
Saliti sul canale di sx su neve compatta ma con poco rigelo. I crepacci iniziano ad essere evidenti. La cresta alla Parrot in ottime condizioni, larga e non ghiacciata. Causa vento freddo la neve in [...]
10/07/18 - Castore da Plateau Rosà - silverrain
Ottima traccia di salita sulla destra, buon rigelo. Discesa da sotto la terminale su neve smollata il giusto. Poi solito rientro interminabile alla gobba di Rollin. Piste tirate a lucido ma si scia bene anche fuori.
10/07/18 - Rollin (Gobba di) da Cervinia - titti67
Partiti dal Plateau Rosa. Ottimo grip fino in cima. Panorama stupendo nonostante qualche nuvola decorativa. Sempre favoloso lassù..