Nona (Becca di) da Pila

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
gia' tutto detto dal socio..gita non tecnicamente difficile ma che ha richiesto un buono sforzo fisico.
spero trampolino di lancio per altre mete di soddisfazione come questa, in ambiente che con innevamento acquisisce senza dubbio un gran valore.
a differenza dell'itinerario originale proposto siamo partiti da sotto Gorres, seguendo il 14d (piccolo spiazzo per parcheggiare poco prima delle paline)..in questo caso il dislivello aumenta, ma per lo meno si evita la risalita al Col Fenetre..
le tracce presenti oltre il vallone di Comboe' ci hanno fatto risparmiare un po' di fatica..neve comunque non faticosa eccessivamente in salita, ma che ha recuperato poi nella discesa !!!
salita fino in punta racchette ai piedi, scesa invece dalla punta a poco sotto il colle con ramponi, dalla punta al colle alcuni tratti di neve dura dove molto tracciata alternata a neve completamente inconsistente e senza fondo..raschiando continuamente su roccette.
anche una volta rimesse le racchette ho bucato per parecchi tratti...tane talmente profonde da fare invidia alle marmotte..
scendendo nel vallone del Comboe' vista incredibile sulla parete nord della Nona..


Con Enzo.. per entrambi una ripetizione ma questa volta piu' bella della prima

ai piedi della Becca
verso il colle
Emilius
Grivola
Granpa
in discesa dalla punta
cresta
cresta

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
La Becca di Nona a febbraio con le racchette... incredibile!
Partendo dal parking della seggiovia del Chamolè si sale rapidemente a fianco delle piste ma non le si deve mai attraversare.
Gran bel gitone, fisicamente impegnativo con finale bello ripido da non sottovalutare specie in discesa con neve dura.
Giornata naturalmente non fredda, ma partendo presto il sole si prende solo al colle e al ritorno la risalta al col di Plan Fenetre si fa già nella penombra.
Dalla cima panorama indescrivibile superato, in zona, solo da quello dell'Emilius. Ottima traccia di sci, che abbiamo un po' rovinato in discesa sotto i 2400 m non avendo alternative per sopravvivere (sorry). Anche oggi con Renato e Emma che - povero me - non ne hanno mai abbastanza!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
bella gita di soddisfazione per il dislivello e lo spostamento, grazie soprattutto alle tracce esistenti che ci hanno permesso di raggiungere velocemente la cima. Man mano che si saliva, la neve è migliorata, trovandola portante nel tratto ripido sotto il colle e primaverile sul pendio finale. Occhio al tratto di bosco tra il colle Plan Fenetre e il Piano di Comboè che è a tiro di slavine. Dalla cima, panorama da poltrona numerata sulla Val d'Aosta, limitato solo dall'Emilius. In discesa la neve ha mollato un po' a metà del canalone sotto il col Carrel, ma restando nelle tracce di salita, siamo riusciti a sopravvivere.
Solo noi e 4 scialpinisti milanesi seguiti da un simpatico cagnolino. Oggi gran compagnia di Renato e Marcogì


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: OK fino a Pila
quota neve m :: 1500
Oggi altro gran gitone in Vda scegliendo un itinerario prevalentemente esposto a Nord viste le alte temperature.
Prima parte un pò penalizzata per il fatto che bisogna risalire parte della pista da sci N°1,la vera gita inizia dall'alpeggio Chamolè dove è presente un ottima traccia di skialp bella gelata che consente di salire veloci,fuori dalla traccia si và giù di brutto(crostaccia infame non portante).
Dal colle Carrel la neve avendo preso sole è decisamente bella e primaverile e grazie alle pendenze sostenute permette di raggiungere velocemente la cima che è uno dei più bei punti panoramici su tutte le montagne della valle,tempo impiegato 3 ore e 50min.
Al momento è sicuramente consigliabile per le racchette,mentre per gli skialp occorre considerare che dai 2500mt in giù c'è brutta crosta.
Oggi solo noi e 4 simpatici skialp che ci hanno raggiunto in cima.

[visualizza gita completa con 4 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: OR :: [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1790
quota vetta/quota massima (m): 3142
dislivello totale (m): 1650

Ultime gite di racchette neve

21/11/17 - Cialancia (Cima) da Lauger - VIGLIU
Partenza senza neve fino alla borgata Carter , poi incomincia a vedersi un po di neve rigelata che aumenta salendo , anche se non è che ce ne sia un'esagerazione (noi siamo arrivati fino al colle del [...]
19/11/17 - Grum (Monte) da San Giacomo, giro per Testa Gardon, Monti Bram, Omo, Borel - roberto vallarino
Saliti per la stradina con neve al limite e brevi tratti scoperti nella prima parte, abbiamo poi proseguito a dx per il ripido pendio privo di bosco puntando agli isolati pini e per tracce su neve por [...]
19/11/17 - Borel (Monte) da San Giacomo - titty79
ultima cima della giornata, raggiunta in discesa dal monte Omo.. cresta est con tratti finali poco innevati.. discesa su neve mollata il giusto, poi, poco prima di raggiugere la poderale, ormai pare [...]
19/11/17 - Omo (Cima dell'), o le Crest de Gibert da San Giacomo - titty79
Dal Monte Bram seguita la sua cresta ovest verso il colle che lo divide dal monte Omo, su neve per lo piu' portante, togliendo le racchette in un tratto intermedio per neve un po scivolosa ... prima [...]
19/11/17 - Bram (Monte) da San Giacomo per il versante SO - titty79
dopo S Giacomo innevamento non continuo e non abbondante...seguito il breve tratto poderale verso dx e saliti poi per pendii fino ad intercettare la poderale alta a mezzacosta che conduce al Gias Sell [...]
19/11/17 - Viridio (Monte) e Cima Viribianc da Chiappi per il Vallone Inciastar - Fabix_81
Piacevole ritorno in Valle Grana dopo alcuni anni, ma stavolta con un altra meta. Abbiamo lasciato l'auto alla borgata Chiappi dove le possibilità di posteggio sono molto limitate, per fortuna che er [...]
19/11/17 - Envie (Cappello di) da Prali - sergio 51
Saliti sulla pista delle Miandette fino ai 2.200 m. della Capannina e poi fino ai 2.500 della stazione superiore: abbiamo rinunciato alla vetta per il vento molto fastidioso (si resisteva solo al ripa [...]