Medale (Corna di) Via Boga

Gran classica di alpinismo tradizionale, si respira ancora aria anni 30.
Forse l'ultima via del Medale rimasta allo stato originale con soste su chiodi o chiodo + spit (vecchio), pochissimi chiodi in via, tranne nelle parti in A0 ed A1.
In ottica moderna non è certo un'arrampicata prelibata.(veramente troppi tratti disturbati da erba ed arbusti, che non permettono di gustare appieno la salita)
La via, non lasciarsi ingannare dal grado, è impegnativa sotto tutti i punti di vista, sia fisico che mentale.
Un esempio tra tanti, il traverso di 8 m. del 5° tiro è adrenalina pura, improteggibile, roccia non sicurissima e con un unico chiodo alla fine del tiro.
L'attenzione , anche sui tiri cosiddetti facili, deve essere sempre alta e l'intuito nella ricerca della via molto fine.
La bravura dei primi salitori, Mario Dell'Oro(Boga)- Francesco Polvara e Ugo Tizzoni nel 1934 è qualcosa di superlativo.


Consigliata solo agli amanti del genere.
Ottima la relazione di "Scuola Guido della Torre" di Polidori.
Un'altra grande via storica effettuata con "super Max" una garanzia ,una forza, una sicurezza.
Grazie Max.

La parete
verticalità
sempre dritta......
sopra di noi........A0-A1 su chiodi anni 30
siamo fuori........

[visualizza gita completa con 5 foto]
Via bella e impegnativa che richiede calma resistenza orientamento e soprattutto voglia di ravanare.
La roccia è stupenda a tratti, molto instabile e rotta in alcuni punti, la rigogliosa vegetazione (grazie al cielo ancora sopita dall'inverno) rende un po' più delicati passaggi che altrimenti andrebbero lisci.
Il tiro di 6b+/A1 ha chiodi davvero vecchi, noi comunque li abbiamo usati e han tenuto...
Sono d'accordo che i tiri pari siano più tecnici dal punto di vista dell'arrampicata mentre i dispari più faticosi per l'artificiale (in particolare il tiro 5 è il più duro fisicamente).
Bellissima avventura, ambiente eccezionale, caldo la mattina, fresco il pomeriggio per il venticello.
Siamo scesi dal sentiero segnato come Monte San Martino, a sinistra poco prima della croce di vetta, da lasciare poi in corrispondenza di un canalone e scesi giù diretti. Tracce molto visibili (era quasi buio e non abbiamo avuto problemi a seguirle).


[visualizza gita completa]
Uscita "didattica" per far testare ambiente, soste e protezioni veloci ad alcuni amici, nella cornice sempre stupenda della Corna di Medale.
Ravanato non poco per trovare l'attacco: col sentierino che costeggia la base della Corna occorre portarsi fin sotto la verticale del tetto che indica meta' della via e poi risalire per una traccia nel bosco in corrispondenza di un esile ometto. Fatti solo i primi 4 tiri, interessanti, poi ci siamo calati (3 doppie con corde da 60 m: da S4 a S3 calata obliqua corta, da S3 a S2 e da S2 a S0 lunghe e dritte) rinforzando le soste con cordoni nuovi, dato che quelli sul posto sono stravecchi. Temperature estive finche' non e' arrivata l'ombra (15.00).
Fatta con David, Teo e Diego. Olga invece ha pensato bene di farsi una passeggiata. Bella compagnia, bella giornata,
torneremo a concluderla, magari arrivando prima al mattino senza dover tornare indietro, a meta' strada, a prendere le corde lasciate nell'altra macchina....mea culpa.


[visualizza gita completa]
Erba, pianticelle, qualche pilastrino instabile (ma neanche troppo) e anche qualche bel passaggio fisico e tecnico su roccia stupenda, pensando al grande intuito e coraggio (o forse incoscenza) dei primi salitori.


[visualizza gita completa]
Concordo con quanto detto da Vlad. Aggiungo soltanto una cosa: da evitare in primavera allo sbocciare della ruta! Utile avere con sè tanti cordini e/o fettucce.
Linea di salita molto coraggiosa per l'epoca in cui è stata aperta la via. In compagnia di Vlad, Saverio e Stefano. Grazie per la bella giornata!


[visualizza gita completa]
sapendo dove andavamo a ficcarci ed essendo preparati a ben peggio ci siamo divertiti!
la roccia non è male e di instabile non c'è quasi niente.. l'unto è poco e dà fastidio solo sul primo tiro di VI+.

i tiri dispari sono i più facili tecnicamente ma risultano impegnativi x la quasi assente chiodatura e la molta erba che a tratti disturba..
i tiri pari sono più difficili ma più chiodati.

con falco, alla sua millesima ripetizione, nandro e charli che si è tirato piatto!!

[visualizza gita completa]
Per l'ennesima volta su questa via....bello e tecnico il tratto di VII del penultimo tiro.

[visualizza gita completa]
Via incredibile per l'ambiente. La via e' attrezzata a chiodi con qualche spit ad alcune soste. Tre tiri sono infestati dalla vegetazione in modo fastidioso. La ruta c'e' gia' ma non e' ancora in fiore

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 6b+ :: 5a obbl ::
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 600
sviluppo arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 300

Ultime gite di arrampicata

20/04/18 - Machaby (Corma di) Pleiades - popeantonio
L'apertura dal basso da parte di un apritore forte si sente e obbliga ad un'attenzione costante. Alcuni passi potrebbero essere protetti meglio (uno per tutti: il chiave del quinto tiro). Friend non u [...]
19/04/18 - Monte Montiego - Balza della Penna game over - gilu
Fin da L1 si intuisce il carattere della via: obbligatorio vicino alla massima difficoltà e chiodatura sicura ma distanziata L.2 e L.3 si possono agevolmente unire in una unica lunghezza; L4 e L.5 [...]
19/04/18 - Anglone (Coste dell') Via Scalette dell'Indria - Garaca
Via dal carattere alpinistico, un po' discontinua ma che riserva un'arrampicata bella e varia. Si alternano belle lame e camini, sempre con roccia ottima. Buona attrezzatura con cordoni in clessidr [...]
19/04/18 - Fò (Rocca du) Via Andrea e Paolo - G.A.M.S.
Anche quest’anno siamo ritornati sulla “Andrea e Paolo” in una giornata piu’ che estiva e in ottima compagnia (Giovanni, Giancarlo, Pino e Massimo). Bella “via”, sempre piacevole e ottimamente chiodata.
19/04/18 - Tre Denti di Cumiana Dente Orientale - Rewind - Andreino
Bella via, su roccia ottima e chiodata con logica altalenante... discutibile qualche tratto di L6, secondo noi, che rende l'obbligatorio ALMENO 6a. Soste non sempre posizionate secondo logica, secondo noi... Scesi a piedi in pochi minuti.
19/04/18 - Cucetto (Monte) Via dei Torrioni - armand
Percorso con Fiorenzo il torrione Gaido ed i quattro superiori totale 9 tiri di corda grande pulizia e sistemazione ancoraggi vari .Poi discesa in doppia su escalibur e pulizia ,verniciatura placchett [...]
19/04/18 - Pianarella (Bric) Gianni Pajer - popeantonio
Molto bella, varia, su ottima roccia. Tetto del quinto tiro un po' faticoso ma facilmente azzerabile usando l'abbondante materiale in loco (chiodi vecchi e resinati). Abbiamo spezzato il settimo tiro [...]